Betao-Casu: la strana coppia del gol

Il leggendario pivot brasiliano ed il giovane sardo hanno firmato le due reti che hanno consentito al Città di Sestu di pareggiare contro il Futsal Pistoia. Ma forse questi due gol valgono molto più di un semplice punto…


Precisiamo fin da subito: chi scrive questo piccolo articolo perderà probabilmente troppo presto la sua oggettività a causa dell’amicizia che lo lega ad uno dei due “protagonisti” di questa bella storia di futsal.

Il primo protagonista è Betao: non servono presentazioni. Leggenda indiscussa del futsal mondiale, arrivato in Sardegna con diverse cicatrici sul corpo ma ancora in grado, come ha dimostrato in questo week-end, di piazzare delle zampate da campione assoluto.

Il secondo, non me ne vorrà, è sicuramente meno conosciuto: un ragazzo come tanti, di 23 anni, con un’immensa passione per il nostro sport. Un ragazzo che fino a 10 anni fa non giocava nemmeno a futsal, ma che già ammirava in televisione Betao ed il suo Inter Movistar conquistare la vetta d’Europa. Dopo anni di gavetta Angelo, partendo dall’under 16 della Mediterranea e passando per la Serie C1, vuoi per meriti personali, vuoi per una situazione d’emergenza al Città di Sestu, riesce a ritagliarsi un buon minutaggio nelle ultime partite dei rossoblu.

Ed ecco che in un momento davvero complicato della stagione rossoblu le storie dei nostri protagonisti si intrecciano: due gol (per entrambi si tratta della prima marcatura stagionale), così tanto banali e così tanto significativi. Due storie, così diverse ma così incredibilmente simili. Ed un invito rivolto sia a chi si sta affacciando adesso al futsal, sia a chi lo frequenta da decenni: non smettete mai di inseguire i vostri sogni ed impegnatevi sempre al massimo per raggiungerli.

You May Also Like

Commenta