SERIE C2: LET’S GO!

Venerdì riparte la serie C2! Andiamo a scoprire le novità, gli acquisti, le cessioni, gli obiettivi e tanto altro delle 24 squadre che tenteranno il salto nel massimo campionato regionale!


GIRONE A

Partiamo dalla New Entry Alà Futsal vincitrice dell’ultima Serie D. Ai microfoni Francesco Pischedda: “È il primo anno in cui partecipiamo al campionato di C2. Non ci son stati movimenti di mercato. La nostra è una squadra formata interamente da giocatori di Alá proprio perchè uno degli obiettivi principali è quello di divertirsi con i giocatori che si hanno a disposizione nel paese. Ovviamente non potremo competere con squadre esperte e attrezzate che rappresentano città e centri più grandi e hanno quindi maggiori opportunità di avere  una rosa quantitativamente e qualitativamente più importante. Cercheremo comunque di lottare in ogni modo per provare a salvarci”.

Passiamo ora all’Atletico Olbia e alla presentazione di Massimo Bacciu: “Da 5 anni abbiamo il gruppo base formato da ragazzi cresciuti nell’Olbia Calcio, al quale nel tempo si sono aggiunti elementi provenienti da diverse realtà del Futsal non solo sardo. Siamo la squadra con l’età media più giovane del campionato e speriamo di recitare il ruolo di outsiders fino in fondo”.

La terza squadra che presenteremo è l’Audax Algherese. Parola ad Antonio Baldino, fondatore e responsabile dell’Audax Algherese C5. La nostra società nasce nel 1973, ad oggi ha tutte le categorie giovanili compresa la prima squadra militante in seconda categoria. Da 4 anni grazie alla collaborazione tra il presidente Gianluca Monaco e Antonio Baldino è stato aggiunto il ramo di futsal. Il campionato che inizia sabato 12 ottobre per noi sarà il 4° consecutivo in C2. La rosa è così composta dal responsabile e vice presidente Antonio Baldino, dall’allenatore D’Alessandro Ernesto, i dirigenti Senes, Ibba, il preparatore atletico Mirko Calisai, portieri Puledda Gianluca, Cotza Andrea e Dettori Matteo, centrali Sanna Gavino, Roma Emanuele, Balbina Giancarlo, Juan Giron Pons, Saiu Walter, universali D’Antonio Ciro, Salvatore Giovanni, Deruda Antonio, Meloni Attilio e Pintus Giovanni, pivot Oggianu Stefano, Sanna Andrea, Moro Andrea, Sechi Andrea, Bentivegna Emanuele e Toro Fabio.

È il momento dell’Arzachena e del fedelissimo Gabriele Longu, presidente e allenatore dei biancoverdi.                                                                                                                   “La rosa è la stessa dello scorso campionato, ampliata con degli acquisti mirati per reparto dove si sono riscontrate delle carenze a cui abbiamo cercato di porre rimedio per poter almeno eguagliare il risultato dello scorso anno. La rosa è composta da 17 elementi di cui tre portieri, lo staff tecnico è composto da me che sono il tecnico e presidente, da un vice ed un preparatore dei portieri.

Passiamo ora al Budoni. La stagione 2019/2020 sarà un anno di transizione resosi necessario dopo le ultime travagliate gestioni nelle quali la promozione è mancata per un soffio. Si parte con l’obiettivo di divertirsi e gettare le basi per il futuro integrando la rosa con giocatori alla prima esperienza nel calcio a 5. Si lotterà su ogni campo senza però avere “l’assillo” del risultato. Importantissimo l’arrivo di Mister Roberto Bavaro (ex Drillo’s Team) a cui spetta il compito di trovare il giusto compromesso tra il gruppo storico e i nuovi innesti. Confermata quasi al completo la base delle ultime stagioni. Tra le cessioni si segnala l’addio del bomber Federico Maccioni (ritorno al calcio a 11) e l’arrivo di Sergio Barone (ex Sporting Lanusei) e Antonello Piredda oltre al ritorno in campo di Giuseppe La Rosa.

È una delle società storiche dell’isola: retrocessa dalla Serie C1 vorrà sicuramente riconquistare il prima possibile la massima categoria regionale. Per l’Ichnos Sassari, parola a Matteo Depperu: “La nostra rosa è composta da sei giocatori che l’anno scorso hanno fatto l’Under 19 nazionale più 5 reduci dalla C1. A questi abbiamo aggiunto 3 giocatori che sono alla prima esperienza nel calcio a cinque. Obbiettivo della stagione è arrivare a ottenere il salto di categoria. Sappiamo inoltre di avere il peso dei favoriti del girone ma conosciamo bene la forza di altre compagini come Lanusei, ZB, Audax e Arzachena che come noi punteranno a vincere il campionato.

Concittadina dell’Ichnos ed alla seconda stagione in Serie C2 ecco il Futsal Sassari. Abbiamo sentito Francesco Favini: “I nostri obiettivi sono quelli di onorare il campionato nel migliore dei modi andando ad affrontare la seconda stagione in carriera. Siamo pronti a riscattare l’anno passato, puntando prima di tutto alla salvezza, per poi provare a pensare più in grande. La guida tecnica è affidata a mister Adamo, la rosa al 50% è quella dell’anno scorso, nuovi innesti sono arrivati dal mondo del calcio a 5 come Bianco e Sanna dall’Happy Fitness e Massimiliano Demontis dal Maroso; più alcuni giovani provenienti dal calcio a 11 che si sono voluti affacciare al mondo del calcio a 5. Altri nomi importanti per la nostra rosa sono Nicoló Altea e Roberto Sanna.

Novità in casa Happy Fitness, con l’obiettivo primario di rinnovare il gruppo, la scelta iniziale è ricaduta sul nuovo mister: Daniele Floris, alla sua prima esperienza da allenatore di una prima squadra di c5, con uno staff tutto nuovo. Secondo obiettivo è la valorizzazione dei giovani, con il tentativo di inserirli in un campionato regionale. A livello di classifica si punta come tutti gli anni ai Play-Off senza particolari sforzi. La rosa è composta da Fiori (portiere); Delogu, Cuccuru, Pistidda (ultimi); Manconi, Bruno, Farris P, Farris S, Muzzu, Soggia, Sanna (laterali); Scanu, Solinas e Corrias (pivot).

L’A.S.D. MC5 di Mogoro approda in serie C2 e comincia la nuova avventura con la conferma anche per questa stagione del Mister Matteo Madeddu, che con passione e determinazione guiderà una varia rosa di giocatori. Confermati Davide Sanna, Nicola Piras, Andrea Pianu e Giorgio Melis, che da soci fondatori portano il loro impegno sia fuori che dentro al campo, e Giuseppe Medda, deciso anche per questa stagione a confermare il legame che reciprocamente ha con la società portando esperienza e bravura indiscusse. Ci saranno anche i centrali Manuel Piras, 18enne, e Simone Ghiani, classe 1996, che giorno dopo giorno danno prova della loro crescita in campo. Conferme anche per i giovani Davide Congia e Nicola Mandis, entrambi classe 1998, e di Luca Soliani, classe 2000, avvicinatisi al futsal con l’MC5 ma che già hanno dimostrato determinazione e sicurezza in campo con ottimi risultati. Trasferitosi definitivamente dalla Maroso Gonnosnó, Massimo Pisu, classe 1999, ha deciso di riconfermare stavolta in via definitiva il legame che ha costruito con l’MC5 prestando ancora una volta alla società la sua abilità di primo livello. Tra i giovani ci sono anche due nuovi acquisti: Fabio Maccioni, classe 2001, alla sua prima esperienza con il futsal ma già una promessa e Federico Ghiani, classe 1998, diversi anni di futsal alle spalle con bravura, che hanno deciso con piacere della società di unirsi alla famiglia. Gianluca Ariu, classe 1993, è tra i nuovi acquisti, anni di esperienza nel calcio a 11 che porta al futsal per la gioia della società, e Giovanni Loi, classe 1986, che torna in famiglia riportando il suo buon gioco dopo lo stop per motivi di lavoro. Un altro acquisto è quello di Alessandro Atzeni, classe 1985, che porta al gruppo la sua esperienza e il suo buon gioco maturati all’ A.C. Ales e Giacomo Ardu, classe 1983, che dopo una lunga carriera nel calcio a 11 a suon di goal quest’anno ha deciso di cedere alla corte di mister Madeddu per cimentarsi nella sua prima esperienza con il futsal. 

È il turno del Lanusei. Parola alla bandiera arancionera, nonché portiere e capitano degli ogliastrini, Richard Marci: “La stagione scorsa siamo arrivati ad un punto dai playoff, quest’anno abbiamo provato ad inserire nuovi giocatori, alcuni provenienti dal calcio a 11 (Davide Pistis, Michele Deiana, Davide Loddo) e il ritorno di un nostro vecchio giocatore che dopo un paio d’anni ritorna a calpestare il tappeto del Palalixius (Giuseppe Fa). Poi ci sono i confermati (Giuseppe Pistis e Giuseppe Fanelli) dopo la loro prima esperienza nel futsal dello scorso anno dopo anni nel calcio a 11. Infine tutti i vecchi giocatori che militano nello Sporting da un sacco d’anni (Marci Richard, Deiana Mauro, Dore Roberto, Cannas Fabio, Vacca Vladimiro). Tra i pali a dividersi un posto da titolare ogni giornata di campionato sono in 3: il già citato Marci, seguito da Pilia Massimo e Deidda Filippo. Alla guida della squadra c’è il confermatissimo mister Mario Marongiu con il quale vuole questa società migliorare ciò che è stato fatto lo scorso anno, facendo crescere questa disciplina e invogliando i giovani di tutta l’Ogliastra ad avvicinarsi al futsal. 

Chiudiamo il cerchio delle interviste delle realtà del girone centro/nord con lo ZB Iron Bridge. Ce ne parla il capitano Gabriele Losengo: “La nostra squadra è nata come una squadra di amici di quartiere (ZB sta a significare Zona Bandinu,  famoso quartiere di Olbia) che nel giro di pochi anni è arrivata a disputare il massimo campionato regionale mantenendo sempre uno spirito amatoriale e senza spendere sui giocatori, andando in spese non banali essendo una delle poche squadre del nord del campionato. In seguito alla retrocessione dello scorso anno affrontiamo con lo stesso spirito ed umiltà il campionato di C2. Sempre rimarcando il fattore di “amatoriale” abbiamo deciso di unire le nostre forze con un’altra squadra di Olbia: i “Maddogs”, che lo scorso anno hanno ottenuto una salvezza in C2 (giocavano sotto denominazione PORTO ROTONDO ndr). La sinergia tra le due società è scattata facilmente e velocemente in quanto, oltre gli obiettivi in comune, l’idea di tutti è che l’unione fa la forza e fare una bella selezione di gente locale. Puntiamo per un campionato di alta classifica pur sapendo che sicuramente non sarà nè facile nè scontato. Il roster avendo unito le due squadre è molto ampio ma vede diverse new entries: Levrini, Stelletti, Petardi che hanno difeso la maglia del Drillo’s Team lo scorso anno (altra squadra di Olbia); e Meloni (difensore). Per Levrini è un graditissimo ritorno, fu capocannoniere in C2 l’anno delle promozione con una 50ina di reti e vicecapocannoniere l’anno successivo in C1 quando ci salvammo con circa 40 reti; rispettivamente 3 e 2 anni fa. Anche Stelletti e Petardi sono dei ritorni in quanto hanno giocato con i Maddogs per anni. Vanno menzionati anche Tellier e Datome che sono i due laterali di punta.” Il mister è Michele Cavallaro.

Parteciperà infine al Girone A di Serie C2 il Macomer.


GIRONE B

Riparte con un progetto tutto nuovo il Futsal Villasor, con tanti ragazzi di paese e voglia di stupire. La guida della squadra è affidata a Cristian Lombardi, già allenatore dell’under nelle ultime 3 stagioni, che ci da il suo commento sulla rosa: “Per noi quest’anno è una sorta di anno zero, stiamo ripartendo con un nuovo progetto che vede al centro tutti ragazzi giovani e di Villasor, sperando che possano pian piano crescere e portare la squadra a calcare palcoscenici più importanti. La retrocessione dello scorso anno ha fatto male, molto. Tanti senatori che sono stati con noi per anni ci hanno lasciato (Luca Serra, Antonio Grieco e Daniele Faletra a cui va un in bocca al lupo speciale). Oltre ai tanti giovani abbiamo aggiunto l’esperienza del presidente Andrea Pani, i gol di bomber Roberto Massa proveniente dal San Sperate e le parate di Simone Taris, arrivato dal Monastir. Il progetto è a lungo termine, ma i ragazzi sono determinati a fare una grande stagione. Ci sarà da divertirsi”

Nuovo progetto anche per il Gonnosnò che, dopo aver ceduto diversi giocatori, ha deciso di ripartire da Sandro Palla come allenatore, questo il suo commento: “Abbiamo fatto parecchie cessioni sia per motivi di lavoro sia per scelte personali e abbiamo perso l’ossatura della squadra, mentre per gli acquisti stiamo puntando su giovani con poca o nessuna esperienza. L’obiettivo non è stagionale ma si dovrà raggiungere nel tempo, con impegno e volontà da parte loro. Nel complesso sono soddisfatto della scelta presa e orgoglioso di poter lavorare con la rosa che mi ha messo a disposizione la società.”

Torna in C2 invece il Sibiola Serdiana, che si affida alla rosa che ha centrato i playoff nell’ultima stagione di Serie D, capitan Melis su tutti. Unica squadra del campionato a giocare all’aperto, la società ha deciso (oltre alla conferma della rosa) di inserire anche qualche giovane. Quest’anno ci sarà anche un cambiamento per quanto riguarda l’allenatore, al posto di Carta (che aveva guidato la squadra in Serie D), torna infatti Antonello Pintus, già allenatore della squadra nei precedenti anni di C2.

Il San Gavino si ritrova per la prima volta nel girone sud. In virtù di alcune cessioni causa motivi lavorativi la società ha deciso di muoversi sul mercato con diversi innesti, oltre ai ritorni di Pereira e Sedda, sono arrivati il giovane Usai dal Sestu, Muscas dal Sanluri, Setzu dal San Sperate e soprattutto Paolo Vaccargiu dal MonastirSquadra molto giovane, dopo la conferma di mister Palmas in panchina, l’obiettivo è quello di migliorarsi rispetto allo scorso anno e di far crescere i giovani.

Dopo l’ottimo campionato di Serie D della passata stagione il Calasetta Automek è pronto a dire la sua anche in C2. Oltre alla conferma di Valluzzi alla guida tecnica, la società ha confermato in blocco tutta la rosa, eccezion fatta per Desogus (problemi di lavoro) e Usai. In entrata sono arrivati 3 ragazzi dalla Msp di Calasetta, vale a dire Ariu, Vacca e Mercenaro, oltre a Sabiu dal Carbonia. Oltre ad aver aggiunto allo staff un nuovo preparatore dei portieri (Davide Sabiu), la società sta per chiudere anche per un altro portiere. L’obiettivo è quello di centrare una salvezza tranquilla.

Dopo la salvezza dello scorso anno, punta a migliorarsi il Gonnesa, che ha cambiato moltissimo rispetto alla scorsa stagione. Hanno infatti lasciato la squadra Baraglia, Eltrudis, Badalamenti e Compagnone. La panchina è stata affidata a Rino Congia. Per quanto riguarda il mercato in entrata sono arrivati dal Portoscuso Puddu, Esu, Piras e Marchitelli, Quartu dal Carbonia e il grande colpo Omar Fois dalla San Paolo.

Non ha cambiato quasi niente rispetto alla scorsa stagione invece il San Pio. Ecco le parole del portiere Davide Melis: “Abbiamo avuto 2 rinunce per problemi lavorativi ma 3-4 innesti, alcuni dei quali hanno iniziato dalle nostre giovanili. L’obiettivo è sempre far meglio rispetto all’anno prima. Ma quello principale sarà comunque una tranquilla salvezza.”

Prima esperienza in C2 per il Futsal Monastir, che dopo aver confermato gran parte della rosa della scorsa stagione ha deciso di affidare la guida tecnica a Marco Calabretta e al suo vice Gigi Pili. La società si è mossa molto bene sul mercato, portando a Monastir diversi giocatori esperti per la categoria, tra cui Andrea Versace dal Cus, Francesco Scano dalla Kosmoto Monastir, Davide Serra, Simone Mura e Mario PeddisL’obiettivo della società è quello di riuscire a ben figurare in questa stagione e di riuscire a creare un bel gruppo unico tra i giocatori appena arrivati e quelli invece confermati in rosa.

Ha cambiato molto invece il Villaspeciosa che punta ai playoff come obbiettivo minimo. In chiave mercato spiccano su tutti il ritorno del capitano storico Cara e di Suella dal VillasorOltre ai 2 già citati sono tornati alla base anche Moi, C.Podda e Loi, chiude il mercato l’arrivo di Mandas. Vengono ceduti invece Gai e Pittiu.

Punta a riconfermarsi dopo un campionato di vertice la Virtus San Sperate, il mister Luigi Cocco è chiaro riguardo alle ambizioni dei suoi: “Confermata la rosa della passata stagione all’80%, rimpiazzando le cessioni di Roberto Massa, Claudio Fois e Michele Setzu con gli arrivi di: Andrea Cara, Andrea Melis e Cristian Orrù. Dopo la buonissima stagione conclusa con la conquista dei playoff, le aspettative di quella che sta per cominciare sono di ripeterci e con molta umiltà provare a fare meglio sapendo che non sarà facile. Buon Campionato a tutti.”

Punta in alto anche il Futsal Villacidro, vista da molti come favorita per il campionato. Queste le parole dell’allenatore-giocatore Luca Pittau“Abbiamo riconfermato buona parte del gruppo che nella passata stagione ha vinto Coppa Italia e Campionato. Abbiamo avuto 5 perdite importanti, Pibiri (pivot di esperienza che ha appeso le scarpette al chiodo, adesso vice allenatore) poi Paolo Porta, Luca Antonio Pisano, Nicola Muscas e Davide CordaCi siamo rinforzati parecchio quest’anno, sono arrivati Michele Orrù, Lorenzo Ecca (ex FFC), Marco Tuveri, Andrea Colombo, Luca Marroccu, Andrea Elias, Ivan Zirano, Sergio Porcu (ex 4 Mori), Yari Pittau e Dario D’AngeloIl nostro obiettivo minimo stagionale è entrare nei play off”

Continua invece la politica giovani per il SWS Portoscuso, questo il commento del mister Tore Mereu: “La nostra è una squadra molto giovane,  metterò in campo tutta la mia esperienza per far crescere questo gruppo e raggiungere la C1 in futuro con i giocatori del posto quando saranno pronti per il salto di categoria. Punteremo ad un bel campionato e ad una salvezza tranquilla tutto quello che verrà il più sarà frutto della maturazione del gruppo.”

You May Also Like

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: