La 17a giornata di Serie C2…in voci e commenti!

Nel girone il CUS Cagliari è sempre più vicino alla promozione, complice anche la sconfitta dell’Ussana sul campo del Carbonia. In chiave play-off arrivano i tre punti per San Sperate e Warriors. Importanti vittorie anche per Selegas e Serrenti

Nel girone B la capolista Ales vince contro il Budoni, la Futsal Alghero approfitta del passo falso dell’Audax, sconfitta dal Porto Rotondo, e allunga in classifica battendo l’Uras. Torna alla vittoria la Maroso che supera il Futsal Sassari, l’Arzachena espugna Macomer e il San Gavino passa sul Sanluri.

📌 Selegas – CFC Quartu : 6-5
⚽ 3 Piras, 2 Melas, Ledda (S)
⚽ 2 Fadda, Lixi, Frau, Arrigo (Q)

Al termine di un match combattuto fino all’ultimo secondo, sono i padroni di casa del Selegas a conquistare l’intera posta in palio. Padroni di casa che passano in vantaggio ma che vengono subito ripresi dalla rete di Fadda. Nella fase centrale della prima frazione i padroni di casa piazzano un allungo portandosi fino al 4-1, prima della rete di Lixi che manda le squadre al riposo sul punteggio di 4-2. Nel secondo tempo sono ancora gli ospiti ad accorciare le distanze col gol di Frau ma i padroni di casa rispondono presenti siglando la rete che vale nuovamente il doppio vantaggio. La gara s’infiamma: Arrigo prima sigla il gol del 5-4, poi viene espulso per doppia ammonizione poco dopo. Nonostante l’inferiorità numerica però i ragazzi di mister Perra riescono a procurarsi un calcio di rigore con conseguente espulsione per proteste di un giocatore locale. Fadda realizza dal dischetto ma poco dopo il Selegas firma il nuovo vantaggio. All’ultimo giro di lancette Frau avrebbe l’occasione per pareggiare definitivamente la contesa ma spreca dal dischetto del tiro libero la chance del pari, col match che termina dunque sul punteggio di 6-5.

Questo il commento di Antonello Arrigo a fine match: “È stata una gara combattuta fino all’ultimo secondo. Segnalo sicuramente l’ottima prestazione del loro portiere (Congiu n.d.r) perché ha davvero salvato la sua squadra in varie situazioni del match. La bravura dei nostri avversari è stata quella di sfruttare alla perfezione le occasioni in ripartenza”.


📌 DYM Sport Warriors – Villaspeciosa : 6-2
⚽ Pilleri, Locci A, Mereu, Pannella, Mocci, Mallocci (W)
⚽ Basile, autogol (V)

I Warriors come sempre non sbagliano tra le mura amiche, sconfiggendo un Villaspeciosa sempre più in crisi di risultati. I ragazzi di mister Schirru potrebbero portarsi subito in vantaggio ma l’arbitro fischia un fallo precedente al gol e dunque il risultato rimane invariato. Passa un minuto e Pilleri in superiorità numerica supera un avversario e segna alla destra del portiere. Basile pareggia i conti con un tiro deviato ma Andrea Locci sfrutta un errore avversario e con un tiro da fuori segna il gol del nuovo vantaggio settimese. Padroni di casa che allungano: un tiro di Mocci viene deviato, la palla si impenna e Mereu al volo segna il gol che vale il doppio vantaggio. Sul finire della prima frazione Ledda riceve palla e la scarica di suola sulla sinistra per l’accorrente Pannella che di sinistro sigla il 4-1 con cui si va a riposo. In avvio di ripresa Pannella in transizione scarica palla a Mocci che a porta sguarnita sigla il 5-1. Il Villaspeciosa per tutta la seconda frazione prova ad accorciare le distanze utilizzando il portiere di movimento ma gli ospiti riescono ad andare a segno soltanto dopo una sfortunata deviazione di Montixi nella propria porta. I Warriors chiudono definitivamente il match con Mallocci che segna con un rasoterra in diagonale per il definitivo 6-3.


📌 Parco Cross Serrenti – Gonnesa : 5-2
⚽ 2 Pusceddu, Piscitelli, Murgia, Maddaloni (PCS)
⚽ Congiu, Santus (G)

Vittoria importante tra le mura amiche per il Parco Cross, in un match combattuto e sentito da entrambe le squadre. Prima frazione all’insegna dell’equilibrio con il Serrenti che trova il vantaggio iniziale con Pusceddu ma si fa rimontare e chiude la ripresa sotto nel punteggio a causa dei gol di Congiu e Santus. Dagli spogliatoi la squadra di mister Piras esce con una determinazione differente e trova prima il pareggio con Piscitelli e poi il nuovo vantaggio con Pusceddu. Sul 3-2 a favore dei locali viene però espulso il portiere Annis e dunque i padroni di casa sono costretti a schierare Maddaloni tra i pali. Nonostante l’estrema difficoltà il Serrenti resta compatto e riesce a trovare prima il 4-2 con Murgia e poi la rete del definitivo 5-2 proprio con Maddaloni che esce dalla sua porta e segna un gran gol che fa esplodere di gioia il pubblico locale.

Queste le parole di Aniello “Kevin” Piscitelli al termine del match: “Tre punti fondamentali per noi. Abbiamo dimostrato di essere una squadra capace di lottare ancor di più in un momento di estrema difficoltà; con questo spirito di squadra ci potremo togliere grandi soddisfazioni”.


📌 Carbonia – Ussana : 5-3
⚽ 3 Murgia, Porru, autogol (C)
⚽ Piras, Chiabrando, Farci (U)

Terza vittoria consecutiva per il Carbonia che sconfigge l’Ussana, sempre secondo ma ancora una volta sconfitto lontano dalle mura amiche. Nei primi minuti è subito il Carbonia a passare in vantaggio con una sfortunata deviazione di un giocatore della San Sebastiano nella propria porta. Porru al termine di una splendida azione raddoppia, ma il solito Piras davanti alla porta non sbaglia, portando il risultato sul 2-1. Prima del riposo però Murgia porta nuovamente i sulcitani sul doppio vantaggio, ma gli ospiti chiudono la prima frazione sul 3-3 grazie ad una bella conclusione di Chiabrando che si infila all’angolino basso e al gol di Farci. Nella ripresa Murgia sigla la sua doppietta personale, portando i suoi sul 4-3. Ci pensa ancora una volta Murgia a chiudere i conti, siglando a 10‘ dal termine la tripletta personale ed il gol del 5-3 finale.


📌 Lanusei – Virtus San Sperate: 3-4
⚽ 3 Cissè (L)
⚽ 2 Manunza, Valeri, Ambus (SS)

Partita ricca di emozioni e da i ritmi altissimi quella tra Lanusei e San Sperate, con gli ospiti che portano a casa l’intera posta in palio grazie ad una rete allo scadere di Manunza. Partono forte gli ospiti, portandosi in vantaggio grazie ad un’azione su schema da fallo laterale con Valeri. Passano cinque minuti e sempre su schema d’angolo Manunza raddoppia. Le squadre ribattono colpo su colpo con i padroni di casa che ad un minuto dal termine del primo tempo accorciano le distanze grazie alla punizione di Cissè. La ripresa si apre con il pareggio del Lanusei ad opera ancora di Cissè, con la conclusione del pivot arancionero che carambola sul corpo di Fois prima di terminare in rete. La Virtus risponde e dopo aver colpito due legni trova il nuovo vantaggio grazie ad un’azione personale di Massa. Gli ospiti continuano colpiscono altri due pali ma ad un minuto dal termine il Lanusei trova il pareggio ancora su una deviazione di Ambus su tiro di Cisse. La partita sembra dunque indirizzata sul pari ma nell’ultimo dei tre minuti di recupero concessi dall’arbitro, Manunza con un gran sinistro da fuori area, insacca a fil di palo, sancendo la vittoria del San Sperate per 3-4.


📌 CUS Cagliari – ASD SAN PIO X : 8-2
⚽ 2 Versace, Correnti, Sparapani, Sanna, Faa, Soru, Puddu (C)
⚽ Serreli, Spiga (SP)

Il CUS Cagliari batte agevolmente il San Pio e compie l’ennesimo piccolo passo verso la promozione diretta in Serie C1 con la quindicesima vittoria in sedici match disputati: sono ora 14 i punti di vantaggio sull’Ussana (sebbene ai cagliaritani manchino 8 partite, mentre i ragazzi di mister Laconi devono disputarne 9). Padroni di casa che passano in vantaggio di due reti nella prima frazione con Sparapani e raddoppiano con Correnti con un tiro dal limite dell’area. Ospiti che invece durante la prima frazione devono rinunciare al portiere De Santis, espulso per fallo di mano fuori area e sostituito dal rientrante Congiu. Ad inizio ripresa gli ospiti accorciano le distanze con Serreli al termine di un’azione confusa nell’area di rigore cussina. Versace ristabilisce subito le distanze con un gran gol, mentre Faa e la splendida azione personale di Sanna portano il punteggio sul 5-1. Il match viene definitivamente chiuso dalla doppietta personale di Versace e dai gol in rapida successione di Soru all’incrocio dei pali, di Puddu al secondo palo e dal gol di Spiga per l’8-2 finale.



GIRONE B


📌 Macomer – A.S.D Arzachena : 5-7
⚽ 3 Ortu, 2 Obinu (M)
⚽️ 3 Carboni, 2 Grieco, Bourzaine, Jamel (A)

In avvio sono i padroni di casa a sbloccare la gara per primi, infatti Ortu sfrutta un clamoroso regalo della difesa ospite e insacca a porta sguarnita. La reazione ospite non si fa attendere e arriva con Bourzaine che, grazie ad uno schema su calcio di punizione, ristabilisce la parità.
I padroni di casa accusano il colpo e capitolano nuovamente ad opera di Carboni. Nei minuti finali del primo tempo i padroni di casa riescono a pareggiare i conti.
Nella ripresa l’Arzachena rientra in campo più deciso, infatti i neroverdi trovano in rapida successione il 2-3 e il 2-4 grazie alle reti di Grieco e Carboni. La reazione del Macomer tarda ad arrivare e ne approfitta prima Carboni per il 2-5 e poco dopo ancora Grieco per il 2-6. L’Arzachena abbassa la guardia e il Macomer accorcia subito sino al 4-6, ma Jamel insacca la rete del 4-7 qualche minuto più tardi. Il Macomer nei minuti finali trova il gol del definitivo 5-7 con il quale si chiude la partita.

Questo il commento di Gabriele Longu “sono contento per la vittoria contro un Macomer che non ha mai mollato, dobbiamo crescere ancora per evitare i cali di tensione che purtroppo paghiamo cari. Adesso testa alla partita contro l’Audax.”


📌 Porto Rotondo – Audax Algherese : 4-3
⚽ 2 Deiana, Brondolone, Iocco (PR)  ⚽ Sanna, D’Antonio, Delrio (AA)

Nel primo tempo, dopo una breve fase di studio, sono i catalani a sbloccare la gara, sfruttando un errore difensivo locale. Il Porto Rotondo non si scompone e cerca subito il pari, trovandolo dopo qualche minuto con Deiana su punizione. L’Audax risponde subito con la rete del nuovo vantaggio, però poco dopo Iocco ristabilisce la parità con un diagonale che non lascia scampo al numero uno catalano.

Nella seconda frazione partono bene i catalani, infatti i ragazzi allenati da Antonio Baldino trovano le rete del momentaneo vantaggio. I padroni di casa non ci stanno e iniziano a creare diverse occasioni pericolose, ci pensano quindi Brondolone a pareggiare i conti e Deiana a beffare gli ospiti a 2′ dal termine, con il gol che regala i 3 punti al Porto Rotondo.

Ecco il commento di capitan Brondolone: “Partita difficile per noi per diversi fattori, venivamo da una settimana difficile dopo l’ultima sconfitta, abbiamo dovuto giocare praticamente fuori casa, causa indisponibilità del palazzetto e poi avevamo di fronte una delle squadre più forti del campionato, quindi questa vittoria ci dà tanto morale e anche in termini di classifica. Ovviamente non deve essere un punto di arrivo, ma un punto di partenza perché la strada per la salvezza è ancora lunga”.

Questo invece il commento di Antonio Baldino: “Purtroppo è un periodo un po’ così che riusciremo a sconfiggere stando uniti e continuando a lavorare sodo, non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi adesso.”


📌 Futsal Alghero – Uras : 8-6
⚽ 4 Trentadue, 2 Sarritzu, Becca, Cano (FA)
⚽ 4 Cancedda, Littera, Serra (U)

“Dopo un primo tempo opaco, nella ripresa la squadra è entrata in campo in modo diverso. Facciamo comunque i complimenti all’Uras, che ci ha dato parecchio filo da torcere. Siamo riusciti a consolidare il secondo posto ma la strada è ancora lunga. L’Ales ormai pare irraggiungibile quindi ora il nostro obiettivo dovrà essere quello di raggiungere la migliore posizione possibile per i play-off” questo il commento di Daniele Bonomo, dirigente della Futsal Alghero.

La Futsal Alghero consolida il secondo posto battendo 8-6 tra le mura amiche l’ Uras.
La partita si apre con gli ospiti sugli scudi, abili a sbloccare la gara nei primi minuti. Dopo lo 0-1 la risposta catalana tarda ad arrivare e gli uresi allungano rapidamente sino allo 0-3. La terza rete sprona i giallorossi che iniziano a macinare gioco e accorciano sul 2-3 grazie alla doppietta di Trentadue, prima dell’intervallo.
Nel secondo tempo partono meglio i locali che pareggiano quasi subito ancora con Trentadue e allungano poi grazie a Sarritzu. Proprio Sarritzu, qualche minuto dopo, trova anche la rete del 5-3. L’Uras non riesce a reagire e soccombe sotto i colpi di Becca, Trentadue e Cano. Nei minuti finali la rete di Serra rende solo meno amaro il passivo.


📌 Ales – Budoni : 6-3
⚽ 2 Cascinu, 2 Picchedda, Deidda D, Cocco (A)
⚽ 2 Cau, Morlè (B)

Nel match di Ales sono proprio i padroni di casa a partire meglio, infatti nei primi minuti i biancorossi colpiscono due legni e trovano in rapida successione l’1-0 il 2-0 ad opera di Cascinu e del solito Picchedda. I galluresi non ci stanno e rispondono portandosi più volte in avanti, senza però centrare il bersaglio. L’Ales si chiude bene e resiste sino al gol del 2-1 che arriva con un tiro da posizione defilata prima dell’intervallo.
Nel secondo tempo entrambe le formazioni scendono in campo determinante, l’Ales alla ricerca della tranquillità e il Budoni pronto a ribaltare il risultato. Sono ancora i padroni di casa ad andare in gol che realizzano il terzo e il quarto gol nel giro di 5′. La reazione del Budoni arriva su calcio di rigore per il 4-2, i galluresi avrebbero la possibilità di accorciare le distanze con la superiorità numerica, vista l’espulsione del portiere locale, ma le conclusioni biancoblu non sono abbastanza precise. L’Ales risponde allungando sul 5-2. Nei minuti finali il Budoni trova il 5-3, ma la rete di Cocco mette la parola fine alla gara.

“Era una partita importante, contro un avversario di ottimo livello, e non potevamo assolutamente sbagliare. Abbiamo fatto una buona prestazione e siamo contenti per la vittoria. Ora dobbiamo continuare cosi sino alla fine” queste le parole di Mauro Turnu.


📌 Maroso Gonnosnò – Futsal Sassari : 3-2
⚽ Melis A, Malloci E, Tatti (MG)
⚽ Magnini, Gutierrez (FS)

In avvio partono meglio i sassaresi, arrivati a Gonnosnò alla ricerca di preziosi punti salvezza. Ci pensa Gutierrez a sbloccare la gara sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La Futsal Sassari sull’onda dell’entusiasmo trova anche il raddoppio con Magnini qualche minuto più tardi. I padroni di casa provano a rendersi pericolosi, ma Favini si supera in diverse occasioni. Prima dell’intervallo i padroni di casa accorciano per le distanze.
Nella ripresa sono ancora i sassaresi a gestire la gara, senza alzare troppo il ritmo. La Maroso si chiude e riparte, infatti i gonnosnoesi nel giro di 10′ trovano prima il pari e poi il sorpasso. Nei minuti finali la Futsal Sassari tenta l’assedio ma il portiere locale abbassa la saracinesca e regala i 3 punti ai padroni di casa.

Davide Magnini dice la sua sulla gara: “Sconfitta immeritata per il gioco proposto e per i numerosi tentativi alla ricerca della rete. Il portiere del Maroso è stato determinante, non abbiamo più scuse, da ora in avanti ogni partita per noi sarà fondamentale.
Stiamo aggiungendo qualcosa in più a livello di gioco ed equilibrio ma evidentemente non basta.
Fino all’ultima giornata daremo il massimo sapendo di potercela giocare con chiunque!”.


📌 San Gavino – Accademia Sanluri : 3-2
⚽ 2 Loddo, 1 Vaccargiu (SG)
⚽ Colombo, Muscas (AS)

Nel match valido per la lotta salvezza tra San Gavino e Accademia Sanluri, sono i padroni di casa a spuntarla, ottenendo cosi 3 punti preziosissimi. Per gli ospiti in rete Colombo e Muscas, mentre tra le fila locali decisiva la doppietta di Loddo e il gol di Vaccargiu.

You May Also Like

Commenta