La 2a Giornata di Serie C2

Nel girone B il Cus Cagliari balza in testa battendo il Serdiana 3-0. A fare compagnia ai cagliaritani anche l’Elmas, corsaro sul campo del C’è Chi Ciak. Il San Sperate batte il Villaspeciosa e si porta a quattro punti in classifica. Pari tra Selegas e Serrenti. Primi tre punti per Dym Sport e Gonnesa, vittoriose contro Ussana ed OroNero.

Nel girone A altra vittoria schiacciante dell’Ales. A punteggio pieno insieme alla squadra di Mauro Turnu, anche l’Happy Fitness che ha sconfitto 8-9 l’Arzachena. Il Drillo’s Team di Ganzo Ribas e Tuffu supera agevolmente l’Atletico Macomer. Vittorie per San Gavino e Maroso Gonnosnò. Pari tra Amici di Marco e Villacidro.


GIRONE B

Sibiola Serdiana – Cus Cagliari : 0-3

2 Figus, Correnti (Cus)

Seconda vittoria consecutiva per il Cus Cagliari e primo posto in classifica condiviso con l’Elmas: a farne le spese è stato il Sibiola Serdiana. Ospiti che creano diverse occasioni ma non riescono a concretizzare altrettanto bene. Il vantaggio è firmato da Alessio Correnti su schema da fallo laterale. Nella ripresa i cussini siglano altre due reti: Figus prima conclude al meglio una bella azione personale e poi lo stesso giocatore ex Ales, al termine di un’azione in collaborazione con Santoni, chiude i conti sul 0-3.

A fine partita Stefano Figus commenta la vittoria: “E’ stata una partita con ritmi bassi, dovuti al campo sintetico. Noi ci siamo dovuti adattare e pur tenendo sempre il pallino del gioco abbiamo faticato a far gol. Siamo comunque stati bravi a sbloccare il match grazie ad uno schema con Correnti e poi a chiudere la partita nella seconda frazione”.


C’è Chi Ciak – Elmas : 2-3

Simeoni, Nurchi (CCC)

Fadda, Pintauro, Marras (E)

La grande sorpresa di giornata arriva da Serramanna: l’Elmas è infatti riuscito a sconfiggere i ragazzi di mister Scalas ed ha raggiunto il Cus Cagliari in testa alla classifica. Il primo tempo è sostanzialmente tutto di marca CCC ma Berli è super in numerose occasioni, rispendendo al mittente ogni tentativo dei padroni di casa. Ad inizio seconda frazione il numero 1 ospite non può però nulla su Simeoni, liberato perfettamente su schema di punizione e bravo a mettere dentro la palla dell’1-0. Nemmeno il tempo di esultare che l’Elmas pareggia immediatamente con Fadda. Ultimi minuti incredibili: Pintauro porta avanti i gialloneri su punizione, Nurchi pareggia all’ultimo minuto ma, in pieno recupero, è Marras a siglare la rete del definitivo 2-3.

Il mister-giocatore Simone Perra commenta soddisfatto: “Per uscire con un risultato positivo dal difficilissimo campo di Serramanna sapevamo di dover fare una partita perfetta o quasi e così è stato, ci siamo difesi bene e abbiamo sfruttato alla grande le situazioni su palle inattive e le ripartenze concesse dagli avversari”.


Futsal Virtus San Sperate – Villaspeciosa : 4-1

Lampis, Marcia, Schirru, Mereu (SS)

Lai (V)

Vittoria convincente per il San Sperate contro il Villaspeciosa. Padroni di casa avanti con Lampis, bravo a capitalizzare uno schema da fallo laterale. Il San Sperate sfrutta alla perfezione le palle ferme e segna altre due reti prima del riposo grazie a due schemi su calcio d’angolo, prima con Marcia e poi con Schirru. Ad inizio ripresa Lai accorcia le distanze con un mancino sotto la traversa ma i ragazzi di mister Cocco chiudono i conti con Mereu che, solo contro Piras, non sbaglia per il 4-1 finale.

Ecco il commento al termine dei 60′ di mister Luigi Cocco: “Giocavamo la prima in casa, abbiamo disputato un buon primo tempo chiudendolo sul 3-0 subendo poco dal Villaspeciosa. Nel secondo tempo stavamo controllando la partita ma i ragazzi del Villaspeciosa ci stavano pressando ed a 10′ dalla fine hanno trovato il meritato gol. Una volta siglata la quarta rete, abbiamo controllato il vantaggio fino al termine del match”.


Selegas – Parco Cross Serrenti : 4-4

2 Ledda, Piras, Desogus (Sel)

Marras, Michittu, Porcu, autogol (Ser)

Il Selegas parte a razzo e si porta sul doppio vantaggio con due gol fotocopia in cui cambia solo il marcatore: dalla sinistra prima Ledda e poi Piras puntano l’uomo e si accentrano liberando il destro al tiro. Il 3 a 0 arriva su contropiede con Desogus. Congiu sembra un muro e per cedere il passo ci vuole un autogol dei compagni: fraseggio centrale fra Orrù e Marras che tira e innesca una carambola che porta alla rete. Nel secondo tempo parte forte il Parco Cross: un anticipo a centrocampo di Marras innesca Porcu che sigla da dentro l’area. Poco dopo è Porcu sulla destra che sfonda e restituisce il favore a Marras che deve solo spingere dentro la palla a due passi dalla linea di porta. Il Parco Cross compie l’impresa ma complice la stanchezza della rimonta subisce il 4 a 3 ad opera di Ledda; Michittu da schema di calcio d’angolo trova il definitivo pari. Ultimi minuti in 4 per il Selegas causa espulsione di Piras ma il punteggio non cambia.

Mauro Desogus commenta il pari: “Nel primo tempo abbiamo giocato bene, andando in vantaggio fino al 3-0. Nella ripresa invece siamo entrati molli, credendo di avere la vittoria già in tasca; speriamo che questo pareggio ci possa servire come esperienza per le prossime partite”.


Dym Sport – Ussana : 5-3

2 Atzori, Pilleri, Mereu, Albai

Bella vittoria in rimonta per il Dym Sport, come sempre spinto da un incredibile pubblico tra le mura amiche. Vantaggio in apertura con Atzori in ripartenza. Prima del riposo arriva l’1-1 dell’Ussana su un pallone sanguinoso perso dalla retroguardia settimese. Ad inizio ripresa arrivano altre due reti degli ospiti che si portano così sull’1-3. A questo punto parte però la rimonta del Dym: Atzori accorcia le distanze in girata, Pilleri pareggia dopo uno scambio con lo stesso Atzori. Il vantaggio è ad opera di Mereu, con un bel sinistro in diagonale. Nei minuti finali Albai chiude la partita in ripartenza.

Simone Mereu commenta la vittoria: “Sono contento per i tre punti: è stata una partita molto difficile e la troppa frenesia ci ha portato allo svantaggio. Abbiamo capito che l’unico sistema per recuperare la partita era la tranquillità nel gestire la palla e imbucare al momento giusto; in questo modo siamo riusciti ad esprimere un buon gioco che ci ha premiato con la vittoria. Siamo una squadra giovane con tante buone qualità e se ognuno di noi da il massimo sono sicuro che potremo fare un bel campionato. Io posso solo ringraziare tutti i miei compagni che da subito mi hanno fatto sentire parte del gruppo e proprio per questo motivo cercherò di dare sempre il massimo per essere d’aiuto”.


Futsal OroNero – Calcio a 5 Gonnesa : 5-11

Dopo il buon avvio del Gonnesa, l’OroNero reagisce e chiude in vantaggio la prima frazione sul 3-2. Dagli spogliatoi esce un Gonnesa totalmente cambiato nell’atteggiamento. Sechi, Manca e Santus suonano la carica e guidano la rimonta della squadra di Olla che si ritrova avanti 4-9. Congiu si fa espellere ma gli ospiti continuano a macinare gioco chiudendo i conti sul 5-11. Da segnalare il gol di Sechi dopo 6 anni: tolti i guanti, il capitano trova il gol su azione orchestrata da Santus.

Il capitano del Gonnesa, Gianluca Sechi, guarda già al match di sabato prossimo: “Adesso testa all’Elmas, una squadra temibilissima sulla carta ma contro cui sono sicuro che potremo assolutamente giocarcela alla pari”.



GIRONE A

Gli Amici di Marco – Villacidro : 2-2

2 Garippa (GAM)

2 Pistori (V)

Nella prima frazione le squadre si studiano a vicenda, senza correre troppi rischi. Bravissimi entrambi i portieri a farsi trovare pronti nelle poche occasioni pericolose. Nel finale Garippa sfrutta un’indecisione della difesa ospite e realizza lo 0-1, con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa continua la fase di studio maturata da inizio partita. Al 7’ Pistori pareggia i conti, ma poco dopo Garippa segna la seconda rete personale e porta in vantaggio i suoi compagni. Gli ospiti non ci stanno e vanno vicini al pareggio più di una volta, ma il numero 1 locale si oppone. Ci pensa Pistori, doppietta anche per lui, a portare il risultato sul 2 a 2. I Villacidresi continuano a spingere e nel finale vanno vicini al sorpasso, ma trovano pronta la risposta del portiere locale che fissa il match sul definitivo 2-2.

“È stata una partita difficile, con entrambe le squadre chiuse che non correvano troppi rischi. Siamo stati bravi a non mollare e a pareggiare per 2 volte, rischiando di passare in vantaggio nel finale. Lavoreremo ancora di più per la prossima partita” cosi Tuveri nel post-partita.

ARZACHENA 2015 – HAPPY FITNESS 8 – 9

5 Carboni, Grig, Jamel, Pala (A)

Partono subito forte entrambe le squadre, ma sono gli ospiti a portarsi in vantaggio. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e arriva la parità con Carboni su calcio d’angolo. È un botta e risposta continuo tra le due squadre, con gli ospiti che realizzano la rete del 2-1 su palla inattiva e Grig pareggia, chiudendo il primo tempo sul 2-2. La seconda frazione si apre con il vantaggio locale ad opera di Carboni su calcio di rigore. Dopo qualche minuto arriva ancora una volta il pareggio. Un grave calo di attenzione dell’Arzachena consente all’Happy Fitness di portarsi clamorosamente sul 6 a 3. I locali però non ci stanno e accorciano le distanze con altre 2 reti di Carboni e una di Pala sino al 6-6. Gli ospiti approfittano di un altro clamoroso caldo dei padroni di casa e scappa sul 6-9. Negli ultimi minuti succede di tutto, Jamel e Carboni, 5 gol per lui, portano il risultato sull’8-9, ma una grande parata del numero 1 ospite nega il pareggio all’Arzachena e sancisce l’ 8-9 finale.

“È stata una bellissima partita, combattuta e ricca di occasioni da gol. Inizialmente abbiamo preso la partita con leggerezza, ma siamo stati bravi a sfruttare al massimo il loro calo. Nonostante le tante assenze torniamo a casa con 3 punti e con tanto entusiasmo” queste le parole di Federico Bianco al termine del match.

MAROSO GONNOSNÒ – STAR SPORT 5-1

2 Picchedda, Piras, Sanna, Demontis (M)

Brondolone (S)

I Locali vanno subito vicino al vantaggio con Picchedda al 3′, poco dopo però ci pensa Piras s siglare la rete dell’1 a 0 con un tiro da fuori area. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Picchedda realizza il 2-0. Gli ospiti sono in difficoltà e provano a reagire portandosi pericolosamente nell’area della Maroso, ma Pisu si fa trovare pronto. I padroni di casa sono cinici e prima Picchedda con una bellissima rabona, poi Sanna chiudono il primo tempo sul 4-0. Nella ripresa gli Olbiesi entrano in campo con un piglio diverso e mettono sotto i locali creando alcune occasioni molto pericolose, alle quali Pisu si oppone. Il gol è nell’aria e al 15′ Brondolone realizza su calcio di punizione, portando il risultato sul 4 a 1. Lo Star Sport prova ad accorciare le distanze, ma Demontis, a pochi minuti dalla fine, insacca il definitivo 5-1 finale.

Ecco il commento del locale Diego Racis: “Abbiamo amministrato molto bene la prima frazione andando poche volte in difficoltà. Nella seconda gli avversari ci hanno messo sotto per i primi 15′, rimanendo compatti siamo riusciti a prenderci questi punti importanti. Lavoreremo al meglio per la prossima partita”.

ATLETICO MACOMER – DRILLO’S TEAM 5 – 13

3 Ribas, 3 Tuffu, 3 Bourzaine, Senes S., Senes P., Meloni, Sannia (D)

Abbiamo intervistato Tiago Ganzo Ribas dopo la partita, questo il suo commento: “È stata una partita ricca di gol, grazie soprattutto alle dimensioni del campo. Ogni minimo sbaglio veniva punito e ci sono state tantissime occasioni da entrambe le parti. Era difficile giocare la palla, quindi si pensava a verticalizzare subito. Gli avversari sono partiti in vantaggio con una conclusione dalla distanza, ma noi siamo stati molto bravi a reagire e a prendere il controllo della partita nonostante un po’ di nervosismo. Avevamo davanti una squadra di giocatori esperti che ci ha creato diverse difficoltà. Quest’anno il campionato è più competitivo, non si sa mai come finirà la partita. Mi trovo benissimo in questa squadra e sto segnando tanto anche grazie ai miei compagni, ma abbiamo ancora tanto da migliorare partita dopo partita.”

ALES C5 – PAGI 12 – 4

3 Doro, 2 Corona, 2 Piras M, Piras K., Deidda D., Deidda R., Ghiani, Cadoni (A)

Seconda vittoria per l’Ales che si prende la vetta della classifica. La partita si sblocca al 2’ con una bellissima azione personale di Doro. Altre 2 reti di Doro portano il risultato sul 3 a 0. al 7’ Piras M. insacca la rete del 4-0. Arriva però la reazione degli ospiti che saccorciano le distanze sino al 4 a 3. Deidda D. e Piras M. chiudono la prima frazione sul 6 a 3. Il secondo tempo riparte come si era chiuso, con i padroni di casa all’attacco che con Cadoni vanno sul 7 a 3. Al 5’ Corona realizza con un potente calcio di punizione. Gli ospiti realizzano l’8 a 3, ma ancora Corona, doppietta per lui, fa 9-4. Le reti di Ghiani, Deidda R. e Piras K. Sanciscono il definitivo 12 a 4 per i padroni di casa.

“Il risultato non è quasi mai stato in discussione, abbiamo rischiato qualcosa nel primo tempo, ma siamo stati bravissimi a portarci nuovamente in vantaggio e ad amministrare per il resto della partita.” Queste le parole del Presidente Turnu.

SAN GAVINO – AUDAX ALGHERESE 8 – 4

2 Vaccargiu, 2 Sardu, Medda, Altea, Pereira, Loddo (SG)

2 Deruda, D’Antonio, Oggianu (A)

Al 2’ D’Antonio sblocca subito il match portando in vantaggio i suoi compagni. I padroni di casa cercano di macinare gioco ma non riescono a creare occasioni pericolose. Al 10’ arriva il pareggio ad opera di Vaccargiu. L’Audax va in difficoltà e concede un rigore a Sardu, che non perdona e insacca. Gli ospiti provano a reagire ma prima Medda e ancora Vaccargiu chiudono la prima frazione sul 4-1. Nel secondo tempo gli algheresi accorciano subito le distanze con Deruda su rigore, 4-2. Loddo realizza la prima rete personale e fa 5-2. Un altro grave calo di concentrazione consente ai locali di portarsi sull’ 8 a 4 con le reti di Altea, Sardu e Pereira. Il San Gavino ha 5 falli e i tiri liberi non si fanno attendere, al 15’ arriva il primo ma gli ospiti non realizzano. Al 23’ e al 26’ l’Audax si porta sull’8 a 4 con le reti di Deruda e Oggianu, entrambi su tiro libero. La rimonta degli ospiti non arriva e la partita si conclude sull’8 a 4.

Abbiamo intervistato Cancedda al termine del match, ecco le sue parole “ Abbiamo giocato una bella partita, gestendo il vantaggio e chiudendo tutti gli spazi. Siamo un gruppo nuovo e stiamo cercando la giusta sintonia tra di noi e dovremo lavorare tanto per toglierci qualche soddisfazione.”

You May Also Like

Commenta