La 7a Giornata di Serie A2 e Serie B

Arriva la prima vittoria per la Leonardo (6-2 al Prato). Il Carrè Chiuppano non fa sconti al Futsal Ossi. Sconfitta esterna per il Città di Sestu contro l’Atlante Grosseto. Capolavoro Cagliari 2000: da 1-6 a 7-6 contro l’A.M. Ferentino. Troppa Virtus Aniene per la San Paolo.


Leonardo C5 – Nuova Comauto Prato : 6-2

2 Tidu, Piaz, Cogotti, Deivison, Etzi (L)

Benlamrabet, M.Vinicius (P)

Arriva la prima vittoria stagionale per gli arancioneri di mister Luca Catta: a farne le spese il Prato, adesso in un’ultima posizione, alle spalle proprio dei sardi. Eppure sabato l’avvio di partita è stato tutt’altro che facile per i padroni di casa: dopo 4′ infatti Benlamrabet porta avanti i lanieri con una conclusione da fuori. A metà tempo arriva il raddoppio degli ospiti con Marcos Vinicius che calcia una punizione dalla distanza che coglie impreparato Orani. Prima del riposo la Leo dimezza lo svantaggio con Tidu che di sinistro si gira e supera Gelli. In avvio di ripresa nel giro di pochi secondi gli arancioneri ribaltano l’incontro: prima Piaz con una conclusione dal limite e poi Cogotti con uno splendido colpo di tacco su assist di Perdighe portano il punteggio sul 3-2. Il Prato sembra accusare il colpo e dopo pochi minuti è costretto a perdere Vinicinho per doppia ammonizione: la Leo capisce che l’occasione è ghiotta ed in superiorità numerica colpisce ancora con Deivison. Ospiti che provano il tutto per tutto e vanno vicini al gol con Marcos Vinicius e Dopico ma le numerose parate del subentrato Cossu ed i legni salvano i padroni di casa. L’allungo decisivo arriva nei minuti finali: Tidu supera ancora Gelli dopo un pallone recuperato da Cogotti e poi Etzi su tiro libero fissa il punteggio sul definitivo 6-2.

Questo le parole di Gigi Cogotti nel post-partita: “Era una partita molto delicata, vista la necessità di entrambe le squadre di fare punti. Dopo lo svantaggio di due reti, la Leonardo ha reagito con il giusto spirito di squadra che l’ha contraddistinta in questi ultimi anni: l’attenzione e la concretezza hanno fatto la differenza in questa partita a parer mio facendo sì che arrivasse meritatamente la prima vittoria in questo campionato e in questa nuova competizione. Colgo l’occasione per fare i complimenti a tutti i miei compagni e allo staff che con la loro tranquillità e la loro voglia di migliorare ci mettono in condizioni di lavorare al meglio”.

Gli highlights del match: https://www.youtube.com/watch?v=B6QpuQ_9lfI


Ossi San Bartolomeo – Carrè Chiuppano : 1-8

Fiori R. (O)

2 Pedrinho, 2 Zanella, 2 Mielo, Restaino, Douglas (CC)

L’Ossi cede il passo alla capolista Carrè Chiuppano che nella seconda frazione dilaga andando a chiudere fino all’1-8. Primo tempo giocato alla pari dai gialloblu: al vantaggio ospite di Pedrinho risponde al 10′ Fiori, bravo a concludere di prima su schema di punizione. Sempre da situazione di palla ferma arriva però il nuovo vantaggio dei veneti: Mielo sfrutta l’assist di Douglas e manda le due squadre al riposo sul punteggio di 1-2. A metà ripresa gli ospiti allungano: Restaino al termine di una splendida azione personale sigla l’1-3 e Zanella, dopo uno scambio con Pedrinho porta il punteggio sull’1-4. Nei minuti finali l’Ossi prova il recupero sfiorando il gol con Foppa da pochi metri ma è il Carrè ad andare ancora a segno chiudendo definitivamente la pratica: Zanella, schierato da portiere di movimento per rispondere alla stessa tattica utilizzata da mister Loriga, supera Dalcin; Douglas colpisce in contropiede, Mielo e Pedrinho firmano due gol in fotocopia recuperando palla e concludendo nella porta sguarnita per il definitivo 1-8.

Mister Loriga commenta: “A mio parere abbiamo pagato a caro prezzo qualche episodio sfavorevole ed un arbitraggio in alcuni tratti non all’altezza. Anche il fatto di avere Hernandez non a disposizione ci ha sicuramente penalizzato. In ogni caso non dobbiamo pensare a ciò che succede fuori dal campo, dobbiamo lavorare intensamente e pensare al match di sabato contro l’Arzignano”.

Gli highlights del match: https://www.youtube.com/watch?v=4La1799sTtY


Atlante Grosseto – Città di Sestu : 2-0

Bender, Caverzan (AG)

Trasferta amara per il Città di Sestu: il Grosseto vince 2-0 grazie a due reti nella seconda frazione. Padroni di casa che partono meglio e sfiorano il gol ma Zanatta si fa trovare pronto. Col passare dei minuti è il Sestu a crescere e ad impensierire i toscani; Bonfin mette a sedere Del Ferraro con una finta ma non riesce a segnare. Anche Mura sfiora il gol su schema d’angolo ma il punteggio rimane bloccato e si va dunque a riposo sullo 0-0. Il primo gol dell’incontro arriva a 6′ dal termine: Bender approfitta di un errore della retroguardia sestese e porta in vantaggio l’Atlante. Dopo pochi minuti il raddoppio è ad opera di Caverzan: i padroni di casa recuperano palla su uscita dal pressing del Città di Sestu, la sfera arriva al secondo palo e toccata all’indietro per l’ex Marca Futsal che di piattone porta i suoi sul 2-0. Mister Mura schiera il portiere di movimento ma dopo una buona circolazione Keko intercetta palla a Wilson: il numero 10 è costretto a fare fallo da ultimo uomo e di conseguenza ad abbandonare anzitempo la contesa. Nell’ultimo minuto e mezzo dunque i padroni di casa amministrano il doppio vantaggio senza dover forzare a causa della superiorità numerica.

“E’ stata sicuramente una settimana particolare, caraterizzata da diversi infortuni che hanno condizionato i nostri allenamenti. Per quanto riguarda la partita noi non siamo stati cinici e probabilmente siamo mancati in lucidità a causa delle condizioni in cui abbiamo dovuto affrontare questa trasferta”, questo il commento di Giulio Mura.


A.M. Ferentino – Cagliari 2000

2 Paderi, 2 Grandulli, Tronci, Corona, Pireddu (C)

Arriva con una partita pazzesca la prima vittoria del Cagliari 2000 nella serie cadetta: i rossoblu perdevano infatti 6-1 quando il mancavano 10′ al termine. I sardi partono bene trovando la rete con Grandulli, ma all’intervallo il tabellone recità già 4-1 a favore del Ferentino, capace di sfruttare al meglio il portiere di movimento, utilizzato per tutta la durata dell’incontro. Quando ad inizio ripresa arrivano altre due marcature da parte del Ferentino il risultato sembra ormai scritto ma incredibilmente parte la rimonta dei ragazzi di mister Paderi: Tronci in ripartenza fa 6-2, poi due volte Paderi e Grandulli accorciano ulteriormente le distanze. Corona su punizione pareggia i conti e ad un minuto e mezzo dal termine arriva il sorpasso: i padroni di casa utilizzano il portiere di movimento ma Pireddu recupera palla ed in ripartenza sigla il gol del 6-7. Gli ultimi secondi sono pazzeschi: il Ferentino colpisce l’incrocio dei pali, la palla sbatte sulla schiena di Etzi ma il portiere rossoblu con un gesto felino riesce ad evitare il gol facendo esplodere l’esultanza dei compagni e dell’intera panchina.

Simone Tronci commenta la vittoria: “Dopo un primo tempo molto negativo siamo rientrati in campo con l’atteggiamento giusto, non ci siamo mai arresi e siamo riusciti a rimontare 5 gol di svantaggio. Sono punti che valgono doppio essendo il Ferentino una diretta concorrente alla salvezza. Ora però dobbiamo continuare a fare bene e giocare con lo stesso entusiasmo e con la stessa testa che ci ha portato a ribaltata”.


Club San Paolo – ASD Virtus Aniene 3Z 1983 :1-9

Atzeni L. (SP)

3 Sanna, 2 Filipponi, 2 Taloni, Beto, Medici (VA)

Semplicemente troppa superiorità da parte dell’Aniene: i laziali vincono contro la San Paolo ed allungano in testa alla classifica, lasciando in ultima posizione, a causa della vittoria del Cagliari 2000, i biancoverdi cagliaritani. Match subito in discesa per gli ospiti che alla fine della prima frazione sono andati a segno già due volte con Sanna e con Beto e Taloni. Nella ripresa vanno a segno ancora Sanna (capocannoniere del girone E di Serie B con 18 reti in 7 partite), due volte Filipponi, ancora Taloni e Medici. Nel mezzo c’è spazio per la prima rete stagionale di Lorenzo Atzeni.

“È stata una partita molto difficile con un avversario davvero tosto; senza togliere loro alcun merito penso che noi avremmo potuto fare qualcosa in più, ma i miglioramenti ci sono e dobbiamo continuare su questo passo per raggiungere la salvezza”, queste le parole di Nicola Aresu al termine del match.

You May Also Like

Commenta