I risultati del week-end di Serie A2 e Serie B

Stessi risultati dello scorso weekend in Serie A2: la Leonardo pareggia e il Città di Sestu viene sconfitto. In Serie B settima vittoria per l’FF Cagliari e settima sconfitta (sul campo) per l’Ossi. Un punto a testa per Monastir e Jasnagora nel derby.


📌 CITTÀ DI ASTI – LEONARDO : 3-3

⚽️ Major, Peninha, autogol (A)

⚽️ 2 Panucci, Podda (L)

Pareggio incredibile per la Leonardo che fino a quaranta secondi dal termine era sotto per 3-1 nel punteggio. Gli arancioneri trovano il 3-3 a nove decimi di secondo dal suono della sirena con Podda dopo aver rischiato nell’azione precedente di subire il 4-2 locale. Il primo tempo è caratterizzato dal predominio territoriale dei locali che schiacciano e assediano la formazione sarda, andando a segno però con una bassa percentuale rispetto alle occasioni create. L’1-0 dei padroni di casa arriva verso metà del tempo grazie ad un autogol di Panucci che devia in porta una conclusione di Corsini, poi gli astigiani hanno diverse chanche per incrementare il divario ma riescono a concretizzare solo quella di Major che a cinque minuti dalla fine del primo tempo sfrutta una grande imbucata di Braga per raddoppiare. Nella seconda parte di gara la Leonardo schiera quasi subito il portiere di movimento e trova il 2-1 con Panucci che spinge in porta una ribattuta del portiere locale. Il quinto uomo permette alla Leo di stare in partita, nonostante il 3-1 di Peninha a porta sguarnita dopo un pallone recuperato, perché fa scorrere il tempo e tiene i ragazzi di mister Lotta lontani dalla porta difesa dagli ospiti. A quaranta secondi dalla fine la scelta si rivela corretta: quando ormai sembravano già scorrere i titoli di coda cambia tutto, gli arancioneri  prima trovano il 3-2 con Panucci su assist di Deivison, poi negli ultimi secondi di gara ripartono con Podda che supera un avversario e batte di punta il portiere di casa, trovando il definitivo 3-3 a tempo ormai scaduto.


📌 CITTÀ DI SESTU – SAINTS PAGNANO : 2-4

⚽️ Asquer, Nuninho (S)

⚽️ 3 Mejuto, Zaninetti (SP)

Crisi senza fine per il Città di Sestu che nonostante l’utilizzo in quest’ultimo turno del neoacquisto Nuninho non riesce a venire a capo da una brutta situazione. Sicuramente, in casa rossoblu, col mercato di dicembre si proverà a dare una svolta al campionato ma per il momento la classifica segna sei punti e penultimo posto della graduatoria. Avvio shock per i locali che dopo due minuti sono già sotto 2-0: Zaninetti recupera una brutta palla giocata da Heder e firma il vantaggio ospite dopo 26 secondi poi Mejuto novanta secondi più tardi in ripartenza batte Zanatta in uscita. Il Sestu reagisce, spinto dalla iniziative di Soro, tra i migliori dei suoi, e a metà primo tempo trova il pareggio proprio con Nuninho che bagna il suo esordio con un gol grazie all’assist di Papu. Neanche due minuti più tardi altra doccia fredda per i padroni di casa, Mejuto recupera un altro pallone e scavalca Zanatta con un ottimo tocco sotto, 1-3 alla fine dei primi 20’. Nella ripresa gli ospiti hanno più volte la possibilità di chiudere la gara ma non sono abbastanza lucidi sottoporta e rischiano di essere beffati nei minuti finali quando Asquer con un gran gol in girata rimette tutto in discussione. Nel momento più importante della gara però i Saints danno prova della loro maturità, difendono attentamente, rischiano poco e trovano anche la rete del definitivo 2-4 con Mejuto che si porta a casa il pallone.


📌 FF CAGLIARI – ORANGE FUTSAL : 4-3

⚽️ Alan, Saddi, Piaz, Serpa (FFC)

⚽️ Morrone, Rivella, Vitellaro (O)

L’FF Cagliari continua a far valere la legge del PalaConi, tra le mura amiche viene sconfitto anche l’Orange Asti. Seppur soffrendo l’FFC vince lo scontro diretto e allontana le inseguitrici. Lo fa dopo esser stata in svantaggio per tutto il primo tempo a causa del gol di Morrone su un pallone recuperato in fase di pressione. Al rientro sul rettangolo di gioco cambia la musica: la squadra di mister Podda sistema alcune cose e schiarisce le idee, ribaltando la gara fino al 3-1. Pareggia i conti Serpa mettendo la palla in porta di testa dopo una respinta della difesa, trova il gol del sorpasso Alan con una conclusione dalla distanza e amplia il divario Saddi che vince un contrasto in zona offensiva e batte sotto le gambe l’estremo difensore Zanchetta. L’Orange non smette di crederci e col mancino dell’azzurrino Rivella trova il 3-2, Piaz facilità però il compito ai padroni di casa trovando il 4-2 grazie ad un errore in fase di uscita degli ospiti astigiani. A 36 secondi dalla fine Vitellaro prova a riaccendere la fiammella della speranza per la squadra di Patané ma Serginho, migliore in campo dei suoi, e compagni gestiscono bene gli ultimi istanti di gara e portano a cada altri tre punti.


📌 REAL CORNAREDO – FUTSAL OSSI : 8-4

⚽️ 3 Rovati, 2 Bocelli, Scandaliato, Calabretta, Gramegna (C)

⚽️ Feliciano, Piras, Sanches, Trevisan (O)

Ancora niente da fare per il Futsal Ossi che perde la sua ottava partita in stagione (sette sul campo più la sconfitta assegnata dal Giudice Sportivo dopo la gara vinta contro il Bergamo) e rimane a zero punti in classifica, vedendo allontanarsi sempre di più le speranze di salvezza. Solitamente i sassaresi, viste le ridotte rotazioni, partono forte e crollano nella seconda frazione, non è il caso della gara di questo weekend in cui un avvio da dimenticare da parte della squadra di mister Puddu spiana la strada ai lombardi. Nel primo minuto i locali siglano due reti con Rovati e Scandaliato e metteno in discesa la loro gara. Feliciano cinque minuti più tardi dimezza lo svantaggio ma l’Ossi dimostra di non aver le forze per potersi giocare alla pari la gara e infatti prima del duplice fischio subisce il 3-1 di Calabretta e il 4-1 di Bocelli. Nell’intervallo gli ospiti recuperano le forze e provano a farsi di nuovo avanti, trovando il gol con Piras ma ancora una volta dopo il gol subito il Cornaredo fa la voce grossa e va di nuovo a segno per altre due volte con Gramegna e Rovati. Dopo il 6-2 alcuni minuti di stallo, seguiti da un periodo nel quale l’Ossi si ributta all’attacco, portandosi nuovamente sul -2 grazie alle reti di Sanches e Trevisan. Ci pensa però Bocelli con un gran gol a scacciare i fantasmi per i padroni di casa, prima che nell’ultimo minuto di gara il rigore di Rovati (capocannoniere del girone) chiuda il discorso e metta il punto esclamativo sulla vittoria dei locali, 8-4 il risultato finale.


📌 KOSMOTO MONASTIR – JASNAGORA : 3-3

⚽️ 2 Wilson, Lai (M)

⚽️ Ruggiu, Contini, Cogotti (J)

Monastir e Jasnagora non si fanno del male: un punto importante per parte alla fine del derby. Ad uscirne però maggiormente “malconcio” è il Monastir per via dell’assenza di Rocha, assente anche nel derby, per un infortunio che si protrarrà anche nella prossima gara e per la squalifica di Wilson a causa del quinto giallo in campionato, entrambi salteranno lo scontro diretto in casa dello Sporting Juvenia sabato prossimo. Nonostante l’assenza nel prossimo match Wilson aveva comunque provato a regalare ai suoi tre punti in questa gara, mandandoli avanti immediatamente nel punteggio e pareggiando poi il parziale prima dello scadere del primo tempo dopo che la Jasna aveva ribaltato il risultato col solito Ruggiu e poi con capitan Contini. Nella ripresa era stato Lai a prendersi la scena siglando il 3-2 per il Monastir su schema di calcio d’angolo ma a quattro minuti dal termine il pareggio di Cogotti ha messo tutti d’accordo regalando un buon punto ad entrambe le compagini.

You May Also Like

Commenta