I risultati del week-end di Serie A2 e Serie B

Sconfitta a sorpresa che genera la rivoluzione in casa Città di Sestu. La Leonardo regge solo un tempo contro il Città di Massa. In Serie B vince solo il Monastir; Jasnagora, Futsal Ossi e San Paolo KO.


? CITTÀ DI SESTU – AOSTA : 3-4

⚽ Cau, Heder, Betao (S)

⚽ 2 Pettinari, Da Silva, Joao (A)

Pesante e inaspettata battuta d’arresto per il Sestu che cede in casa all’Aosta e rimane incollato alla zona play-out. Nonostante un Cau in ottima forma che aveva aperto la gara è stata la squadra valdostana a portare a casa i tre punti al termine dei quaranta di gioco. Il pareggio dell’Aosta è fortunoso: Joao batte una punizione che viene respinta e lo stesso numero 17 si tuffa sulla ribattuta riuscendo a battere Zanatta dalla distanza. Sull’1-1 si chiude il primo tempo. Nella ripresa Pettinari ben appostato al secondo palo completa la rimonta degli ospiti trovando l’1-2 prima che il solito ed immancabile capitan Heder risolva i problemi ai sestesi trovando il pareggio con un pregevole pallonetto. È ancora Pettinari però, con un gol fotocopia del precedente, a riportare in vantaggio gli ospiti. Il Sestu allora si butta in avanti ma non riesce a riequilibrare la contesa, Rino Monti schiera il portiere di movimento ma l’Aosta difende bene e, come già fatto con la Leonardo, Da Silva punisce gli avversari con la porta sguarnita. Chiude la gara l’inutile gol di Betao a due secondi dal termine che non toglie l’amarezza della sconfitta ai locali. A fine gara, dopo la pesante sconfitta, parte la rivoluzione in casa Città di Sestu: Giulio Mura annuncia il suo addio e viene esonerato dopo sole quattro giornate il mister Rino Monti, al suo posto ritorna Enrico Cocco.


? CITTÀ DI MASSA – LEONARDO : 6-3

⚽ 3 Ribeiro, 2 Garrote, Lari (M)

⚽ 2 Deivison, Dos Santos (L)

Una buona Leonardo dura solo un tempo contro il Città di Massa. Segnali di risveglio, dopo le ultime brutte prestazioni, per la squadra di mister Petruso che però dopo i primi 20’ deve cedere il passo ad una squadra superiore e al completo. I padroni di casa fanno la partita e assediano la porta difesa da Erbi ma i sardi si difendono bene in ripartenza centrano il bersaglio grosso: prima Panucci sbaglia per due volte salvando i locali ma alla terza occasione Deivison non sbaglia, sfrutta l’assist di Billai e trova il vantaggio. Poco più tardi è Dos Santos a trovare la rete in ripartenza e portare sul doppio vantaggio gli arancioneri. Lari qualche minuto più tardi sfrutta un errore della difesa ospite e dimezza lo svantaggio, la Leo però non si disunisce e riesce a portare il vantaggio sino al termine della prima frazione. Nella seconda parte di gara partono ancora più forte i padroni di casa che in quest’occasione sono più determinati e cinici, pareggiano subito con Ribeiro, poi al 5’ del secondo tempo trovano anche il vantaggio con Garrote ben servito da Quintin in diagonale. Gli isolani non cambiano il loro atteggiamento e continuano a disputare una gara attenta e ordinata, senza rischi. La scelta paga e Deivison, ancora in ripartenza, punisce i padroni di casa ingolositi nel trovare un’altra rete: 3-3. Proprio quando l’inerzia della partita si era spostata a favore degli ospiti però una forzatura di Panucci permette al Massa di riportarsi in vantaggio con Ribeiro a pochi minuti dalla sirena. A quattro minuti dalla fine gli ospiti scelgono il portiere di movimento ma la lucidità gli gioca brutti scherzi e Dodaro e compagni ne approfittano per chiudere la gara: Ribeiro e Garrote vanno nuovamente a segno per i gol che valgono il 6-3, buona prestazione ma nessun punto raccolto per la Leonardo.


? KOSMOTO MONASTIR – FORTE COLLEFERRO : 3-1

⚽ Massa, Mattana, Wilson (KM)

Riprende subito la propria marcia il Monastir, unica sarda a vincere in questo weekend, portandosi a -3 dalla vetta con una partita in meno rispetto alla capolista. Primo tempo equilibratissimo che vede gli ospiti passare per primi in vantaggio e il Monastir non riuscire a concretizzare le occasioni, anche per merito del portiere avversario autore di una grande prestazione. Nella ripresa cambia la musica: Massa pareggia su calcio di rigore procurato da Demurtas, in seguito Wilson, da trascinatore qual è, firma il gol del sorpasso. Nei minuti seguenti la seconda frazione continua a essere a senso unico e i locali ne approfittano per chiudere la gara con Mattana. Il Colleferro esce col quinto uomo ma il possesso è sterile e i locali difendono attentamente senza però infierire nel punteggio: tre gol e tre punti per ritrovare il sorriso in casa Monastir.


? SPORTING JUVENIA – JASNAGORA : 5-1

⚽ 2 Saddemi, Di Rollo, Rocchi, Curró (SJ)

⚽ Contini (J)

In una partita praticamente identica a livello tattico e di andamento rispetto a quella tra Città di Massa e Leonardo, anche la Jasnagora, lacerata dalle assenze, dura solo un tempo contro lo Juvenia, ora in testa alla classifica nel Girone E. Difesa bassa e ripartenza, così l’impostazione della gara anche della squadra di mister Zedda che fa di necessità virtù e prova in questo modo a rendersi pericolosa, riuscendoci però nella prima parte di gara praticamente solo sull’occasione del gol di capitan Contini che a quaranta secondi dal duplice fischio su assist di Spanu pareggia il vantaggio iniziale dell’ex Atletico New Team Rocchi. Al rientro in campo la squadra sarda ha qualche occasione in più ma è sempre lo Juvenia a dominare e tra l’altro gli ospiti non riescono ad essere cinici come al primo tempo e si vedono respingere le conclusioni ancora di Contini e di Aretino. Nel mentre Saddemi prende per mano la squadra di casa e in pochi minuti firma il 2-1 ed il 3-1 che spianano la squadra ai romani. Nei minuti che portano al suono della sirena i padroni di casa sfruttano poi il portiere di movimento avversario per chiudere la contesa, ad andare a segno sono Di Rollo e Currò con la porta vuota.


? REAL TERRACINA – SAN PAOLO : 4-1

⚽ Pecchia, Di Biase, Machado, Del Duca (T)

⚽ Bigi (SP)

Passiamo dalla testa alla coda della graduatoria nel raccontare le gare di questo weekend delle squadre sarde e in questo caso è la San Paolo a chiudere, ancora dopo sette giornate, la classifica del girone E con zero punti, non riuscendo a raccogliere i frutti del lavoro svolto neanche in casa della neopromossa Terracina. Eppure, come già accaduto alla squadra di mister Barbieri, il vantaggio iniziale con Bigi aveva lasciato presagire qualcosa di diverso rispetto al solito che però gli ospiti non sono riusciti a concretizzare. L’1-0 ospite fa suonare il campanello d’allarme fra i padroni di casa che alzano i giri del motore e si buttano in avanti, riequilibrando l’incontro col gol di Pecchia su schema da fallo laterale. Anche nel secondo tempo partono meglio i sardi che però non riescono a rimettere la testa avanti con le occasioni di Bigi e Barbieri. I ragazzi di mister Olleia sfruttano allora gli errori degli ospiti e siglano il sorpasso con Di Biase. Subito lo svantaggio la San Paolo crolla e lascia spazio alle iniziative locali che ne approfittano e mettono in cassaforte i tre punti: prima Del Duca mette la sua firma per il 3-1 poi Machado chiude i conti regalando al pubblico del PalaCarucci l’ultima emozione del match.


? FUTSAL OSSI – DOMUS BRESSO : 2-5

⚽ 3 Previtera, Surace, Sasso (D)

Sabato da dimenticare per il Futsal Ossi che nella stessa giornata si è visto prima annullare l’unica vittoria in campionato ottenuta col Bergamo, che ha presentato ricorso, dal giudice sportivo per l’irregolare posizione del giocatore Victor Trevisan e poi si è visto sconfiggere nell’anticipo dell’ora di pranzo dal Domus Bresso, ora in vetta alla classifica del girone a pari punti con l’FFC, riposante in questo turno. È Previtera il man of the match ad Osilo portandosi a casa il pallone. Gara senza storia con l’Ossi che non va nemmeno vicino a sfiorare l’impresa, già nel primo tempo gli ospiti liquidano le pratiche portandosi avanti 0-3 senza neanche troppi sforzi e andando a riposo sull’1-3. Il gol prima della fine della prima frazione non ha portato ad una reazione d’orgoglio dei sassaresi che anche nel secondo tempo lasciano trascorrere i minuti e si vedono infilare altre due volte. Solo dopo i ripetuti assedi dei lombardi e solo quando gli ospiti calano d’intensità anche nel secondo tempo trovano il gol i locali che però non riescono ad andare oltre e vengono sconfitti per 2-5. Zero punti raccolti e (di nuovo) zero punti in classifica per la squadra di mister Puddu, ora fanalino di coda del girone A.

You May Also Like

Commenta