La 19a Giornata di Serie A2 e Serie B…in voci e commenti

Il Sestu non sbaglia contro il Carrè Chiuppano. Debacle Leonardo contro il Villorba. L’Ossi abbandona la Serie A2 dopo la sconfitta col Mantova. FFC e Club San Paolo da applausi in Serie B


📌 Città di Sestu – Carrè Chiuppano: 7-3

⚽️ 2 Asquer, Dall’Onder, Rufine, Epp, Hozjan, Ruggiu (S)

⚽️ Halimi, Hernandez, Baron (CC)

Vittoria e terzo posto consolidato per il Città di Sestu. Ragazzi di mister Mura subito in vantaggio: azione travolgente di Hozjan, palla servita dallo sloveno all’accorrente Heder che dal centro dell’area di rigore non sbaglia: 1-0 Sestu. Nemmeno il tempo di esultare che però il Chiuppano trova il pari grazie alla caparbietà di Halimi, bravo a ribattere in porta una sua stessa conclusione inizialmente respinta da Etzi. Passano però nuovamente pochi istanti ed i padroni di casa si riportano in vantaggio: stavolta è Heder a confezionare un assist al bacio per Asquer, ben appostato al secondo palo. La gara è viva: Dall’Onder ci prova di tacco, mentre dall’altro lato del campo Hernandez è poco preciso in scivolata. Sono ancora i rossoblu ad andare a segno: su schema da calcio d’angolo Heder pesca Dall’Onder che di testa non sbaglia. Prima del riposo i sardi potrebbero allungare il divario ma Hozjan ed Asquer non trovano la porta difesa da Massafra. In avvio di ripresa l’estremo difensore ospite si deve superare su Hozjan ma sul successivo calcio d’angolo non può nulla su una conclusione di Asquer deviata da un suo difensore. Mister Ferraro schiera la carta del portiere di movimento: i suoi uomini prima accorciano con Hernandez ma poi subiscono i due colpi del ko con Epp ed Hozjan che trovano il gol dalla lunga distanza. Il Chiuppano va a segno per il 6-3 con Baron ma, dopo un’incredibile chance sprecata da Hernandez, ci pensa Ruggiu a chiudere definitivamente i conti con una bella conclusione al volo per il definitivo 7-3.

Gli highlights del match:


📌 Leonardo – Futsal Villorba : 1-11

⚽️ Etzi (L)

⚽️ 6 Del Gaudio, 2 Del Piero, 2 Hasaj, Kokorovic (V)

Sconfitta pesantissima per la Leonardo sia in termini di punteggio che di classifica. Veneti che partono bene, portandosi in vantaggio dopo poco di un minuto con una punizione di Kokorovic. Dopo pochi giri di lancette la rete di Del Gaudio dopo una bella azione corale e quella di Del Piero in ripartenza portano il parziale sullo 0-3. I veneti vanno ancora in gol sempre col capocannoniere del girone Del Gaudio, ma la Leo ha un sussulto di reazione e con Etzi, dopo una bella combinazione con Demurtas, trova la rete dell’1-4. Gli arancioneri vanno ancora vicini al gol ma nel miglior momento dei sardi Del Gaudio, grazie ad una conclusione in diagonale, ristabilisce le distanze sull’1-5 con cui si va a riposo. Avvio di ripresa estremamente negativo per i cagliaritani che, nel giro di pochi minuti, subiscono la doppietta di Hasaj ed un’altra marcatura ad opera di Del Gaudio. A questo punto mister Petruso decide di schierare Deivison come portiere di movimento ma sono ancora gli ospiti ad andare in gol in ripartenza con Del Gaudio. Nei minuti finali c’è spazio per la doppietta personale di Del Piero su schema da calcio di punizione e per il sesto gol personale di Del Gaudio in situazione di superiorità numerica a causa del cartellino rosso di Grandinetti.

Queste le parole di Marco Tidu, al rientro in campo nella seconda frazione dopo quasi due mesi di assenza: “Il punteggio parla da solo: i nostri avversari hanno meritato in tutto e per tutto la vittoria. È un momento veramente difficile, sappiamo benissimo che la situazione è complicata ma abbiamo altri tre match per onorare al meglio il campionato”.

Gli highlights del match: https://www.youtube.com/watch?v=Hegc7TClNdo


📌 Mantova – Futsal Ossi : 15-3

⚽️ 8 Manzali, 3 Ziberi, Rocha, Ortega, Lutta, Kytola (M)

⚽️ Fiori, Fozzi, Sechi (O)

Tutto facile per il Mantova contro un Ossi che a causa di questa sconfitta è matematicamente retrocesso in Serie B. Il match rimane in sostanziale equilibrio fino all’1-1 sardo con Sechi che risponde al vantaggio iniziale di Manzali, dopodiché i padroni di casa dilagano già nella prima frazione, chiudendo i primi venti minuti in vantaggio sull’8-3 (di Fozzi e Fiori le altre marcature gialloblù). Nella seconda frazione è Manzali a prendersi la scena: chiuderà infatti il match con 8 marcature personali, portandosi a quota 30 in campionato. L’Ossi, come precedentemente detto, abbandona ufficialmente la seconda serie ed è già al lavoro per programmare la prossima stagione nella serie cadetta.


📌 Foligno – FF Cagliari : 0-4

⚽️ 2 Piaz, Serginho, Serpa (FFC)

Missione compiuta per l’FFC, vittorioso in terra umbra contro il Foligno ed atteso nel prossimo match, il 6 aprile al PalaConi, allo scontro per la promozione diretta contro l’Italpol. Contro Offidani e compagni il match è stato sbloccato nella prima frazione dalla rete di Pippo Piaz, al rientro in campo dopo il derby saltato contro il Club San Paolo. Nella ripresa l’ex Cagliari e Leonardo firma la doppietta personale incanalando ulteriormente il match verso i ragazzi di mister Podda. Nei minuti finali arrivano le reti del definitivo 0-4 ad opera di capitan Serginho e Serpa, con i sardi che trovano così la decima vittoria consecutiva in campionato (l’ultimo pareggio risale infatti al match d’andata contro l’Italpol, 2-2 al PalaGems).

Mister Podda commenta così all’ufficio stampa dei rossoblu: “Siamo stati bravi a vincere una gara insidiosa; i nostri avversari hanno fatto una bella partita e sono stati bravi a restare in gara fino alla fine ma noi, nonostante non fossimo nella nostra miglior giornata, abbiamo saputo fare meglio avendo pazienza e cercando i momenti giusti per segnare. Siamo stati bravi anche a controllare il match restando ordinati e giocando senza la presunzione di dilagare perché, nonostante la differenza in classifica, anche Foligno doveva fare punti ed erano molto motivati. Alla fine abbiamo condotto bene il match, sempre avanti, e siamo anche riusciti a non prendere gol, chiudendo positivamente un piccolo ciclo. Non dimentichiamo da dove siamo partiti e dagli obiettivi iniziali siamo arrivati a questo punto della stagione meritandoci la chance, dopo tre quarti di stagione, di poterci giocare il campionato fino in fondo. Ora recuperiamo le forze e poi testa al prossimo obiettivo, quello di prepararci bene per essere pronti ad affrontare la capolista”.


📌 Club San Paolo – Sporting Juvenia: 5-4

⚽️ 2 Tatti, Aresu, Farris, Atzeni (SP)

Splendida vittoria in chiave salvezza per il Club San Paolo, adesso a +6 dalla zona play-out a tre giornate dal termine. I biancoverdi partono San Paolo parte subito forte andando vicini al vantaggio in due occasioni con Atzeni e Tatti. Proprio il numero 9 cagliaritano dopo nemmeno due minuti, dopo aver ricevuto palla da Aresu, piazza il pallone in porta portando in vantaggio in biancoverdi. Passano pochi minuti ed arriva il raddoppio con Aresu che, dopo una bella azione personale, calcia da fuori trovando il portiere della Juvenia impreparato per il 2-0 locale. Sulle ali dell’entusiasmo i ragazzi di mister Barbieri trovano altre due marcature: Tatti sigla la doppietta personale e poi Farris, al primo gol in Serie B, è svelto a ribadire in porta una respinta corta del portiere. Lo Sporting Juvenia prova a rientrare in partita accorciando il risultato sul 4-1 su schema da punizione. Prima del riposo i laziali hanno l’occasione di portarsi sul 4-2 ma sprecano l’occasione su tiro libero. Nella seconda frazione la San Paolo gestisce bene il triplo vantaggio ma a metà tempo Papapietro si becca il rosso diretto e dunque gli ospiti hanno una nuova occasione per accorciare le distanze. Un’ottima difesa dei biancoverdi però lascia ancora il risultato invariato ed anzi, grazie ad una conclusione di Atzeni dalla distanza, i sardi si portano sul 5-1. La disputa sembra chiusa ma a 5′ dal termine gli ospiti, in situazione di portiere di movimento, accorciano le distanze portandosi sul 5-2. Il muro biancoverde regge nei successivi minuti ma all’ultimo giro di lancette i laziali trovano due gol che fanno tremare nei secondi finali i giovani cagliaritani. Al fischio finale però può esplodere di gioia tutta la panchina dei padroni di casa per una vittoria che può valere tantissimo in ottica salvezza.

You May Also Like

Commenta