Delfino – Club San Paolo : 3-3 d.t.s.

DELFINO – CLUB SAN PAOLO : 3-3 d.t.s.

La finale play off della Serie C1 ha regalato agli appassionati di futsal una serata che difficilmente dimenticheranno. Di fatto, in un palazzetto di Via Monteacuto gremito come non mai, è andata in scena la partita più emozionante di tutta la stagione.
Nel primo tempo i ragazzi di mister Barbieri impongono alla Defino un ritmo asfissiante, passano quattro minuti e la San Paolo trova il gol del vantaggio con una ripartenza nella quale Lorenzo Atzeni, classe 2000, capitalizza l’assist sul secondo palo di Cabitza. Passano pochi minuti e la San Paolo fallisce l’occasione del raddoppio, con Tatti che non riesce a ribadire in rete la respinta di Etzi sulla conclusione di Cabitza. D’ altra parte la Delfino prova a reagire con Barbarossa e Ruzzu che dalla distanza non sorprendono l’attento Valdes. Al decimo minuto Etzi compie un autentico miracolo su Mattana, che a botta sicura si vede negare la gioia del gol da uno strepitoso intervento del numero uno della Delfino, il quale con la mano di richiamo devia in angolo la conclusione. Verso la metà del primo tempo sono invece Ruzzu e Marini a provare a ristabilire la parità, ma le rispettive conclusioni dalla distanza trovano la risposta di Valdes. Sul finale di primo tempo ancora Ruzzu, e Marini su punizione non trovano il gol, con il direttore di gara che manda le squadre al riposo sul risultato di 1-0 a favore dei biancoverdi. Nel secondo tempo la musica non cambia, ad emergere ed avere la meglio in un primo momento, sono il ritmo e l’intensità di gioco del Club San Paolo. Nonostante la prima occasione arrivi con una bella punizione di Manunza respinta da Valdes, è il Club San Paolo ad avere le occasioni migliori con tre ripartenze sulle quali Cadoni per due volte e Dazzi non riescono a siglare il raddoppio. La Delfino prova a reagire con una conclusione ravvicinata di Manunza, sulla quale Valdes compie ancora un bell’intervento deviando in angolo. Dall’ altra parte Etzi con due interventi su Tatti salva ancora il risultato. L’occasione più limpida peró arriva sui piedi di Salaris, che a portiere battuto, sul secondo palo non riesce a correggere in rete la conclusione di Casu. Al decimo minuto il Club San Paolo trova il gol del 2-0 con una ripartenza fotocopia del primo gol, dove Atzeni si fa trovare pronto sul secondo palo e a porta sguarnita finalizza nel migliore dei modi l’assist di un inesauribile Cabitza. Incredibile quanto accade pochi secondi dopo, in quanto sul calcio d’inizio battuto dalla Delfino, Andrea Dazzi recupera il pallone punendo una clamorosa dormita dei padroni di casa, siglando il gol che vale il 3-0 a 15 minuti dalla fine. Successivamente mister Barbarossa decide di giocarsi la carta del portiere di movimento, mossa che si rivelerà decisiva in quanto nel giro di 8 minuti con due azione fotocopia Simone Casu firma la sua doppietta personale portando la Delfino a un solo gol dal pari, dopo due minuti è Aquilina a siglare il gol del pari approfittando di una disattenzione difensiva del Club San Paolo. Sul finale di gara la San Paolo ha l’occasione di chiudere i conti ma Cabitza sul secondo palo non riesce a correggere in rete l’assist di Dazzi.
Nei tempi supplementari entrambe le squadre hanno le occasioni per chiudere la gara, le più nitide capitano sui piedi di Marini, che dalla sinistra sfiora il palo e Pusceddu, con un pallonetto sul quale Etzi compie un pregevole intervento. Nonostante il tentativo dei biancoverdi con il portiere di movimento il risultato non cambia e la Delfino puó festeggiare il passaggio del turno.
Sicuramente un bellissimo spot per gli appassionati della nostra disciplina; nonostante il risultato onore e merito va a mister Barbieri ed al Club San Paolo, era dai tempi del Basilea C5 che in serie C1 una squadra composta quasi interamente da giovani non otteneva risultati simili. Delfino che nel prossimo turno affronterà lo Sporting Rosta, squadra Piemontese.
Il commento a fine gara di mister Barbieri e del Presidente Mauro Naitza:

Nicola Barbieri “Pareggiando contro una corazzata abbiamo dimostrato tutto quello di buono che abbiamo fatto quest’anno. Anzi siamo in evidente crescita e si è visto in questi play off dove siamo partiti da sfavoriti. Peccato per il risultato, ma d’altronde avevamo davanti una squadra con molte qualità e individualità superiori alle nostre. Questo sport lo conosciamo bene, il rammarico è dovuto al fatto che nella partita di venerdì a detta di tutti siamo stati superiori tecnicamente è fisicamente. Ci servirà per il futuro, tutto da scoprire. Abbiamo molti giovani forti che fanno gola a tutte le squadre di campionati nazionali. Questa è la dimostrazione che abbiamo lavorato bene in questi anni, i ragazzi crescono e anche dalle giovanili avremo i ricambi per un futuro imminente. Scusate ma ne approfitto per fare i complimenti a tutti i nostri ragazzi e ai dirigenti per un annata fantastica”

Mauro Naitza “Partita soffertissima. Noi un po sotto tono ma soprattutto per una San Paolo molto veloce ed aggressiva che ci ha messo sotto per buona parte della gara. Poi, come ci ha insegnato mister Barbarossa, non abbiamo mai mollato e sapevamo che un gol ci avrebbe sbloccato e anche grazie al portiere di movimento siamo riusciti a recuperare lo svantaggio e a chiudere sul pareggio che ci ha permesso il passaggio alla fase nazionale. Questa partita rispecchia la nostra stagione, all’inizio siamo partiti male poi a poco a poco il gruppo si è unito e tutti insieme passo dopo passo abbiamo recuperato posizioni su posizioni e siamo arrivati a questo splendido risultato che ci permette di giocarci la promozione in serie B. Il bilancio della stagione non può che essere positivo, la vittoria della Coppa Italia, i play off dell’ Under 21 ed ora la fase nazionale per la promozione in Serie B, conseguenza del secondo posto in campionato fa si che dobbiamo essere molto contenti. Oltre ai risultati la cosa importante sono i ragazzi fantastici di entrambe le squadre che si sono sacrificati e hanno creato un bellissimo gruppo unito insieme a tutti i dirigenti e le persone che incitano e che ci seguono. Senza quello oggi non avremmo raggiunto questi risultati.
Non è ancora finita però, facciamo l’ultimo sforzo per mettere la ciliegina sulla torta a questa bellissima stagione”

You May Also Like

Commenta