La 20a Giornata di Serie A2 e Serie B…in voci e commenti

Week-end nero per le squadre sarde: 5 sconfitte in altrettanti match. Sconfitta pesante per il Sestu: l’L84 vince 7-2 e si prende il terzo posto. La Leonardo va vicina all’impresa ma esce sconfitta dalla sfida contro l’Asti. Il Milano soffre per più di un tempo, poi supera l’Ossi. Super partita al PalaConi tra FF Cagliari ed Italpol, coi laziali che vincono sulla sirena e vedono l’A2. L’unica che può festeggiare è la San Paolo: nonostante il ko contro il Pomezia infatti i ragazzi di mister Barbieri sono salvi!


📌 L84 – Città di Sestu: 7-2

⚽️ 3 Murilo, 2 Turello, Dragone, El Adlani (L84)

⚽️ Dall’Onder, Fois (S)

Dura sconfitta per il Città di Sestu nello scontro play-off contro l’L84. Dall’Onder ci prova in avvio ma la sua conclusione di punta si spegne sul fondo alle spalle di Cafagna. Dall’altro lato del campo invece i padroni di casa sono cinici e trovano il vantaggio al 2’ con una conclusione dai dieci metri di Dragone. Ruggiu ci prova su calcio di punizione, ma sono ancora i piemontesi ad andare a segno grazie ad uno splendido colpo di tacco di Turello su assist di De Lima. Lo stesso numero 15 neroverde sfiora il terzo gol locale colpendo l’incrocio dei pali con una grande conclusione in diagonale. I rossoblu riescono a dimezzare lo svantaggio con Dall’Onder su assist di Heder direttamente da calcio d’angolo ma poco dopo Turello recupera un pallone ed in situazione di 1vs1 con Etzi lo supera in dribbling e deposita in rete il gol del 3-1. L84 che allunga con Murilo: l’ex Prato riceve palla in fascia e lascia partire una conclusione rasoterra che passa sotto le gambe di Ganzetti ed Etzi prima di spegnersi in rete, a metà partita il punteggio è di 4-1 a favore dei padroni di casa. Ad inizio ripresa il Sestu ha due importanti occasioni per rientrare nel match ma una chiusura difensiva di De Lima ed un palo colpito da Epp negano la gioia del gol ai rossoblu. Ancora una volta invece i piemontesi non sbagliano: El Adlani in girata fa 5-1 e Murilo in situazione di portiere di movimento sardo chiude i conti sul 6-1. Nei minuti finali c’è spazio per la tripletta personale di Murilo e per la seconda rete stagionale di Fois, con il match che si chiude sul definitivo 7-2.

Per gli utenti Facebook, gli highlights del match: https://www.facebook.com/SSDL84/videos/1156857217820094/


📌 Città di Asti – Leonardo : 3-2

⚽️ Mendes, Ongari, Fortino (A)

⚽️ Dos Santos, Podda (L)

La Leonardo sfiora l’impresa, ma all’ultimo giro di lancette Fortino decide il match lasciando i ragazzi di mister Petruso con un pugno di mosche in mano. Nei primi istanti di gara gli arancioneri partono contratti ed infatti dopo neanche un minuto i padroni di casa sono già in vantaggio con Mendes, bravo a raccogliere una respinta di Orani su una conclusione al volo di Corsini. Col passare dei minuti però sono i sardi ad avere le occasioni più ghiotte della prima frazione, soprattutto in transizione infatti gli arancioneri hanno diverse chances per il pari, le più ghiotte capitano sui piedi di Podda, Dos Santos e Demurtas ma la poca precisione sotto porta ed alcuni interventi di Tropiano salvano gli astigiani. Poco prima dell’intervallo però sono ancora i padroni di casa ad andare a segno con Ongari in ripartenza. Nonostante il doppio svantaggio la Leo rimane nel match: Dos Santos in scivolata colpisce subito il palo, mentre dall’altro lato del campo Corsini becca la traversa con un tiro-cross. L’Asti ci prova con Fiscante ma Orani è attento, mentre dall’altro lato del campo Tidu in scivolata sfiora la deviazione vincente su invito di Deivison. La Leo dimezza finalmente lo svantaggio: tiro di Deivison deviato con Dos Santos che sulla respinta calcia ad incrociare non lasciando scampo a Tropiano. I sardi prendono fiducia e mister Petruso decide di schierare il portiere di movimento: Perdighe va vicino al gol ma è poco fortunato sotto porta, poi però ci pensa Podda con una conclusione rasoterra a pareggiare i conti. Sulle ali dell’entusiasmo gli arancioneri vanno vicinissimi al colpo grosso: capitan Perdighe ha due occasioni per portare in vantaggio i suoi ma prima Tropiano gli nega la gioia del gol e poi un pallone calciato dal numero 17 arancionero nella porta sguarnita dei padroni di casa finisce a lato di poco. Come spesso accaduto in stagione però ancora una volta l’ultimo giro d‘orologio è fatale per la Leo: in situazione di portiere di movimento dei padroni di casa Lecca, subentrato ad Orani, devia la conclusione di Fiscante, la palla però si impenna, arrivando sulla testa di Fortino, il quale non deve far altro che appoggiarla in porta da pochi centimetri. La Leo ha addirittura l’occasione per trovare il pari sulla sirena ma il fallo laterale di Podda, deviato da un difensore astigiano, si infrange sul palo. 

Per gli utenti Facebook, gli highlights del match: https://www.facebook.com/cittadiasticalcioa5/videos/451466468727555/


📌 Futsal Ossi – Milano : 1-7

⚽️ Fiori (O)

⚽️ 3 Peverini M., 2 Lopez Escobar, Renoldi, Sardella (M)

L’Ossi regge un tempo ma alla lunga il Milano trova gli acuti vincenti che consentono ai ragazzi di mister Sau di portare a casa per la prima volta da inizio stagione i tre punti lontano dalle mura amiche. Prima frazione equilibrata con Argilli bravo a cancellare i tentativi dei lombardi in diverse circostanze; il numero 1 locale non può però nulla al 7’ di gioco quando Renoldi, al rientro da un infortunio, trova il pertugio vincente per lo 0-1 con il quale le due formazioni andranno a riposo. Al quinto minuto della ripresa però Marco Peverini sigla due reti in rapida successione che incanalano il match verso la sponda milanese. A metà ripresa arriva un’altra doppietta, quella dell’ex Sestu, Lopez Escobar, a portare il punteggio sullo 0-5. Nei minuti conclusivi c’è gloria anche per Sardella, per la tripletta di Peverini e per il gol locale di Fiori.


📌 FF Cagliari – Italpol : 2-3

⚽️ 2 Serpa (FFC)

⚽️ Ippoliti, Cintado, Paulinho (I)

Il big match del PalaConi viene deciso sulla sirena dal gol di Paulinho e dunque con ogni probabilità l’FF Cagliari dovrà affidare le proprie speranze di promozione ai play-off (sono infatti 5 i punti di distacco tra le due formazioni a due giornate dal termine). Partita fin dalle prime battute estremamente tattica, con Fred che fa tremare il pubblico di casa colpendo il palo al primo giro di lancette. I padroni di casa provano a rispondere ma Giannone è attento sui tentativi di Barbarossa e Serginho. Dall’altro lato del campo anche Setzu deve impegnarsi per respingere le iniziative di Paulinho e compagni. Il match si sblocca quattro minuti prima dell’intervallo: Serpa viene lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia laziale, con Serginho che trova l’assist vincente direttamente da calcio d’angolo e dunque 1-0 FFC con il quale si va a riposo. All’uscita dagli spogliatoi però i ragazzi di mister Podda subiscono subito il gol del pari con Ippoliti che su sponda di Fred conclude perfettamente in porta con la punta. L’Italpol col passare dei minuti prende fiducia: prima Paulinho colpisce il palo a metà frazione, poi a 5’ dal termine Cintado con un tiro al volo trova il gol che vale il primo vantaggio nel match per i ragazzi di mister Ranieri. Mister Podda opta subito per il portiere di movimento e viene ripagato dopo pochi secondi quando Serpa, con una bella girata dal centro dell’area di rigore pareggia i conti. Ultimi secondi del match non adatti ai deboli di cuore: Ippoliti fallisce il match point a 10 secondi dal termine, l’FFC ha un’ultima chance ma sull’ultimo pallone del match Serpa cade in area, nonostante le proteste locali l’arbitro lascia proseguire, la palla capita tra i piedi di Paulinho ed il laterale ex Rieti trova con un tocco di prima intenzione al suono della sirena la porta sguarnita facendo esplodere di gioia la panchina ospite e chiudendo probabilmente in maniera definitiva il sogno di promozione diretta per i rossoblu.

Queste le parole di mister Diego Podda a fine match all’ufficio stampa rossoblu: “È stata una bella gara, ben giocata da entrambe le squadre e poteva finire con qualsiasi risultato. Onore a chi ha vinto perché ha fatto una signora partita; siamo una società nuova e dobbiamo essere molto contenti di quello che abbiamo fatto oggi davanti a una splendida cornice di pubblico ed un palazzetto pieno, ma siamo anche orgogliosi per come abbiamo preparato e poi giocato questa partita. Abbiamo avuto le nostre possibilità giocandocele fino all’ultimo secondo e questo era il nostro obiettivo. Una vittoria avrebbe consentito di aprire scenari differenti per poter vincere direttamente il campionato ma ora dobbiamo finire le prossime due partite cercando di mantenere il secondo posto, credo che lo meritiamo, ma dobbiamo dimostrarlo già sabato prossimo contro l’Active Network in un’altra partita complicata”. 


📌 Fortitudo Pomezia – Club San Paolo: 5-2

⚽️ 3 Maina, Potrich, Zullo (FP)

⚽️ Pibiri, Trincas (SP)

Sconfitta indolore per il Club San Paolo sul campo del Pomezia: a causa della contemporanea sconfitta del Foligno infatti i biancoverdi possono festeggiare la matematica salvezza a due giornate dal termine. I padroni di casa partono col piede giusto, andando a segno dopo due minuti con una splendida conclusione al volo di Maina, il quale si rivelerà il migliore in campo al termine dei 40 minuti. Nonostante lo svantaggio però i ragazzi di mister Barbieri non mostrano timori riverenziali ed in transizione trovano il pari con Pibiri su assist di Atzeni. Laziali pericolosi con Paschoal e Zullo ma i legni negano la gioia del gol ai padroni di casa. Fortitudo che comunque trova il gol del 2-1 a 5’ dal termine della prima frazione: Dimenna prova l’uscita palla al piede ma si fa intercettare la sfera e Maina direttamente da centrocampo con un pregevole pallonetto sigla la rete del nuovo vantaggio rossoblu. La San Paolo parte alla carica nel secondo tempo: Ena colpisce il palo e Farris si fa murare da Favale. Ecco che però ancora una volta ci pensa Maina a ristabilire il doppio vantaggio dei suoi su schema da calcio d’angolo. I laziali chiudono i conti andando a segno con Potrich su assist di Maina e col tap-in di Zullo dopo una respinta di Dimenna su conclusione, nemmeno a dirlo, di Maina. Negli ultimi secondi il gol di Trincas serve a rendere meno amaro il parziale per i biancoverdi che comunque al triplice fischio possono festeggiare la meritata salvezza. 

Questo il commento di un raggiante Nicola Barbieri al termine del match: “Annata di Serie B bellissima per la crescita dei ragazzi; anche ieri contro il Pomezia ho potuto schierare 6 giocatori nati nel 1999/2000 e loro hanno risposto con una prestazione superba, dimostrando sul campo di essere pronti per un campionato nel quale nessuno crede nei giovani quanto noi. La nostra politica va avanti, capisco le ambizioni di altre società e rispetto chi investe sul nostro sport ma noi siamo una società con idee chiare ed i nostri giovani sono determinanti per il futuro di questa squadra. Pensiamo a lavorare senza proclami e solo con passione per il futsal. Adesso possiamo concentrarci sui playoff che ci vedranno impegnati in tutte le categorie giovanili”.

Gli highlights del match: https://www.youtube.com/watch?v=NFiPz4tym74

You May Also Like

Commenta