I Play Out della SerieC2…in voci e commenti!

Sono il Selegas e la Maroso Gonnosnò a guadagnarsi la salvezza all’ultimo respiro mantenendo cosi la categoria. I seleghesi, trascinati dalle doppiette di Desogus e Piras hanno sconfitto il Serrenti, mentre la Maroso ha battuto il Villacidro tra le mura amiche.

PARCO CROSS SERRENTI – SELEGAS : 4-6

3 Porcu, Orrù (PCS)

2 Desogus, 2 Piras, Ledda, Congiu (S)

Impresa del Selegas in quel di Serrenti: i ragazzi del Trexenta con soli cinque uomini di movimento battono il Parco Cross con il punteggio di 4-6 al termine di una partita dai mille colpi di scena e si assicurano la permanenza in Serie C2. Avvio di forte marca locale: Porcu, dopo aver sfiorato il gol in varie occasioni, trova la prima marcatura dell’incontro al 10′ con una conclusione da fuori area leggermente deviata. I padroni di casa sfiorano il raddoppio, ma Felice Congiu salva i suoi ed il Selegas pareggia i conti con un tiro dalla distanza di Ledda. Prima del riposo gli ospiti sfruttano al meglio il momento positivo e si portano sull’1-2 grazie ad una deviazione al secondo palo di Congiu su un tiro di Stefano Piras. In avvio di ripresa i ragazzi di mister Alessandro Piras ribaltano però nuovamente il match: sono ancora due splendidi tiri da fuori area di Porcu a portare il punteggio sul 3-2. Annis si supera in due occasioni ma non può nulla su una conclusione da distanza ravvicinata di Piras che porta gli ospiti nuovamente in parità. Orrù con un tiro di prima intenzione sembra indirizzare nuovamente la salvezza verso Serrenti ma, nel momento clou del match, arriva l’incredibile e definitiva rimonta degli ospiti: Desogus al secondo palo sigla il 4-4 e poi nei minuti conclusivi del match un diagonale di Piras ed ancora la freddezza di Desogus, lasciato solo contro Annis, firmano il definitivo 4-6 ospite.

A fine match abbiamo sentito Mauro Desogus, autore della doppietta che ha prima pareggiato e poi chiuso definitivamente il match a favore degli ospiti: “Sono felicissimo e commento ancora a caldo; ci abbiamo creduto fino alla fine e per come è andato il girone di ritorno non meritavamo la retrocessione. L’adrenalina è prevalsa sulla stanchezza. Abbiamo dato l’anima, siamo rimasti con un solo cambio a causa di due infortuni ed abbiamo meritato la salvezza. Sono contento che sia arrivata pure la doppietta dato che alla mia età e con questi giovani non è facile”


MAROSO GONNOSNÒ – VILLACIDRO : 5-2

2 Mallocci E, Mallocci M, Melis M, Picchedda (M)

Colombo, Ortu (V)

La Maroso dopo un brutto avvio, ribalta il risultato e guadagna la salvezza condannando il Villacidro alla retrocessione in Serie D.

Nei primi minuti la Maroso ha subito l’opportunità di portarsi in vantaggio con Diego Racis ma il suo tiro termina sul palo, pochi minuti più tardi  i bianco blu sfiorano ancora la rete prima con Salis e poi con  Demontis ma in entrambi i casi il portiere ospite si fa trovare pronto.
A metà primo tempo i locali falliscono un’altra buona occasione con Marco Malocci, gli ospiti allora ci provano con qualche conclusione dalla distanza ma Pisu è sempre attento, però il Villacidro si fa più pericoloso e prende campo alla Maroso.
Pochi minuti dopo il 20′ arriva il goal del vantaggio ospite con Andrea Colombo, abile nel proteggere palla e battere Pisu con un bel diagonale. Il primo tempo si chiude dunque con i villacidresi in vantaggio.
Nella ripresa sono ancora gli ospiti ad andare a segno con Enrico Ortu su calcio di punizione, lo stesso Ortu sfiora anche il terzo goal ma Alessandro Malloci, entrato al posto di Pisu, risponde presente.
Dopo il raddoppio avversario la Maroso cerca la reazione sfruttando soprattutto gli uno contro uno di Emanuele Malloci e Diego Racis, proprio quest’ultimo si procura un calcio di rigore che Marco Melis trasforma in rete.
La rete dei padroni di casa ribalta la gara, il Villacidro accusa il colpo e cala alla distanza, pochi minuti e arriva il goal del pari con Emanuele Malloci. Lo stesso Malloci, dopo tre minuti ,si inventa il goal del 3 a 2 dopo una bellissima azione personale e i gonnosnoesi trovano anche il quarto goal con Marco Malloci, gli ospiti cercano la rimonta utilizzando il quinto uomo, scelta che però non porta i frutti sperati.
Sul finale della gara arriva prima l’espulsione del portiere ospite, per un fallo di mano fuori dall’area di rigore e poi il goal del 5-2 di Picchedda che mette la parola fine al match  decretando cosi la salvezza della Maroso e la retrocessione del Villacidro.

Diego Racis, giocatore della Maroso, commenta cosi la gara: “La partita è stata equilibrata sino a metà secondo tempo, nella ripresa abbiamo comunque  meritato la vittoria nonostante alcuni nostri errori in attacco. Ci tengo a fare comunque i complimenti ai nostri avversari che hanno provato a ribaltare il risultato dando il massimo sino alla fine. Forza Maroso!”

You May Also Like

Commenta