La 1a Giornata di Serie C1…in voci e commenti

Prove di forza per Mediterranea, C’è Chi Ciak e Drillo’s. Vincono anche Cagliari ed Ales. Unico pareggio di giornata nell’anticipo tra Ussana ed Athena.


San Sebastiano Ussana – Athena: 4-4

Piras, Pillai, O. Ledda, R. Ledda (SSU)

2 Dessì, Barresi, Fois (AO)

La prima giornata di C1 si apre nel nuovo Palazzetto dello Sport di Ussana. Partita che inizia nel migliore dei modi per i padroni di casa, che passano in vantaggio dopo appena 20 secondi grazie alla rete di Piras. Si affaccia più volte in attacco l’Athena, che però trova sulla propria strada un ottimo Arba, a dire di no a Crobu e compagni più volte. Arriva però prima del riposo il pareggio oristanese con Barresi. Il secondo tempo si apre con una rete degli oristanesi: è Dessì a siglarla grazie ad una punizione dal limite. Pareggia poco dopo Pillai grazie ad un tiro da fuori area che sorprende Mirai. Partita dai ritmi altissimi, senza un attimo di sosta ed a metà secondo tempo arriva il nuovo vantaggio oristanese con Fois, 3-2 il risultato. Reazione repentina della neopromossa formazione locale che prima trova il pareggio con O. Ledda su imbucata di Piras e poi trova addirittura il vantaggio con gol di R. Ledda, sempre su assist di Piras. Quando si pensava che la partita fosse finita, l’Athena ottiene un calcio di rigore allo scadere; dal dischetto si presenta Dessì, che spiazza l’estremo difensore locale e al triplice fischio dell’arbitro il tabellone segna 4-4.

Il commento di Alex Piras, autore di un’ottima partita: “Pensavamo di partire svantaggiati essendo una neopromossa in questo campionato, abbiamo cercato di tenere la difesa il più compatta possibile, in questo modo sono arrivati anche i gol. Sono contento della prestazione della squadra, ci teniamo questo punto stretto che vale tanto.”


Mediterranea – Cus Cagliari: 6-1

2 Curreli, 1 Tronci, 1 Serra, 1 Casu, 1 Versace (M)

Tola (C)

Partenza positiva per la Med che si impone in casa per 6-1 sulla neopromossa Cus Cagliari. E’ proprio la formazione di mister Serra ad aprire le marcature con Versace, abile a raccogliere al secondo palo un bella palla di Cadoni. Il vantaggio però non dura tanto; Tola, dopo una bella triangolazione in ripartenza, trova il gol del pareggio con un destro che si insacca alle spalle di un incolpevole Ferraro. Pochi minuti dopo si riaffaccia in attacco la Med: Curreli spedisce la palla sotto il sette dopo un’azione manovrata, riportando i suoi in vantaggio. Nel secondo tempo prova a rendersi pericolosa la formazione di mister Boi con alcune conclusioni in serie di Santoni, ma Ferraro si fa trovare pronto. Non tarda tuttavia la reazione della Med: Tronci, dopo una triangolazione con Versace, batte Sedda e porta il risultato sul 3-1. Dilaga sul finale la formazione di casa che trova il quarto gol ancora con Curreli dopo un fraseggio con un Versace in versione assist-man. La quinta rete la sigla Serra, deviando una conclusione sul secondo palo di Cadoni, sulla quale non può niente Sedda. Allo scadere la Med trova il sesto gol grazie ad un rigore procurato da Marrocu, che, dopo aver superato il portiere cussino, viene sgambettato dallo stesso e per l’arbitro è rosso diretto, tra le proteste della formazione di mister Boi; si presenta dal dischetto Casu, capitano per l’occasione, che trasforma e porta il risultato sul 6-1.

Il commento del mister G.M.Serra al termine della gara: “Sono soddisfatto perché abbiamo fatto una buona prestazione contro una squadra che, nonostante fosse una neopromossa, era comunque una formazione di livello, ed è una squadra che temevamo. Abbiamo impiegato al meglio tutti i giocatori che avevamo, alternando molte rotazioni, e penso che questo alla lunga ci abbia favorito. Siamo stati pazienti e anche quando il Cus ha pareggiato non ci siamo disuniti ma anzi, siamo andati subito sopra, e poi siamo riusciti a piazzare i vari gol che ci hanno permesso di creare un gap importante. È solo l’inizio però fa bene iniziare in questa maniera.”


Cagliari Futsal – Domus Chia: 4-3

Grandulli, Atzeni, Manunza, Contu (C)

Simone, Lecrerq, Melis (D)

Il match parte subito forte e, dopo appena 8 secondi di cronometro, il Cagliari sigla la prima rete con Atzeni che, dopo una bella azione corale, riceve da Grandulli e davanti al portiere non perdona. 1-0 per i giovani Cagliaritani di mister Gianni Melis. La gara mantiene un ritmo elevatissimo ma sono i padroni di casa a creare maggiori occasioni ed infatti al 12′ arriva il meritato raddoppio con una bella azione corale che porta Federico “Zeta” Manunza, all’esordio con i rossoblù, a tu per tu con il portiere che viene superato da un preciso tiro sul primo palo. Si affaccia poi davanti il Domus, aumentando la pressione e mettendo in seria difficoltà la difesa del Cagliari, ma un attento Ledda ed i pilastri difensivi Congiu e Rambaldi in più occasioni respingono le potenti conclusioni di Boi, Murgia e Leclerq. Allo scadere il Cagliari potrebbe allungare sugli ospiti ancora con Rambaldi ma che, dopo una bella triangolazione con Fratini, vede il suo tiro accarezzare il palo ed uscire a lato. Si va al riposo sul 2-0 per Il Cagliari. La ripresa vede un Domus decisamente più pimpante e determinato; i ragazzi di mister De Agostini infatti accorciano le distanze con Simone, abile a ribadire in rete dopo una respinta corta di Ledda. Il gol subito riesce a dare una sveglia alla formazione rossoblù che infatti ritrova il duplice vantaggio grazie ad un preciso destro a giro di Grandulli. Spinge ancora forte il Cagliari che riesce a trovare il 4-1 su palla recuperata di Pireddu che serve Contu e insacca con una potente conclusione all’incrocio dei pali, sul quale l’estremo difensore del Domus non può nulla. La grande determinazione della formazione ospite mantiene il risultato in bilico, impensierendo Ledda più volte; è proprio la formazione di mister De Agostini a trovare la doppia marcatura sul finale: prima Leclerq, complice una disattenzione difensiva, porta a due gol di distanza le formazioni, e infine Melis porta sul 4-3 il risultato. Festeggia il Cagliari Futsal ed esce a testa alta il Domus dopo una partita al cardiopalma.

Il commento di Manunza, autore della sua prima rete in rossoblù: “È stata un’ottima partita, affrontata nel migliore dei modi da parte di tutta la squadra. Per quanto mi riguarda sono molto entusiasta di far parte di questo gruppo di ragazzi e di giocare per questa importante società. Segnare all’esordio è stata una piccola soddisfazione personale ma spero e credo che insieme ai miei compagni ce ne toglieremo tante altre nel corso di questa stagione.”


Ales – Dym Sport: 6-3

2 Picchedda, 2 Serra, 2 Cascinu (A)

2 Mocci, Dessy (W)

Partita inizialmente bloccata, che vede una prima fase di studio da parte delle due squadre; qualche minuto dopo l’occasione più ghiotta capita alla Dym, la conclusione però si stampa sulla traversa. Nonostante il quinto fallo a neanche 10 minuti di gioco, che potrebbe compromettere le sorti della gara, l’Ales si rende pericolosa in diverse occasioni, senza però mai sbloccare il risultato. A metà primo tempo è la squadra in trasferta a trovare il vantaggio con Mocci dopo un’incomprensione difensiva dei ragazzi di mister Piras, è 0-1 il parziale. Prima del duplice fischio l’Ales riesce tuttavia a pareggiare il risultato grazie ad uno schema su calcio d’angolo con Serra. Nel secondo tempo il copione è lo stesso: passa nuovamente in vantaggio la Dym in ripartenza, insaccando  in rete l’1-2 grazie alla doppietta di Mocci. La formazione alarese è brava a non scomporsi ed un uno-due di Picchedda ribalta la situazione. Poi è il turno di capitan Cascinu, che sfrutta un errato disimpegno ospite ed insacca per il 4 a 2. Gara poi chiusa da un gran tiro di Serra e un tap in ancora di Cascinu. A una manciata di minuti dal triplice fischio la Dym fallisce un tiro libero con Atzori; Dessy rende meno amaro il parziale con una conclusione dalla distanza, per il definitivo 6-3.

Il commento di Mauro Turnu al termine del match: “Siamo molto felici per risultato e prestazione, anche se abbiamo ancora tanto da lavorare, siamo una squadra molto giovane, anche se si inizia a vedere già qualcosa di quello che il mister chiede ai ragazzi. Era troppo importante iniziare bene davanti ai nostri tifosi e in uno scontro diretto tra due neopromosse. Ora dobbiamo continuare a lavorare e migliorare.”


Futsal 4 Mori – C’è Chi Ciak: 6-14

3 Medas, Piano, Ferru, Pittiu (F4M)

5 Zucca, 2 Nurchi, 2 Marini, Abis, Garau, Mascia, Aquilina, Gai (CCC)

Gara ricca di gol a Settimo San Pietro tra il Futsal 4 Mori e la formazione di Serramanna del C’è Chi Ciak. Apre le marcature Nurchi, con un potente tiro dalla sinistra; in rapida successione poi 3 reti di Zucca, che portano il parziale sullo 0-4 a vantaggio della formazione di mister Meloni. Accorcia le distanze poi la formazione di casa con Medas. La gara prosegue equilibrata con gol da una parte e dall’altra: prima Abis riporta gli ospiti sul quadruplo vantaggio, ma poco dopo passa all’offensiva il 4 Mori prima con Ferru e poi ancora con Medas. Sale in cattedra la formazione di Serramanna che va a segno prima con Garau, e successivamente con Marini e Mascia, chiudendo il primo tempo con il risultato di 8-3 per Nurchi e compagni. Tuttavia è la formazione di casa ad entrare con il piglio migliore nella seconda parte di gara, mettendo a segno due reti in rapida successione, prima di nuovo con Piano e poi con Pittiu, riaprendo i giochi e portando il risultato sull’8-5. Non ci sta però il C’è chi  Ciak che passa al contrattacco e sigla altre 3 reti, prima con Marini e poi con altri 2 gol di Zucca, che porta a 5 il proprio bottino personale. Continua a spingere la formazione di Serramanna che segna altri 3 gol con Aquilina, Nurchi e Gai. Allo scadere arriva il sesto centro del Settimo, sempre con Medas che firma la sua tripletta e fissa il risultato sul 6-14 in favore dei ragazzi di mister Meloni.

Il commento di Putzolu: “Direi buona la prima, considerato che è appena un mese che abbiamo iniziato la stagione, con una squadra rinnovata e la condizione non è ancora al top. Era importante iniziare bene per continuare a lavorare con serenità”


Drillo’s Team – Futsal Alghero: 10-3

5 Ribas, 2 Maza, Contena, Tuffu, Bandinu (D)

2 Becca, Idili (FA)

Partenza subito forte di Ribas e compagni che si impongono sulla neopromossa formazione algherese per 10 reti a 3. Dopo 5 minuti è Tuffu a sbloccare il match, con i locali che replicano poi in rapida successione con Maza e Bandinu. Arriva poi il primo gol in C1 del Futsal Alghero, Becca riapre la gara e porta il risultato sul 3-1, complice una disattenzione difensiva della formazione di casa. Non tarda ad arrivare la risposta del Drillo’s che un minuto dopo ristabilisce il triplo vantaggio con Contena. Accorcia le distanze il Futsal Alghero ancora con Becca che sigla la propria doppietta personale. Sale in cattedra poi Tiago Ribas che con 2 gol porta il risultato sul 6-2 e manda le formazioni negli spogliatoi. Nella ripresa un’altra tripletta del brasiliano e il gol di Maza sanciscono la vittoria della formazione di casa, a nulla serve il gol di Idili per il Futsal Alghero, se non a rendere meno amaro il passivo.

Fabio Cossu, allenatore algherese, commenta: “Gli avversari erano sicuramente più forti ma abbiamo fatto ben poco per impensierirli. Ho visto qualcosa di positivo nei primi dieci minuti e nel secondo tempo quando però il risultato era già compromesso. Abbiamo mancato di lucidità, travolti probabilmente dall’emozione e dalla tensione, ma la squadra saprà rialzarsi e presto. C’è ancora da sistemare qualche situazione ma a breve vedremo un altro tipo di approccio”.

Questo invece il commento di Daniele Pica, dirigente giallorosso: “Sapevamo che sarebbe stato difficile calarci in questo campionato. C’è ancora tanto da imparare perché questa è una categoria importante e ogni dettaglio può essere determinante. Loro sono stati più esperti nella gestione della partita ma sicuramente noi potevamo fare e dobbiamo fare molto di più. Ora testa bassa con gli allenamenti per farci trovare pronti sabato davanti ai nostri tifosi”.

You May Also Like

Commenta