La 2ª giornata di Serie C Femminile… in voci e commenti!

Nel girone A secondo successo per la Mediterranea, l’Urzulei schianta l’Andreana, ancora una vittoria per l’Ussana, primi tre punti anche per il Perdasdefogu, pari e patta invece tra Leonardo e Sinnai. Nel girone B goleade per Alghero, Arzachena e Santu Predu, vincono anche il Puri & Forti e l’Osilo rispettivamente in casa contro l’Oristano e fuori casa contro il Tempio.

📌 Mush Mediterranea  – Ulassai: 3-0

⚽️ 3 Marongiu (M)

Seconda vittoria in altrettante gare per le rossoblu, che rimangono dunque a punteggio pieno. Stavolta a condurre le compagne alla vittoria è stata una tripletta di Marongiu. In tutte e tre le occasioni la bomber della Med è molto lesta a sfruttare le conclusioni sul secondo palo delle compagne; primi due gol arrivati nella seconda parte della prima frazione di gara, terzo gol invece nel secondo tempo.

Il commento dell’autrice della tripletta, Marongiu: “Abbiamo giocato da squadra, ognuna si è sacrificato per l’altra, abbiamo espresso un ottimo gioco e la gara si è basata principalmente sulla pressione nella loro metà campo che ci ha portato ad attaccare maggiormente rispetto a loro”.


📌 Urzulei – Andreana: 4-0

⚽️ 4 Mulas (U)

Dopo un avvio un po’ complicato le ragazze di mister Sotgia riescono a sbloccare la gara grazie al numero 9 Mulas, il capitano sblocca la gara con un destro da fuori area; avversari che tentano più volte di reagire, ma il bomber dell’Urzulei non ne vuole sapere e ne mette a segno altri 3 siglando il poker personale che chiude la gara sul 4-0 e regala 3 punti alle padroni di casa.


📌 Ichnusa Sinnai – Leonardo: 3-3

⚽️ 2 Guaime, Milia (S)

⚽️ Orrù, aut.Guaime (L)

Partita di cartello al Palagiotto. La Leonardo si presenta con gli innesti di Serena Olla e Roberta Garau, ex Jasnagora e due giocatrici esperte come Alessandra Orrù e Valentina Melis a rinforzare la compagine cagliaritana. Il Sinnai lamenta invece le defezioni di Debora Capra e Silvia Meloni, infortunate e Silvia Lai, impegnata con il lavoro. Le prime occasioni sono del Sinnai, ma come spesso accade è la Leonardo a passare al 7°minuto con Bronzi che dalla destra, con un abile tocco di esterno destro, manda il pallone ad insaccarsi sul palo lungo. Immediata reazione del Sinnai che all’8° minuto pareggia con un potente tiro dalla distanza di Milia che trafigge il portiere ospite. Passano ancora 9 minuti e al 17° rete di Guaime che con un potente tiro non lascia scampo al portiere Cocco. La ripresa riparte con entrambe le squadre che tentano di superarsi ma le difese fanno buona guardia. Al 16°, su azione di calcio d’angolo, Orrù insacca con un potente tiro il pallone del 2 a 2. Al 18° episodio contestato dal Sinnai, non viene concessa una rete di Calamida che ai più è sembrata regolare. Al 26° vanno in vantaggio le arancionere che sfruttano un calcio d’angolo battuto al centro dell’area ed una sfortunata deviazione di capitan Guaime. Rabbiosa reazione della squadra di casa che dopo un solo minuto, in classica azione di palla al secondo palo, sempre con Guaime riporta le sorti dell’incontro in parità.

Il commento per l’Ichnusa Sinnai di capitan Guaime, autrice di una doppietta: “In campo si entra e si deve dare tutto, non importano le assenze o se ci sono giocatrici non al meglio della condizione per infortuni. Questa volta lo abbiamo fatto e sono contenta ed orgogliosa della prestazione delle mie compagne. Ci toglieremo delle soddisfazioni nel corso della stagione”.


📌 Perdasdefogu – Monastir Kosmoto: 7-5

⚽️ 5 Incollu, 2 Gessa (P)

⚽️ 3 Vaquero, Argiolu, Mameli (MK)

Pubblico delle grandi occasioni per la prima in casa del Perdasdefogu, che grazie ad una prestazione superba supera il più quotato Monastir.  Partono subito forte le ragazze di Perdas, al primo affondo Gessa batte a rete con un bel diagonale, ed è 1 a 0, il Monastir reagisce e ribalta il risultato nel giro di 5 minuti, ma è ancora la 99 del Perdasdefogu a rimettere il risultato in parità con una bomba da metà  campo dove il portiere ospite non può far nulla ed è 2 a 2. Alla fine della prima frazione di gioco sale in cattedra il gioiello dei rossoblu la giovanissima sedicenne Incollu, il suo ingresso spacca la partita e da li in poi è un monologo tutto suo. Segna cinque reti tutte di pregevole fattura, ma si prende gli applausi a scena aperta quando realizza la quinta rete personale: riceve palla dal portiere, controlla al volo di sinistro, mette giù, si gira e punta l’avversaria con una serie di serpentine, si accentra ed esplode un destro terrificante che si infila sotto l’incrocio dei pali dell’incredula portiere ospite. Chapeau. Nel mezzo delle reti della Incollu, Monastir che trova il gol altre tre volte con Vaquero, Argiolu e Mameli. Al triplice fischio che sancisce l’importante vittoria per del Perdas, applausi per tutte e due le squadre che hanno dato un bel segnale di sportività.

Il commento di Piras:  “Sono molto contenta per la vittoria di questa nostra seconda partita di campionato. È stata una vittoria meritata anche se sofferta perché c’era molta tensione in campo. Ma soprattutto è stata una partita che mi fa capire che abbiamo alte potenzialità che dovremo cercare di sfruttare al meglio nelle prossime partite. Vincere porta sempre nuova energia, coraggio e più grinta per continuare a vincere. È solo l’inizio del campionato e abbiamo tante sfide da giocare senza perdere di vista l’obbiettivo primario dello sport ossia quello di divertirci insieme praticando lo sport che unisce la nostra passione comune!”


📌 San Pio X – Ussana: 2-5

⚽️ Piras, Puddu (SP)

⚽️ 2 Cappai, Orgiano, Boi, Simbula

In quel di Iglesias si affrontano per la loro primissima volta San Pio X e Ussana. Partita che inizia con una fase di studio, entrambe le squadre impostano le azioni di gioco con la difesa bassa. E’ la squadra ospite a passare in vantaggio con Bonzanini che si invola sulla fascia, nasconde la palla all’avversario e fa partire un diagonale che viene sfiorato da Cappai su cui invece non sbaglia Boi che festeggia così il suo esordio con la Futsal Ussana. Poco più tardi è ancora Cappai a far impazzire la difesa avversaria: atterramento in area rigore! Simbula dal dischetto è freddissima. Su azione ben impostata dalle avversarie nasce il gol del San Pio X; la numero dieci Piras si gira bene in area e insacca per il momentaneo 2-1. Immediata la reazione dell’Ussana: Cappai dalla fascia innesca Orgiano che sola non può che trovarsi faccia a faccia con il portiere e segnare il gol del 3 a 1. Il primo tempo si chiude con un altra rete di Cappai su assist di Cauli a fissare il risultato sul 4-1 per le ospiti. Nella ripresa gol della squadra di casa che si porta sul 2:4 con Puddu; ma ci pensa ancora Cappai che si invola da sola in porta: finta e controfinta, il portiere tocca ma non trattiene e ormai a terra rocambolescamente la butta dentro per il gol del definitivo 5 a 2

Qui il commento di Bonzanini, laterale dell’Ussana: “Partita difficile con un avversaria molto fisica. Abbiamo alternato sprazzi di bel gioco a momenti di sofferenza ma l’importante era portare a casa il risultato. La nostra forza sta nel gruppo e questo è dimostrato dalle diverse marcature in queste prime giornate. Ora testa alla prossima settimana che si preannuncia impegnativa con 2 partite in 3 giorni”




Girone 🅱️

📌 Puri & Forti – Atletico Oristano: 4-2

⚽️ 3 Massidda, Murgia (P&F)

Gara combattuta con diverse emozioni; nel Puri e Forti spicca notevolmente Massidda autrice di tre reti tutte ottenute con delle conclusioni dal limite dell’area. Il primo gol arriva su sviluppo di un calcio d’angolo con Murgia, seconda rete più o meno analoga con l’assist di Lunesu che vale la rete di Massidda. Terzo e ultimo gol che arrivano di nuovo con Massidda che sigla la sua tripletta grazie a un gol sotto porta e un’altra conclusione da fuori area.

Il commento di capitan Lunesu: “Sulla gara di ieri penso che siamo entrate un pochino sotto tono e non concentrate al massimo, forse perché era la prima gara e magari un po’ d’ansia ci stava giocando un brutto scherzo. Nel primo tempo abbiamo giocato sicuramente al di sotto delle nostre capacità e siamo passate in svantaggio con tutti i meriti per l’Oristano che ha giocato un ottimo primo tempo. Penso che tutte quante abbiano messo molto cuore, abbiamo ancora tanto da lavorare, crediamo nel lavoro del mister e forse dovremo iniziare a credere un po’ di più in noi stesse anche perché siamo un gruppo giovane che può migliorare tanto.”


📌 Neapolis – Santu Predu: 0-7

⚽️ 2 Murru, 2 Cossu, Gardu, Tuffu, autogol (SP)

Dominio totale per il Santu Predu in casa del Neapolis, da subito è partita a senso unico. È stata una match caratterizzato dalla capacità di far girare palla dalle ospiti e di attaccare sfruttando la profondità con i laterali. La prima rete è stata frutto di un’azione tra Gardu e Murru. Fraseggio tra le due e poi quest’ultima insacca; il 2-0 invece nasce su azione dove ancora una volta è partecipe Murru che serve un passaggio in profondità per Cossu che scavalca difensore e portiere e segna. Terzo gol che nasce su azione di calcio d’angolo. Cossu chiama uno schema ma poi vede l’inserimento di Gardu in area e la serve con furbizia, quest’ultima allunga le distanze con facilità. Arriva poi anche il quarto gol grazie ad uno sfortunato autogol delle padroni di casa. Nel secondo tempo l’inerzia della gara non cambia; assist in area di tacco di Deriu per Tuffu che mette dentro per il 5-0. Il sesto gol viene messo dentro da Murru ed il gol che chiude il risultato sul 7-0 è realizzato da Cossu che su ribattuta sfrutta l’imprecisione del portiere del Neapolis.


📌 Ssd Arcidano – Alghero: 0-7

⚽️ 2 Monti , 2 Soriga,  2 Brozzu, 1 Corongiu 

Gara senza storia quella tra Arcidano e Alghero dove gli ospiti si sono imposti col risultato di 0-7.  Il primo goal arriva su una palla recuperata da Brundu, che serve Brozzu che di prepotenza la mette dentro, seconda rete che arriva dopo un azione prolungata, scambio tra Brundu e Soriga che si gira sulla sinistra e calcia. Il terzo goal arriva quasi a fine primo tempo sempre da palla recuperata a centrocampo, arriva Monti appena entrata e di rapina fa goal. Secondo tempo che riparte con l’Alghero all’attacco, alla seconda azione Brozzu mette dentro. Il quinto goal arriva dopo un azione prolungata e rocambolesca, con rovesciata di Brozzu che prende in pieno la traversa e ribattuta da due passi sotto porta di Soriga. Sesto e settimo gol segnati rispettivamente da Monti e Corongiu. Partita dominata complessivamente dall’Alghero; l’Arcidano si è presentato davanti alla porta in cinque occasioni ma Masala si è fatta trovare pronta a neutralizzare le offensive avversarie.


📌 Tempio – Osilo: 4-5 

⚽️ 2 Fadda, 2 Piras, Capponi (O)


📌 Arzachena – Serrenti: 6-1 

⚽️ 3 Dalu, 2 Balestri, Vargiu (A)

⚽️ Masala (S)

La gara tra Arzachena e Serrenti parte a ritmi molto blandi con la squadra ospite che inizia difendendo nella propria metà campo tentando di offendere solo con conclusioni dalla lunga distanza. A passare in vantaggio sono i padroni di casa dell’Arzachena grazie a Dalu che sfrutta un indecisione del portiere avversario. Diverse le occasioni fallite successivamente dall’Arzachena che infatti viene poi punita dal pari serrentino con Masala, che realizza con freddezza il calcio di rigore causato da un intervento in ritardo di Balestri. Nella seconda frazione di gara risulta tutto in discesa per i padroni di casa che con uno/due fulmineo portano il risultato sul 3-1 grazie ai gol rispettivamente di Balestri (che si rifà così dopo aver causato il gol del pari) e da Vargiu. Su questo risultato gli ospiti spariscono dal gioco e il controllo del match è tutto per l’Arzachena che punisce un’altra volta con Balestri e altre due con Dalu, che segna la sua tripletta personale.

 

You May Also Like

Commenta