La 12a Giornata di Serie C2…in voci e commenti!

Nel girone A il Villacidro con un’ottima prestazione strappa i 3 punti all’Ales. Il Budoni è corsaro ad Alghero, mentre il Pagi esce sconfitto tra le mura amiche nel match contro il San Gavino. Pari tra Happy Fitness e Maroso, Star SportGli Amici di Marco e ArzachenaAtletico Macomer.

Nel girone B torna alla vittoria l’Elmas contro il Serdiana dopo il pari di Selegas, Il CCC di Mister Scalas continua a vincere, questa volta ai danni del DYM Sport. Esce dalla crisi il San Sperate che batte a domicilio il Carbonia, continua l’ottimo momento del Cus che sconfigge il Villaspeciosa tra le mura amiche. 3 Punti molto importanti anche per Ussana e Serrenti, vincenti rispettivamente su Selegas e Oronero.

GIRONE A


VILLACIDRO – ALES : 7-3

4 Pistori, 2 Corda D, Colombo (V)

2 Piras M, Porta (A)

Il Villacidro con un’altra grande prestazione di squadra strappa i 3 punti alla vice-capolista Ales. Nella prima frazione, nonostante una forte pressione iniziale dei ragazzi oristanesi, sono i padroni di casa ad aprire le marcature con Pistori. Lo stesso Pistori, prima raddoppia e poi insacca anche la terza rete locale. I ragazzi di Mister Cascinu accennano una piccola reazione con il gol di Porta, ma passa qualche minuto ed è ancora il Bomber Villacidrese a trafiggere il numero uno ospite per il 4-0. Allo scadere del primo tempo Corda segna e manda le squadre negli spogliatoi con il risultato di 5-1. Nella ripresa sono ancora gli Oristanesi a partire forte e con Piras trovano la rete del 5-2. Nel momento migliore degli ospiti i padroni di casa ristabiliscono le lunghezze con la seconda rete di Corda. È ancora Piras per gli ospiti ad andare in rete per il 6-3, però Colombo allo scadere fissa il match sul definitivo 7-3.

Samuele Cancedda, migliore in campo del Villacidro, commenta cosi la gara: ” È stata una bella partita dove abbiamo dimostrato di meritare i 3 punti contro un’ottima squadra come l’Ales. Posso dire che è stata una vittoria di gruppo, con il sacrificio di tutti e con un buon gioco. Se affronteremo cosi le prossime partite ci toglieremo diverse soddisfazioni”


PAGI C5 – SAN GAVINO : 3-4

Yusufa, Saidy, Sissoko (P)

Zedda, Pereira, Altea, Medda (SG)

Vittoria in rimonta per il San Gavino che sconfigge il Pagi a domicilio. In avvio sono i ragazzi di Mister Onida a fare la partita e dopo alcune azioni non concretizzate, sbloccano la gara con la rete di Sissoko che ben assistito da Godfred non sbaglia a tu per tu con il portiere ospite. Dopo il gol entrambe le squadre rischiano poco e il primo tempo si chiude sull’1 a 0. Nel secondo tempo Altea e compagni scendono in campo con uno spirito diverso e trovano subito il gol con Medda. Il Pagi accusa il colpo ma risponde subito portandosi nuovamente in vantaggio con Saidy che realizza in contropiede. Nonostante i gol, le occasioni sono veramente poche e le due squadre sono molto chiuse, ci pensa Zedda a ristabilire l’equilibrio per il San Gavino. Ancora una volta arriva però il vantaggio dei padroni di casa, questa volta con Yusufa che sfrutta al meglio l’assist di Saidy dopo una bella azione personale. Il nuovo vantaggio del Pagi non demoralizza gli ospiti che prima pareggiano con Altea e diversi minuti dopo trovano il gol-vittoria con Pereira.


HAPPY FITNESS – MAROSO GONNOSNÒ : 3-3

2 Bianco, Mannoni (HF)

2 Picchedda, Cabras D (M)

Nei primi cinque minuti le due squadre si studiano con i padroni di casa che tengono il pallino del gioco, ma al 7′ Pichedda lanciato da Diego Racis trova il vantaggio con un bel diagonale.
Lo 0-1 non demoralizza l’Happy Fitness, i giallo blu attaccano con insistenza e all’ 11′ pareggiano con Bianco, abile a superare Pisu sugli sviluppi di un angolo con dormita della difesa bianco blu.
Il primo tempo termina dunque in parità nonostante qualche tentativo dalla distanza dei padroni di casa con Pisu sempre attento e tre ottime occasioni degli ospiti,Picchedda colpisce il palo mentre Malloci e Massimiliano Demontis trovano l’ottima opposizione del portiere turritano.
Ripresa che vede la Maroso più pericolosa, l’ 1-2 arriva dopo circa dieci minuti ancora con Picchedda che, servito da Dario Cabras, batte il portiere avversario in uscita.
I bianco blu sfruttano l’ottimo momento, Demontis riceve palla a centrocampo e dopo una bella azione personale serve Cabras che da due passi non sbaglia.
1-3 e partita chiusa?Nemmeno per idea,la Maroso ha un leggero calo e in cinque minuti i padroni di caso trovano il pari.
La compagine di Porto Torres prima sfiora il goal con un doppio palo poi trova il 2-3 ancora con Bianco, mentre il pareggio viene realizzato da Mannoni che sfrutta un’altra dormita difensiva ospite su calcio d’angolo.
Gli ospiti non ci stanno e provano a portarsi in vantaggio andando più volte vicino al vantaggio con Cabras, Racis e Picchedda ma senza riuscire a concretizzare, cosi chiudendo il match in parità.


ARZACHENA – ATLETICO MACOMER : 7-7

2 Jamel, 2 Soro, 2 Carboni, Autogol (A)

3 Mura, Ortu, Bangoni, Demontis, Rosas (AM)

Nel primo tempo è la formazione di Mister Longu a fare la partita, dopo aver imposto da subito il loro gioco prima sbloccano la gara con Carboni e poi vanno sul 4-0 con le reti di Jamel, Soro e nuovamente Carboni. Il Macomer accorcia poco dopo le distanze con una punizione di Mura. La partita è molto spettacolare, ricca di occasioni da ambo i lati. Passa qualche minuto e ci pensa ancora Mura a realizzare il 4-2, ma allo scadere del primo tempo Jamel allunga nuovamente. Nel secondo tempo i padroni di casa rientrano in campo un po’ sottotono e gli ospiti ne approfittano portandosi in parità con il terzo gol di Mura e quelli di Ortu e Rosas. Il pareggio carica  ulteriormente la formazione ospite che si porta clamorosamente in vantaggio di due reti, prima con Bangoni e poi con Demontis. L’ Arzachena però è vivo e non molla, con una grande reazione riesce ad agguantare il pareggio finale firmato da Soro e un autogol.

” Abbiamo avuto tantissime occasioni per incrementare il vantaggio ma non le abbiamo concretizzate e non abbiamo chiuso la partita. Loro hanno approfittato del nostro calo per ribaltare il risultato ma con una buona reazione siamo riusciti a pareggiare” queste le parole di Longu, presidente-allenatore dell’Arzachena


STAR SPORT – GLI AMICI DI MARCO : 4-4

Pili, Deiana, Stelletti, Petardi (S)

2 Frau, Garippa, autogol (GAM)

Partita dal finale al cardiopalma tra Star sport e Gli amici di Marco. Sono i padroni di casa a partire forte creando diverse occasioni, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio con una conclusione che viene deviata da Marongiu. Il pareggio non si fa attendere, Pili scambia con Petardi all’interno dell’area e poi trafigge il portiere ospite con una bella conclusione. Passa qualche minuto e gli Olbiesi si portano in vantaggio con una punizione di Petardi. Gli Amici di Marco sono vivi e Garippa approfitta di un errato disimpegno di Pili per ristabilire la parità, con la quale si chiude la prima frazione. Nella ripresa, dopo alcuni minuti di gioco, gli ospiti recuperano un pallone sanguinoso nella zona centrale del campo e si portano in vantaggio con Frau. La reazione della Star Sport arriva con Deiana che trasforma un calcio di rigore e Stelletti che su punizione porta nuovamente in vantaggio gli ospiti. La partita sembra ormai finita ma all’ultimo minuto ancora Frau, questa volta su punizione, pareggia nuovamente i conti per il 4-4 finale.

Ecco il commento di Salvatore Deiana, giocatore della Star Sport: “Abbiamo avuto un buon approccio alla gara creando da subito diverse occasioni, peccato per non essere riusciti a portare a casa i 3 punti contro una buona squadra. Ora testa alla prossima partita”


AUDAX ALGHERESE – BUDONI C5 : 3-6

Balbina, Puttolu, Autogol (A)

4 Maccioni, Morlè, Occhioni (B)

Vittoria esterna per il Budoni che espugna il PalaCorbia di Alghero. Dopo soli 13′ i ragazzi di Mister Baldino sono già sul 3-0 con le reti di Balbina, Puttolu e un autogol. Nonostante lo svantaggio Occhioni e compagni non mollano e complice un calo di concentrazione dei padroni di casa pareggiano i conti con due reti di Maccioni e una di Morlè. Il tabellino a fine primo tempo dice 3-3 con gli ospiti sugli scudi. Nella ripresa gli Algheresi provano la reazione, ma un tremendo 1-2 dei Galluresi porta il match sul 3-5 con il gol di capitan Occhioni e la momentanea terza rete di Maccioni. I padroni di casa alcuni minuti più tardi avrebbero l’occasione di accorciare le distanze ma falliscono un tiro libero. Allo scadere della seconda frazione, Maccioni sigla la sua quarta rete personale e mette la parola fine al match.

” Dopo i 10′ iniziali dove abbiamo subito la loro pressione e il loro ritmo, il mister ci ha dato una bella svegliata e siamo riusciti a reagire prima pareggiando i conti e poi strappando i 3 punti nonostante l’espulsione. Oltre alla pesante assenza di Cau, non riusciamo ancora ad approcciare al meglio le partite e dovremo sicuramente migliorare su questo.” Questo il commento del Bomber Federico Maccioni, autore di 4 reti.




GIRONE B


USSANA – SELEGAS : 4-3

2 Farci, Orgiano, Piras (U)

2 Cabiddu, Erriu (S)

L’Ussana soffre ma al termine dei 60′ ha la meglio di un buon Selegas. In avvio di match i seleghesi passano in vantaggio grazie ad un tiro di Cabiddu deviato da Piras. Lo stesso Piras trova però subito il modo di farsi perdonare: il giovane pivot infatti prima serve la palla del pari ad Orgiano che solo contro Congiu non sbaglia e poi a metà frazione trova il gol che porta in vantaggio i suoi. L’Ussana allunga in avvio di seconda frazione con il gol di Farci ma il Selegas resta attaccato alla partita accorciando le distanze con una conclusione di Erriu deviata sfortunatamente in porta dall’ex della partita Oscar Ledda. In contropiede Farci sigla il 2-4 ma il Selegas non molla ed a 10 minuti dal termine accorcia nuovamente le distanze con Cabiddu. Nei minuti finali però Agus e compagni amministrano al meglio il risultato portando a casa tre punti fondamentali in ottica play-off.

Fabio Piras, allenatore-giocatore del Selegas commenta il match: “È stata una bellissima partita, combattuta fino all ultimo minuto. Ha sicuramente prevalso l esperienza maggiore dell’Ussana rispetto a noi però sono molto contento dell’ottima prestazione dei miei ragazzi”.


CUS CAGLIARI – VILLASPECIOSA : 3-1

2 Santoni, Sparapani (C)

Marongiu (V)

Il Cus coglie una convincente vittoria tra le mura casalinghe contro un Villaspeciosa bravo a concedere pochi spazi. La partita si sblocca nella parte conclusiva della prima frazione: Marongiu con una bellissima conclusione da fuori area non lascia scampo a Sedda. Nemmeno il tempo di esultare per i biancorossi che arriva il pari dei cagliaritani: dopo nemmeno un minuto Santoni trova il pari con un gran gol sotto l’incrocio dei pari. Prima dell’intervallo il Cus può addirittura passare in vantaggio con Correnti in contropiede, ma Arba respinge la conclusione dell’ex Leonardo. Il vantaggio rossoblu si concretizza al 9′: Sparapani raccoglie un pallone vagante e porta i suo sul 2-1. Il Cus fa la partita ma è il Villaspeciosa a sfiorare il pari in ripartenza con Loi e Podda. Nei minuti finali però la squadra di mister Boi chiude i conti: Santoni con una conclusione di potenza fissa il punteggio sul definitivo 3-1.

Queste le parole dello storico dirigente del Cus Cagliari, Tonio Rocca: “A mio parere potevamo probabilmente chiudere la partita prima, ma comunque la vittoria non può che lasciarci soddisfatti. Ci manca ancora un po’ di sana cattiveria agonistica e spesso ci lasciamo andare in fase difensiva consapevoli che a difendere i pali dai nostri errori abbiamo un Sedda sempre pronto”.

ELMAS C5 – SERDIANA : 6-1

2 Pintauro, 2 Perra, Meloni, Versace (E)

Locci (S)

Dopo il pari di sabato scorso, torna alla vittoria e conclude così il suo girone d’andata con undici vittorie ed un pareggio l’Elmas, vittorioso al palazzetto di via Gilliaquas contro il Sibiola Serdiana col punteggio di 6-1. Il vantaggio giallonero è ad opera di capitan Pintauro: il numero 9 in ripartenza salta il portiere avversario e deposita in rete il gol dell’1-0 con cui si chiude la prima frazione. In avvio di ripresa la capolista allunga immediatamente le distanze ancora con i gol di Meloni in ripartenza e di Perra. Versace con un tiro deviato trova la sua prima rete coi gialloneri portando il punteggio sul 4-0. Il Serdiana prova a rientrare in partita con il gol di Locci, ma le doppiette personali di Perra e Pintauro chiudono il match sul definitivo 6-1.

Simone Perra commenta così il match: “Dopo il passo falso di Selegas dovevamo riscattarci e prenderci i tre punti per chiudere il girone d’andata in bellezza e tenere a distanza le inseguitrici; siamo partiti forte andando subito in vantaggio ma non abbiamo fatto un buon primo tempo, un po’ per demeriti nostri ma anche perché gli avversari si sono difesi bene. Nella ripresa siamo entrati più determinati alzando i ritmi e alla fine abbiamo chiuso la partita sul 6-1″.


C’È CHI CIAK – DYM SPORT : 7-3

2 Mascia, 2 Simeoni, Pilloni, Garau, Nurchi (CCC)

Ruggiu, Mereu, Curreli (D)

Il CCC continua la sua rincorsa alla capolista Elmas, battendo il Dym Sport col punteggio di 7-3. I ragazzi di mister Scalas avranno adesso a disposizione l’ultima partita del girone d’andata per cercare di sfruttare al meglio il turno di riposo dell’Elmas e portare dunque a quattro i punti di distacco dai gialloneri. Serramanna che parte meglio, controllando il match sin dalla prima frazione, chiusa col punteggio di 4-0 grazie alle reti nell’ordine di Mascia, Garau, Simeoni e Pilloni. In avvio di ripresa Nurchi aumenta ancora il divario ma Ruggiu trova il suo primo gol in maglia Warriors. Le doppiette di Mascia e Simeoni chiudono definitivamente il match, mentre i gol di Mereu e Curreli rendono meno largo il passivo ai danni dei ragazzi settimesi.


PARCO CROSS SERRENTI – FUTSAL ORONERO : 7-2

Marras, Sanna, Marini, Cappai, Porcu, Orrù, Autogol (S)

2 Mameli M (O)

Il Parco Cross Serrenti vince contro l’OroNero ed esce da una crisi di risultati che durava da tanto tempo per Porcu e compagni. È capitan Marras a portare in vantaggio i padroni di casa e poco dopo grazie ad un autogol i biancorossi raddoppiano. L’Oronero trova il 2-1 grazie al tiro di Mameli su cui Marras tarda a uscire e Colombo viene infilato sul primo palo. Arriva immediata la nuova reazione del Serrenti: dopo un paio di minuti i biancorossi trovano il 3-1 grazie ad uno scambio veloce fra Orru e Marras con quest’ultimo che trova il giovane Sanna pronto sul secondo palo. Il Parco Cross macina gioco e occasioni ma la sfortuna e l’ottimo portiere avversario (ex Parco Cross) riducono al minimo i gol. Sul finale della prima frazione è Marini che dopo aver preso l’incrocio becca in maniera fortunosa il pallone e trova il 4-1. A inizio secondo tempo una disattenzione consente all’Oronero di trovare il 4-2 ancora con Mameli ma il Parco Cross non ci sta e ristabilisce le distanze con Cappai abile a chiudere al secondo palo un contropiede fulminante gestito da Porcu e rifinito da Argiolas. Nel finale di partita c’è ancora spazio per la castagna da fuori di Porcu e il gol del definitivo 7-2 di Orrù.

Queste le parole di capitan Marras a fine match: “Quelli di venerdì sono tre punti fondamentali per la nostra squadra dato che smuovono la classifica dopo diverse giornate a secco di punti”.


CARBONIA C5 – SAN SPERATE : 1-3

Baraglia (C)

Campus, Mura, Lampis (S) 

Esce dalla crisi il San Sperate, che dopo alcuni passi falsi riabbraccia la vittoria espugnando Carbonia. In avvio sono i ragazzi di Mister Cocco a portarsi in vantaggio grazie a  Lampis con un bellissimo tiro al volo su schema di calcio d’angolo, ma vengono raggiunti poco dopo da Baraglia su punizione. 1-1. Dopo il pareggio entrambe le squadre sfiorano il vantaggio, è Campus, in seguito ad una ripartenzal’autore della rete del nuovo vantaggio ospite con il quale si chiude la prima frazione. Nella ripresa la formazione di Anolfo cerca il pareggio andando più volte vicino all’obbiettivo ma trovando sulla propria strada le ottime parate di Tuveri. Gli ospiti soffrono ma non rinunciano ad attaccare e sfiorano la terza rete, ma sui capovolgimenti di fronte ci pensa ancora Tuveri a tenere a galla il San Sperate con i suoi interventi.  Nei minuti finali della gara Mura dopo aver dribblato un avversario infila sotto le gambe il numero uno locale e realizza il gol dell’1-3 che regala la vittoria e scaccia la crisi del San Sperate.

Danilo Ena, pivot del San Sperate, dice la sua sulla gara: ” Vittoria fondamentale sia per la classifica che per il morale dopo il difficile periodo che stavamo attraversando. Dovevamo assolutamente vincere e grazie al lavoro di tutta la squadra ci siamo riusciti, nonostante dall’altra parte ci fosse una squadra molto ben organizzata.”


You May Also Like

Commenta