I risultati dello scorso weekend di Serie A2 e Serie B!

Per le sarde impegnate nei campionati nazionale arrivano tre vittorie e tre sconfitte. Pesanti battute d’arresto per Leonardo, Jasnagora e San Paolo. Importantissime vittorie per Città di Sestu, FF Cagliari e Futsal Ossi.

Domani tutte di nuove in campo!


📌 CITTÀ DI SESTU – CITTÀ DI MASSA : 7-6

⚽️ 4 Nardacchione, Heder, Sampaio, Nuninho (S)

⚽️ 2 Garrote, 2 Perciavalle, Quintin, autogol (M)

Nardacchione show al PalaDante, l’argentino trascina il Sestu al successo contro la terza in classifica. Sestu che passa in svantaggio nella gara a causa del gol di Quintin, bravo a finalizzare uno schema su calcio di punizione. Nella seconda parte del prima frazione ci ha pensato però Nardacchione a sistemare la faccenda per i padroni di casa. In poco meno di due minuti il numero 10 ha prima siglato il pari su calcio di punizione dal limite dell’area e poi il 2-1 in ripartenza, piazzando in entrambi i casi la palla sotto l’incrocio dei pali. Coi sestesi avanti nel punteggio si va a riposo. Al rientro in campo sono ancora i locali ad andare a segno con capitan Heder. Poi Garrote, ex di turno, pareggia la contesa con due gol fotocopia: Quintin finta il tira su rimessa laterale e scarica sul numero 10 bianconero che batte Etzi al secondo palo, 3-2 e 3-3. A riportare avanti la squadra di mister Cocco è ancora Dario Sebastian Nardacchione che sfruttando la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Manfredi, per una manata proprio sul numero dieci locale, trova il 4-3 in seguito ad un duetto con Sampaio. Un’altra espulsione caratterizza poi la partita e il risultato, Pinto del Città di Sestu viene punito col secondo giallo per una presunta simulazione e il Massa ne approfitta per ristabilire l’equilibrio con Perciavalle. Niente e nessuno può però rovinare la giornata di Nardacchione che poco dopo il pari dei toscani si mette in proprio e permette ai suoi di rimettere la testa avanti. Il Massa schiera allora il portiere di movimento. Il quinto uomo non da però gli effetti sperati, Sampaio recupera palla e trova il suo primo gol al PalaDante: 6-4. Gli ospiti sono allora costretti a continuare con il power play che in quest’occasione da i suoi frutti e permette a Dodaro e compagni di trovare il 6-5 grazie al secondo gol di Perciavalle. A chiudere i giochi è il gol di Nuninho, su assist, manco a dirlo, di Nardacchione, che rende nullo l’autogol finale di Heder che aveva concesso un’ultima possibilità agli ospiti. 7-6 alla fine dei 40’ di gioco, quarta vittoria in cinque partite per il Sestu dopo la rivoluzione della rosa.


📌 IMOLESE – LEONARDO : 12-1

⚽️ 4 Foglia, 3 Butturini, 2 Baroni, Revert Cortes, Castagna, Paganini (I)

⚽️ Billai (L)

Poca, pochissima, Leonardo e troppa Imolese. Gli emiliani schiantano la squadra di mister Petruso trascinati da un Foglia apparso tutt’altro che a fine carriera. I sardi reggono botta solo i primi minuti, poi dopo aver subito le prime reti ad opera di Castagna, Foglia e Baroni, fanno da passerella per la sfilata dei padroni di casa che giocano sul velluto e chiudono la prima frazione già in vantaggio per 6-0, gli altri gol firmati Butturini, Revert Cortes e ancora Foglia. La ripresa si apre con un’altra magia del numero dieci brasiliano, il pallone d’oro batte di tacco Lecca in uscita non lasciandogli scampo. Dopo aver provato a diminuire il divario e aver subito il gol del 7-0, la Leonardo esce del tutto dalla gara e l’Imolese dilaga, vanno ancora in gol Foglia, Butturini e Baroni, seguiti dal primo centro nella gara di Paganini e tra i quali c’è spazio anche per il secondo gol in campionato di Billai, sicuramente inutile ai fini del risultato. Non il modo migliore per Perdighe e compagni per prepararsi a due scontri diretti nelle prossime due giornate contro Saints Pagnano e Fenice.


📌 FF CAGLIARI – DOMUS BRESSO : 6-0

⚽️ 2 Alan, Salomone, Hurtado, Serpa, Setzu (FFC)

Senza storia lo scontro diretto per il primato in Serie B. Troppo distacco tra il valore delle due rose con l’FFC che ha potuto anche fare a meno di Loch ma ha sfruttato nel migliore dei modi il fattore campo. Ha aperto le danze il primo gol in maglia rossoblu di Salomone, arrivato a dicembre, e ha proseguito Hurtado prima del 3-0 di Serpa che ha mandato le squadre negli spogliatoi al termine del primo tempo. Nella seconda metà di gara si prende la scena Alan, il numero 17 prima cala il poker locale su assist di Piaz e in seguito trova il 5-0 con la porta sguarnita dopo aver recuperato un pallone sul portiere di movimento avversario. Nel finale c’è gloria anche per l’estremo difensore Setzu che trova il suo primo gol in campionato, anche lui a porta vuota con un tiro dalla sua area. Tre punti fondamentali e +5 in classifica sul Domus per la squadra di mister Podda, sempre più vicina alla vittoria del campionato.


📌 LECCO C5 – FUTSAL OSSI : 1-5

⚽️ Scarpetta (L)

⚽️ 4 Wendel, Becca (O)

Vittoria di vitale importanza per l’Ossi che batte in trasferta una diretta concorrente per la salvezza. Wendel conduce i suoi alla vittoria e si rende protagonista già dall’1-0 per i sardi che porta la sua firma, il brasiliano salta tutta la difesa locale e mette la palla sotto la traversa. Anche lo 0-2 porta il suo sigillo. L’Ossi va a riposo sul doppio vantaggio e alla ripresa del gioco subisce l’1-2 di Scarpetta che riesce a superare Mengatto dopo alcuni suoi salvataggi miracolosi. Wendel però prosegue il suo momento di grazia e trova altre due reti (3-1 e 4-1), deliziando il pubblico con giocate di alta classe e provocando anche l’espulsione di un giocatore locale e un successivo tiro libero, messo a segno dal numero 8 Becca per l’1-5 finale. Tre punti importantissimi anche per l’Ossi dunque che inizia la sua scalata verso lidi più tranquilli della classifica.


📌 SAN PAOLO – CARBOGNANO : 4-7

⚽️ Tatti, Bigi, Cabitza, autogol (SP)

⚽️ 3 Carosi, 2 Bernal, 2 Nunzi (C)

Una San Paolo sfortunata viene sconfitta a domicilio dal Carbognano vedendo svanire la possibilità di conquistare qualche punto importante per la classifica. I ragazzi di mister Barbieri erano partiti bene ed erano passati avanti grazie al gol del solito Tatti. Poi sorpasso e controsorpasso: gli ospiti ribaltano la gara grazie ai centri di Nunzi e Carosi, in seguito un autogol e la testata vincente di Bigi, complice un’incertezza di Ciarrocchi riportano avanti i locali. Dopo il 3-2 vengono concessi due tiri liberi a favore dei laziali, il primo si infrange sul palo mentre il secondo vale il pari che manda le squadre negli spogliatoi. Al rientro in campo il Carbognano rimette la freccia e trova il 4-3 con Bernal. La San Paolo ancora una volta ribatte colpo su colpo e pareggia con Cabitza. Ci pensa allora ancora una volta Bernal a riportare in testa la squadra ospite grazie ad un’azione personale degna di nota. Nel finale i padroni di casa provano a ristabilire ancora una volta l’equilibrio ma il Carbognano alza un muro vicino alla sua porta e chiude i contri con la doppietta di Carosi.


📌 VELLETRI – JASNAGORA : 5-3

⚽️ 2 Kaci, 2 Acchioni, Proja (V)

⚽️ 2 Spanu, Ruggiu (J)

Brutta sconfitta in ottica salvezza per la Jasnagora, andata sotto nell’uncontro dopo sette effettivi a causa del gol di Proja. Il gol subito destabilizza i sardi che poco dopo subiscono anche la rete del 2-0 di Kaci. Nella seconda parte del primo tempo suona allora la sveglia fra gli ospiti e Spanu, il più in palla fra i suoi, dimezza lo svantaggio, mandando le squadre a riposo sul 2-1. Al rientro in campo lo scenario è lo stesso del primo tempo: primi minuti da dimenticare per la Jasna che subisce i gol del 3-1 e del 4-1 Messi a segno dal giovane Acchioni e ancora da bomber Kaci. Anche in quest’occasione, solo dopo aver accusato il colpo, suona l’allarme per Contini e compagni che accorciano con la doppietta di Spanu. La possibilità di poter riagguantare l’incontro si dimostra poi solo un’illusione perché il 5-2 del baby Acchioni chiude virtualmente la gara. Utile solo per il tabellino il 17esimo gol in campionato di Ruggiu che fissa il punteggio finale sul 5-3.

You May Also Like

Commenta