La 2a giornata di ritorno della Serie C2… in voci e commenti!

Nel girone A ennesima vittoria del Drillo’s Team che sconfigge tra le mura amiche l’Atletico Macomer. Vittorie esterne molto preziose per Gli Amici di Marco e San Gavino, ai danni di Villacidro e Audax Algherese. Torna alla vittoria il Pagi contro l’Ales e l’Happy fitness batte l’Arzachena. Pari tra Star Sport e Maroso.

Nel girone B nel big match della giornata il C’è Chi Ciak espugna Elmas e si porta ad un solo punto di distanza. Ancora vittorioso il Cus che si impone per 3-2 sul Serdiana. Terza vittoria consecutiva per il Villaspeciosa che batte di misura il San Sperate, il Parco Cross Serrenti conquista 3 punti importanti contro il Selegas. Nello scontro salvezza il Gonnesa batte l’Oronero in casa e nelle parti più alte della classifica l’Ussana sconfigge il Dym Sport.

GIRONE A


VILLACIDRO – GLI AMICI DI MARCO : 5-8

2 Collu, Cancedda, Pistori, Colombo (V)

6 Garippa, 2 Frau (GAM)

Seconda vittoria per Gli Amici di Marco che tornano a casa con 3 punti dalla difficile trasferta di Villacidro. In avvio sono i padroni di casa ad impossessarsi del pallino del gioco e, dopo alcune occasioni sprecate, a portarsi in vantaggio con Cancedda. Gli ospiti accusano il colpo e alcuni minuti dopo subiscono altre due reti firmate da Pistori e Collu. Nei minuti finali della prima frazione ci pensa Garippa ad accorciare le distanze sul 3-1. Nella ripresa sono gli ospiti a partire forte pressando da subito il Villacidro e trovando il 3-2 con Frau, ma la risposta Villacidrese arriva poco dopo ancora con Collu. 4-2. La partita sembra chiusa, ma la rete del 4-3 di Frau da il via alla remuntada ospite che vede come assoluto protagonista Garippa, che prima pareggia i conti su rigore e successivamente porta i suoi sul 4-6 con due tiri liberi. Visto lo svantaggio, Tuveri e compagni provano la carta del portiere di movimento per recuperare la gara, però ancora Garippa recuperare due palloni e li deposita in rete decretando cosi le sei reti personali. Inutile la rete di Colombo prima dell’ultima rete di Garippa. 5-8 il risultato finale.


PAGI – ALES : 4-2

4 Saidy (P)

2 Porta (A)

Torna alla vittoria il Pagi tra le mura amiche, nella delicata sfida contro l’Ales dei giovani di Mr. Cascinu. Nella prima frazione sono gli oristanesi ad andare in vantaggio con Porta dopo appena un minuto. Ma nemmeno il tempo di esultare e Saidy riporta subito in parità la gara. Lo stesso Saidy poco dopo realizza la rete del sorpasso per i padroni di casa. I ragazzi di Onida forti del vantaggio continuano a spingere, a recuperare tantissimi palloni anche grazie all’ottima condizione atletica e sfiorando il gol. Il primo tempo si chiude sulla 2-1. Nella ripresa, dopo alcuni minuti di transizione, ci pensa ancora Saidy a realizzare il 3-1 su rigore. Nel corso del secondo tempo gli ospiti trovano il 3-2 con Porta, però nei minuti arrivare la quarta rete di Saidy, questa volta in contropiede, che sancisce il definitivo 4-2.

Mauro Turnu, presidente dell’Ales, dice la sua sulla gara: “Oggi non abbiamo fatto una bella prestazione e abbiamo sofferto tantissimo la loro condizione fisica. Non siamo riusciti a imporre il nostro gioco e a segnare, torniamo a casa sconfitti ma con la testa già alla prossima gara”.


HAPPY FITNESS – ARZACHENA : 7-4

3 Unali, 2 Mannoni, Bianco, Farris (HF)

Jamel, Marzeddu, Carboni, Grig (A)

Inizialmenente sono subito pericolosi gli ospiti, ma dopo 5′ ci pensa Bianco ad aprire le marcature su schema da fallo laterale. I padroni di casa continuano ad attaccare ma oltre a sprecare alcune occasioni, colpiscono due legni. L’Arzachena però è vivo e trova il pari con Marzeddu bravo a sfruttare un errore difensivo locale. Sono ancora gli ospiti a portarsi in vantaggio, questa volta con Farris che realizza prima il 2-1 e poi il 3-1. La formazione ospite riesce ad accorciare le distanze con Carboni dopo diverse parate del portiere locale, ma è Mannoni ad allungare nuovamente sul 4-2. Sul finale del primo tempo Grig trova la rete del 4-3 sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella ripresa gli ospiti provano a pareggiare, però i padroni di casa quando attaccano sono letali e vanno sul 5-3 ancora con Mannoni. Dopo alcuni interventi del portiere locale, è Jamel a ridurre la distanza. Al 23′ Unali con un’azione personale non lascia scampo al numero uno ospite e ancora Mannoni al 29′ mette la parola fine al match sul 7-4.

“Penso che sia stata una bella partita, contro una squadra ostica, molto combattuta dove siamo comunque riusciti ad esprimere un buon gioco. Arrivavamo da un periodo sfortunato e difficile, quindi serviva da parte nostra una bella prova di carattere e squadra per strappare i 3 punti. Ora testa e gambe già alla prossima battaglia!” Questo il commento di  Francesco Bruno, giocatore dell’Happy Fitness.


AUDAX ALGHERESE – SAN GAVINO : 3-8

3 Oggianu (A)

4 Loddo, 2 Vaccargiu, Medda (SG)

Vittoria importante per rimanere nell zone alte della classifica per il San Gavino, sul difficile campo dell’Audax Algherese. Nel primo tempo la partita vede qualche minuto di studio e si apre subito male per i padroni di casa, che al 4′ perdono il loro numero uno per infortunio, in seguito ad uno scontro di gioco. È Loddo a portare in vantaggio gli ospiti e a raddoppiare poco dopo. I ragazzi di Mister Baldino non demordono e vanno vicini al gol con la traversa di Sanna e il palo di Puledda. Prima del duplice fischio c’è tempo anche per la rete di Medda che fa 0-3. Nel secondo tempo accorcia subito le distanze l’Audax con Oggianu, ma nemmeno il tempo di esultare che Vaccargiu ristabilisce le distanze. I padroni di casa trascinati da altre due reti di Oggianu accorciano le distanze sino al 3-4 e sfiorano il pareggio con la traversa di Balbina, sul capovolgimento di fronte però Vaccargiu non perdona e porta i suoi sul 3-5. L’Audax prova a rimontare il risultato ma con poca lucidità e molta stanchezza non riesce nell’impresa e subisce altre 3 reti ad opera ancora di Loddo (2), poker personale per lui, e Canargiu con le quali si chiude la gara sul risultato di 3-8.

“Diciamo che questo nuovo anno non è iniziato benissimo, come da qualche giornata a questa parte torniamo a casa con un altro infortunio. Speriamo che questo brutto periodo passi in fretta e adesso testa alla prossima partita, sperando in un risultato migliore” queste le parole del mister Algherese Antonio Baldino.


DRILLO’S TEAM – ATLETICO MACOMER : 6-1

3 Ribas, 2 Meloni, Bourzaine (D)

Piredda (M)

Altra vittoria del Drillo’s Team che supera l’Atletico Macomer al termine di una gara non troppo esaltante. I primi 10′ sono molto blandi, con ambo le squadre che creano poche occasioni. È il solito Ribas al 12′ a sbloccare le marcature portando in vantaggio i suoi. Dopo la rete i padroni di casa provano ad amministrare la gara, rimandando al mittente gli attacchi ospiti. Nei minuti finali della prima frazione Ribas e Meloni mandano le squadre negli spogliatoi sul 3-0. Nel secondo tempo i locali entrano male in campo e vengono subito puniti dal Macomer per il 3-1. La rete ospite suona la sveglia ai ragazzi di mister Bavaro che alzano il ritmo e chiudono la pratica conquistando i 3 punti con le reti di Bourzaine, Ribas e Meloni nonostante una partita non molto brillante.

Ecco le parole di Meloni, pivot del Drillo’s autore di una doppietta: “Non è stata la nostra miglior partita a livello di concentrazione, ma era importante vincere per mantenere invariato il vantaggio sulle inseguitrici. E’ un campionato molto avvincente, ogni partita va giocata al 100%. Ora ci aspetta un trittico di partite molto difficili e dovremo dare il massimo, è un mese decisivo per noi. Personalmente sono contento per la doppietta, spero di continuare a dare il mio apporto alla squadra.”


STAR SPORT – MAROSO GONNOSNÒ : 5-5

3 Stelletti, Gusinu, Marongiu (S)

2 Cabras, 2 Picchedda, Demontis (M)

Sono i padroni di casa a partire forte e a mettere gli ospiti in difficoltà con le loro giocate. Dopo circa dieci minuti i gonnosnoesi sono già sotto di due goal, nonostante alcune buone occasioni con create da Demontis e Racis. Il vantaggio viene messo a segno Stelletti mentre il 2-0 porta la firma di Gusinu, in entrambi i goal la difesa della Maroso non è posizionata benissimo e lo Star Sport non perdona. I bianco blu però sono in partita e al 18′ accorciano le distanza con  Cabras che, dopo la traversa di Malloci, si fa trovare pronto all’appuntamento con il goal sulla linea di porta, passano pochi minuti e Pisu serve Picchedda con un lancio preciso, il bomber della Maroso non sbaglia superando con freddezza Flore, la prima frazione si chiude così sul 2-2. Nella ripresa parte meglio la Maroso, al 5′ Racis supera tre avversari e a tu per tu con Flore serve Demontis sul secondo palo che non sbaglia. La partita è equilibrata e dura, i portieri si dimostrano due dei migliori numeri uno del girone, entrambe le squadre arrivano al quinto fallo e la tensione si taglia a fette. I padroni di casa iniziano ad aumentare il ritmo e raggiungono il pareggio con  Marongiu, pochi minuti dopo su tiro libero, Stelletti riporta lo Star Sport in vantaggio sul 4-3. Gli ospiti però non demordono e Cabras servito da Racis pareggia dopo neanche un minuto, la Maroso sembra averne di più e si riporta in vantaggio con Picchedda servito nuovamente da Pisu. Ma nei minuti finali della gara Stelletti realizza un tiro libero, guadagnato da lui stesso, e regala il pareggio ai suoi compagni e la beffa per la Maroso.

Mauro Pianu, mister della Maroso, commenta cosi il match: “È stata un’ottima partita contro un ottimo avversario, siamo partiti male e ci siamo trovati sotto di due gol ma i miei sono stati bravissimi a tenere la calma e non concedersi all’avversario così da riuscire a chiudere in parità la prima frazione, per poi  ribaltare il risultato nella ripresa.  Rimane solo il rammarico di essere stati raggiunti all’ultimo secondo su tiro libero, ma questo è lo spirito giusto per continuare a risalire la classifica. Complimenti allo Star Sport, però i complimenti più grandi vanno alla società per il grande lavoro che sta facendo.”




GIRONE B


PARCO CROSS SERRENTI – SELEGAS : 6-4

4 Porcu, 2 Cappai (PCS)

2 Piras, Congiu A, Ledda (S)

Partita fondamentale in ottica play-out quella tra Parco Cross Serrenti ed il Selegas, con i padroni di casa che vincono in rimonta. Il match è inizialmente bloccato, le due squadre si equivalgono, ma è il Selegas a sbloccarla con un contropiede fulmineo concluso al meglio da Piras. Ospiti che vanno sullo 0-2 con un lancio lungo ancora di Piras sul pivot che però non tocca la palla ma spiazza col movimento Annis in porta e la palla finisce in rete. Sul finire del primo tempo il giovane Sanna si procura una punizione dal limite con un ottimo spunto personale e Cappai piazza la palla all’incrocio accorciando le distanze. Nel secondo tempo è ancora Cappai che va a rimorchio, scambia con Orrù e pareggia. Il Selegas si rifa sotto e trova il 3-2 con una ribattuta sul secondo palo di Alessio Congiu dopo che il primo tentativo era stato sventato. È Porcu a riportare la parità con tiro da fuori ma ancora il Selegas sfonda sulla sinistra e trova su una conclusione di Ledda una deviazione che spiazza Annis. Ancora Porcu però trova la rete del pareggio e galvanizzato trova anche la rete del 5-4, per chiudere definitivamente la partita sul 6-4, pressando altissimo il centrale del Selegas e calciando la palla in rete a 2 metri dalla porta avversaria. Tre punti importantissimi per il Parco Cross conto un Selegas mai domo e che, a detta dei padroni di casa, dimostra di essere molto più forte di quanto dice la classifica.


ELMAS – C’È CHI CIAK : 3-7

2 Manunza, Pintauro (E)

2 Simeoni, 2 Mascia, Nurchi, Vacca, Garau (CCC)

Il C’è Chi Ciak si aggiudica il big match di giornata superando 3-7 l’Elmas, riaprendo totalmente il campionato. Gialloneri che passano in vantaggio a metà frazione:  Manunza in contropiede supera Marongiu in uscita. Nella seconda parte di prima frazione succede però di tutto: Vacca pareggia su assist di Garau e Nurchi porta in vantaggio i suoi con un tiro che si infila sotto le gambe di Berli. Gli ospiti continuano ad insistere e dopo pochi minuti arriva il doppio vantaggio con Mascia che trafigge Berli sul primo palo dalla distanza. Lo stesso numero 1 locale tiene a galla i suoi mentre Manunza è sempre il più pericoloso dei masesi in contropiede. Meloni ha una ghiotta occasione di testa per accorciare le distanze ma il suo colpo di testa da pochi passi non centra lo specchio della porta. Il secondo gol giallonero arriva però poco dopo: su schema da fallo laterale, Pintauro da posizione centrale non perdona Marongiu con un rasoterra mancino. Prima del riposo però il CCC va a segno altre due volte con il suo bomber Simeoni: l’ex Delfino prima appoggia in rete un facile tap-in su assist di Garau, poi con una splendida girata porta i suoi al riposo sul 2-5. In avvio di ripresa gli ospiti allungano ancora grazie alla doppietta personale di Mascia, servito splendidamente da Garau dopo un’azione personale di quest’ultimo. Manunza prova a riaprire il match ma la parola fine viene messa dall’ennesima perla di giornata di Garau che con un pallonetto dalla distanza sorprende Berli, chiudendo il match sul definitivo 3-7.

Michele Scalas, mister del CCC, commenta cosi: “Per noi poteva essere la classica partita da”ultima spiaggia” perché perderla avrebbe significato andare a -7 da loro e questo avrebbe avuto un unico risultato: campionato finito; fortunatamente per noi la gara ha avuto esito differente ed ora possiamo continuare quella “remuntada” iniziata dopo la sconfitta contro l’Ussana (prossima avversaria). In settimana, dopo aver deciso, tutti insieme, la migliore strategia da utilizzare contro l’Elmas: ci siamo allenati di conseguenza con delle esercitazioni e delle partitelle mirate. I ragazzi, dopo cinque minuti di sbandamento iniziale nei quali abbiamo preso un gol e rischiato grosso in un’altra occasione, hanno iniziato a macinare metri su metri sollevando il ritmo con un giro palla veloce e intenso, loro sono andati in difficoltà e noi abbiamo approfittato di queste difficoltà. I ragazzi sono stati incredibili e fantastici a non abbassare un attimo la guardia ed a finalizzare, almeno in parte, le numerose occasioni che abbiamo creato. Questa vittoria è l’emblema della solidità, dell’unità di un gruppo che crede in quello che fa e soprattutto ci mette, oltre alle indubbie capacità tecniche, tanta testa, tanta caparbietà e tanto tanto cuore. Per noi non é cambiato ancora nulla, dobbiamo proseguire su questa strada abbiamo vinto un altra battaglia ma la strada per vincere la guerra é ancora lunghissima: ci attendono altre dieci finali da giocare tutte e sottolineo tutte, al massimo delle capacità, utilizzando testa, polmoni e cuore per poter arrivare all’obiettivo prefissato”

Queste invece le parole del DS Peppe Putzolu: “La partita di venerdì ha visto affrontarsi due squadre ben organizzate, nella quale a parer mio alla fine è prevalsa la forza tecnica del C’è Chi Ciak. In settimana il mister ha impostato gli allenamenti in modo mirato, con  unico scopo quello di andare a pressing in ogni parte del campo. Dopo un avvio di stagione stentato, stiamo raccogliendo i giusti frutti di un duro lavoro grazie alla voglia e la caparbietà di un gruppo forte e solido. Da adesso in poi ci aspettano solo finali per raggiungere il nostro obiettivo ovvero quello di vincere il campionato. Non sarà facile perché ci sono squadre ben strutturate e questo sarà un motivo in più per continuare a lavorare con impegno fino alla fine del campionato”.


CUS CAGLIARI – SERDIANA : 3-2

2 Santoni, Sparapani (C)

Soffre più del previsto il Cus Cagliari ma alla fine ha la meglio del Serdiana, portandosi a sole tre lunghezze dalla vetta. I cagliaritani che in vantaggio con Sparapani che salta il diretto avversario e calcia al secondo palo. I rossoblu continuano ad attaccare ma sprecano tanto ed alla prima vera occasione il Serdiana pareggia su calcio di punizione. Santoni riporta avanti i suoi concludendo in rete al termine di una bella azione personale ma all’ultimo secondo della prima frazione arriva il nuovo pareggio degli ospiti con un tiro dalla distanza. Secondo tempo che si sviluppa sulla falsariga della prima frazione con il Cus che attacca ma allo stesso tanto non riesce a superare la retroguardia avversaria; il gol vittoria arriva a metà frazione: a decidere il match è ancora una volta Santoni.

Questo il commento di Tonio Rocca, dirigente del Cus Cagliari: “Abbiamo sofferto una squadra che ha giocato la sua partita; siamo entrati in campo con poca concentrazione ma è naturale dato che i ragazzi stanno giocando da tante settimane consecutivamente. L’importante tuttavia oggi era portare a casa i tre punti, obiettivo raggiunto e dunque ora ricarichiamo le pile in vista dei prossimi match”.


VILLASPECIOSA – SAN SPERATE : 1-0

Marongiu (V)

Il Villaspeciosa vince di misura contro il San Sperate grazie alla rete dell’ex di turno Marongiu ed approfittando del turno di riposo del Carbonia si porta in quinta posizione in classifica; è la seconda volta in stagione che i ragazzi di mister Podda vincono col punteggio di 1-0, mentre quella di sabato è stata la settima sconfitta nelle ultime otto giornate per i ragazzi di mister Cocco, sempre più lontani dalla zona play-off; primo tempo molto tirato con pochissime vere palle gol, mentre nella seconda frazione il gol decisivo arriva grazie ad una punizione di Marongiu. Il San Sperate prova a pareggiarla senza però creare grandi occasioni nonostante il portiere di movimento.

Queste le parole di Michael Pilloni, pivot del Villaspeciosa: “Quello di sabato era un match fondamentale per la classifica di entrambe le squadre; da un punto di vista tecnico probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto ma noi siamo stati bravi e fortunati a trovare il vantaggio ed a tenere il risultato fino alla fine”


USSANA – DYM SPORT : 2-1

2 Piras (U)

Ruggiu (D)

Grande vittoria per l’Ussana che tra le mura amiche, trascinata dalla doppietta di Piras e dalle parate di Laconi, sconfigge per 2-1 dei mai domi Dym Sport Warriors. La partita è fin dalle prime battute molto equilibrata e vede le due squadre non risparmiarsi, con padroni di casa e settimesi capaci di creare occasioni da entrambe le parti ma allo stesso tempo con i due portieri fin da subito pronti a respingere i tentativi avversari. Passano in vantaggio i padroni di casa, con il goal di Piras che supera il portiere ospite; nonostante le tante occasioni da entrambe le parti il primo tempo si conclude sull’1-0. Anche nella seconda frazione entrambe le compagini creano tanto ma soltanto a metà del secondo tempo arriva il raddoppio di Piras che spiazza il portiere. I Warriors tuttavia non mollano, continuano ad attaccare ed accorciano allo scadere del tempo su schema dal calcio d’angolo con Ruggiu; il gol settimese arriva però troppo tardi con l’Ussana che può quindi festeggiare tre punti fondamentali in ottica playoff.

Alex Piras, match winner con una doppietta, commenta il match: “Per quanto riguarda la nostra squadra eravamo concentrati perche all’andata ci hanno battuto di misura; anche oggi non è stato facile, abbiamo dato il massimo e siamo riusciti a prenderci tre punti”.


GONNESA – FUTSAL ORONERO : 6-1 

2 Lindiri, Manca, Santus, Cuccu, Meloni (G)

Bachis (O)

Il Gonnesa vince tra le mura amiche contro il Futsal OroNero, rimane ad un punto di distacco dal Serrenti in decima posizione ma si stacca ulteriormente dal gruppetto delle ultime tre squadre in classifica, tra cui appunto l’OroNero, portandosi a +11 rispetto al Selegas. I neroverdi giocano un’ottima gara: concedono poche occasioni da gol agli avversari e trascinati dalla doppietta di Lindiri e dai gol di Manca, Santus, Cuccu e Meloni battono la squadra di Vallermosa.

You May Also Like

Commenta