Riassunto 23a di Serie A2 e 22a di Serie B

Super pari in rimonta del Cagliari sul Grosseto. Il Sestu vince alla grande contro il San Biagio, dieci secondi costano caro alla Med contro il Carmagnola. Prima sconfitta per la Leonardo sul campo del Bulls San Giusto. Bella vittoria in chiave play-off per il Futsal Ossi contro il Tigullio.


ATLANTE GROSSETO – CAGLIARI FUTSAL : 3 – 3

Bonfin, Segura, Piaz (C)

Un grande pareggio per il Cagliari, capace di recuperare tre gol di svantaggio all’Atlante Grosseto. Eppure anche nel primo tempo i rossoblu creano molte occasioni senza tuttavia riuscire a segnare mentre il Grosseto, complice anche un grande pressing, riesce a segnare due gol tra il quinto ed il sesto minuto con De Oliveira e Keko. Prima dell’intervallo sono ancora i toscani ad andare a segno con Alex. Nel secondo tempo cambiano le carte in tavola: il Cagliari segna subito con Vanderlei su grande assist di Serginho. Nemmeno un minuto dopo i ragazzi di mister Cocco trovano ancora il gol con Segura, servito da Serginho lo spagnolo si gira col sinistro beccando un avvesario ma ribattendo al volo in rete per il 3-2. Capitan Serginho ha subito un’occasione d’oro per il pari ma becca il palo. Mister Cocco schiera il portiere di movimento ed i rossoblu continuano a macinare occasioni andando vicino al pari diverse volte. Quando ormai ogni sforzo sembra essere vano arriva il gol di Piaz, al secondo palo su assist di Segura, a 6 secondi dalla fine. Grazie a questo prezioso punto il Cagliari si distanzia di un piccolo ma prezioso punto dalla Capitolina Marconi nella lotta per la salvezza.

L’autore del gol allo scadere Pippo Piaz commenta così: “Al primo tempo abbiamo creato molte occasioni senza riuscire a segnare mentre loro facendo son riusciti grazie ai nostri errori a fare 3 gol. Nel secondo tempo grazie alla nostra forza d’animo la partita è cambiata, siamo stati bravi a non scoraggiarci e abbiamo trovato un grande pareggio”.

CITTA’ DI SESTU – SAN BIAGIO MONZA : 7 – 1
2 Heder, 2 Rocha, 2 Wilson, Ruggiu (S)

Torna alla vittoria anche tra le mura amiche il Sestu, superando al meglio il San Biagio Monza col punteggio di 7-1. Il match si sblocca su schema di calcio d’angolo dopo 5 minuti: Wilson serve Ruggiu, che di sinistro supera Baldo. Il raddoppio arriva con Rufine, splendidamente servito da Wilson: il numero 11 con un pallonetto sul portiere in uscita porta il punteggio sul 2-0. Passano pochi minuti ed i padroni di casa triplicano con Rocha che di prima insacca sull’assist in profondità di Rufine. La musica non cambia nella seconda frazione: Wilson apre le danze dopo uno schema su punizione, poi arriva il miglior gol di giornata: assist perfetto di Nurchi ed Heder scarta il portiere in uscita per il 5-0. Il San Biagio prova ad impensierire i padroni di casa con il portiere di movimento ma sono ancora i ragazzi di mister Monsignori ad andare in gol con Rocha. Il Monza trova il gol della bandiera con Grassi ma prima del fischio finale c’è spazio anche per il gol del definitivo 7-1 di Wilson.

Rocha commenta: “Sabato è stata l’ennesima finale per noi. Abbiamo sfidato una squadra fisicamente molto forte che difendeva molto e ripartiva veloce ma un’altra volta abbiamo fatto valere il fattore campo e grazie alla forza di squadra e abbiamo chiuso la partita il prima possibile. Ora mancano 4 partite: ci sono a disposizione 12 punti, noi dobbiamo farne 9 per arrivare al nostro obiettivo finale”.

CARMAGNOLA – MEDITERRANEA : 2 – 1

Mietto (M)

Un black-out di dieci secondi a 5 minuti dalla fine costa alla Med quella che sarebbe potuta essere una grande impresa sul campo del Carmagnola. Nella prima frazione tante occasioni per il Carmagnola ma la Med e Putzulu è super in diverse circostanze. La Med sfiora il vantaggio Pireddu al 7´ ma Carfagna si supera. Rossoblu che però passano in vantaggio a sette dal termine: ripartenza perfetta e Mietto, come sempre, sotto porta non sbaglia. I rossoblu che hanno un’incredibile occasione per raddoppiare: Pireddu in scivolata colpisce il palo. Poi i piemontesi schierano il portiere di movimento ed ecco il minuto che cambia la gara: prima Vilmar vede Giuliano sul secondo palo e lo serve per l´1-1. Dopo pochi secondi palla recuperata dal Carmagnola, la palla carambola verso Solavagione che colpisce di destro, la palla viene respinta al meglio da Correnti ma torna tra i piedi di Oanea che lo scarica a sinistra per Pereira che punisce: 2-1. A nulla serve il forcing finale dei ragazzi di mister Pitzalis, il punteggio non cambia ed il Carmagnola può esultare per una vittoria sudata contro dei rossoblu mai domi.

Contento comunque della prestazione dei suoi al termine del match mister Pitzalis: “Nonostante le assenze importanti ho visto una squadra che ha dato il 100%. Noi forse per quanto il campionato ci siamo svegliati troppo tardi ed anche il calendario non ci premia, ma ancora nulla è compromesso. Noi ci crediamo ancora tanto e daremo il nostro massimo per conquistare punti fondamentali”.

BULLS SAN GIUSTO – LEONARDO : 9 – 5
2 Cogotti, 2 Deivison, Murgia (L)

Arriva la prima sconfitta in campionato per la Leonardo sul campo dei Bulls San Giusto. Alla palestra Gramsci-Keynes di Prato va in scena un match spettacolare: padroni di casa avanti dopo pochi minuti con Della Marca su splendida imbucata di Calamai. Al settimo arriva il pari di Cogotti, il migliore dei suoi, su schema d’angolo. Arancio-nero che passano in vantaggio con Murgia, bravo a mettere in rete un pallone ribattuto in seguito ad un suo stesso tiro. Nemmeno il tempo di festeggiare che arriva il pari dei Bulls con D’Amico. In avvio di ripresa arriva un uno-due dei padroni di casa che spezza in due il match: prima Della Marca da fuori area e poi Di Lalla al secondo palo, portano i toscani fino al 4-2. Leonardo che accorcia con Deivison, abile a deviare un tiro di Perdighe. 5-3 dei Bulls che arriva con Calamai, probabilmente il migliore in campo, abile a fiondarsi su una respinta. I padroni di casa allungano con Della Marca, capace di sfruttare al meglio un assist di Di Lalla dopo una disattenzione della difesa arancionera. Leo che però ancora una volta reagisce e si porta fino al 6-5 ancora con Cogotti e Deivison. Ad un minuto e mezzo dalla fine però il match viene chiuso definitivamente con Quattrini. Nell’ultimo minuto arrivano anche le marcature di Della Marca e D’Amico per il 9-5 finale.

Capitan Perdighe commenta: “Prima o poi la sconfitta doveva arrivare e sicuramente oggi le motivazioni hanno fatto la differenza: noi ci abbiamo provato sino alla fine ma non è bastato. Complimenti ai Bulls per la prestazione ed anche a noi per averci comunque provato”.

FUTSAL OSSI – TIGULLIO : 7 – 2

2 Luiu, 2 Maza Soares, Perez, Fiori, Ribeiro (O)

Bella vittoria senza troppi patemi d’animo per il Futsal Ossi contro il Tigullio. I portieri si rendono protagonisti della prima parte di gara. La gara è accesa, il Tigullio difende bene ma si carica di falli e così nella seconda parte della prima frazione i padroni di casa si presentano dagli 11 minuti due volte con Luiu ed una con Maza Soares, andando per tre volte al gol. Prima del riposo va a segno anche Perez, abile a sfruttare la respinta di una parata del portiere su Dulcis. A causa di qualche disattenzione in avvio di ripresa il Tigullio accorcia le distanze portandosi fino al 4-2 ma i padroni di casa non concedono oltre e si portano fino al 7-2 con Fiori, Maza Soares e Ribeiro. Nel finale di partita mister Loriga può dare spazio anche ai più giovani: entrano infatti in campo Fozzi e Lai, quest’ultimo alla prima presenza stagionale.

Proprio mister Loriga commenta soddisfatto: “Partita giocata bene da parte nostra. Abbiamo avuto solo un piccolo calo ad inizio ripresa ma poi abbiamo ripreso a spingere trovando il gol con belle azioni corali. Sono contento di aver potuto schierare anche i giovani sul finale ed in generale di aver potuto alternare al meglio tutti i giocatori della rosa”.

You May Also Like

Commenta