I risultati del weekend di Serie A2 e Serie B!

Una sconfitta e un pari in Serie A2: il Sestu perde contro il Chiuppano e la Leonardo impatta contro il Saints Pagnano. In Serie B la Jasnagora batte la San Paolo e l’Ossi vince a sorpresa il derby contro l’FF Cagliari. Il 2020 del Monastir inizia col piede giusto.


📌 CARRÈ CHIUPPANO – CITTÀ DI SESTU : 9-3

⚽️ 3 Epp, 2 Pedrinho, Quinellato, Senna, Baron, Masi (CC)

⚽️ Sampaio, Nardacchione, Asquer (S)

Prima sconfitta nel girone di ritorno per il Città di Sestu superato da un Chiuppano trascinato dall’ex rossoblu Epp. I locali fanno la voce grossa sin dai primi minuti e dopo soli quattro giri di lancette si portano avanti grazie al centro di Quinellato. Neanche due minuti più tardi poi il diciottesimo gol stagionale di Senna vale il raddoppio per i vicentini. Il Sestu accusa il colpo e non riesce a reagire, ad approfittarne è Pedrinho che prima del termine della primo tempo sigla il 3-0. Il secondo tempo si apre come si era chiuso il primo: dominio Carrè e gol di Pedrinho (4-0). Il Sestu prova comunque a farsi vivo e trova il 4-1 con Sampaio ma le risposte immediate di Baron e Masi rispediscono la testa dei sestesi dentro al sacco, chiudendo virtualmente la gara. Nei cinque minuti finali poi si prende la scena Epp che firma una tripletta e da il colpo di grazia ai suoi ex compagni. Tra i sigilli del brasiliano c’è spazio anche per il gol di Nardacchione, gol che però, come quello finale di Asquer, si rivela utile solo per la classifica marcatori. 9-3 il punteggio finale.


📌 LEONARDO – SAINTS PAGNANO : 2-2

⚽️ Jimenez, Podda (L)

⚽️ Marabotti, Mauri (SP)

Una Leonardo sprecona non va oltre il pari contro un Saints Pagnano poco cinico. Una gara ricca di emozioni quella andata in scena al PalaConi che ha visto le due squadre uscire dal campo con un punto a testa. Un match in cui è stata la Leonardo ad aver in mano maggiormente il pallino del gioco ma allo stesso tempo sono stati gli ospiti ad avere le possibilità più ghiotte per chiudere la gara. Ospiti che si erano portati avanti in ripartenza grazie alla rete di Marabotti alla prima vera e propria occasione da gol. I locali, come avevano già fatto dai primi minuti di gara, hanno allora attaccato con più convinzione e su una palla rubata hanno trovato il pari col primo gol in campionato dello spagnolo Jimenez, servito dal suo connazionale Panucci. Neanche un minuto più tardi, nell’ultimo minuto della prima frazione, il gol di capitan Mauri ha riportato avanti i lombardi in seguito ad un’azione rocambolesca. Al rientro in campo l’atteggiamento della squadra di casa non cambia e quasi tutta la seconda parte di gara si gioca nella metà campo del Pagnano. Pagnano che sfruttando alcune forzature dei locali avrebbe anche la possibilità di chiudere la partita ma viene bloccata dalla traversa beccata da Mejuto e dal salvataggio miracolo di capitan Perdighe sulla linea che nega la doppietta a Mauri e l’1-3 agli ospiti. Ad un minuto dal suono dalla sirena gli ospiti pagano a caro prezzo il poco cinismo perché Podda con un tiro di punta che si infila nell’angolo lontano trova il 2-2 finale. Negli ultimi secondi la squadra ospite rischia anche la beffa ma si salva sulla palla messa in mezzo da Panucci. Un buon punto per entrambe le squadre.


📌 JASNAGORA – SAN PAOLO : 6-2

⚽️ 4 Cogotti, Ruggiu, Arriaza (J)

⚽️ Bigi, Pillosu (SP)

La Jasnagora torna alla vittoria conquistando il derby con la San Paolo e bissando il successo ottenuto in casa dei biancoverdi nel girone d’andata. È la solita legge dell’ex: in questo caso è Cogotti a prendersi la scena del derby vinto dai sestesi, per lui mezza stagione nella scorsa annata nella squadra allenata da mister Barbieri. Lo stesso Cogotti ha anche aperto i giochi firmando il vantaggio dei locali. Il vantaggio però non è durato troppo perché è stato immediato il pareggio della San Paolo con Bigi, complice un errore in fase di uscita di Contini e compagni. Ancora Cogotti però aveva riportato avanti i locali concretizzando al meglio uno schema su calcio d’angolo prima che Ruggiu e il suo solito sinistro portassero sul 3-1 la squadra ospitante su calcio di punizione, palla sotto l’incrocio. Le squadre vanno all’intervallo sul 3-1, al rientro nel rettangolo di gioco la San Paolo riapre la partita con Pillosu ma ancora una volta Cogotti “tradisce” i suoi ex compagni, facendo in questo caso la fortuna dei suoi nuovi, trovando il 4-2. Gli ospiti hanno comunque la possibilità di rientrare ancora in partita ma Valdes ipnotizza Dana e para il suo calcio di rigore. La San Paolo perde fiducia mentre la Jasna trova le forze per chiudere del tutto la contesa, Cogotti cala il poker personale e il pokerissimo per i locali, poi Arriaza mette la sua firma per il definitivo 6-2. Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Mario Mura sulla panchina della Jasnagora.


📌 FUTSAL OSSI – FF CAGLIARI : 3-2

⚽️ 2 Marogna, Becca (O)

⚽️ Serpa, Serginho (FFC)

Clamoroso ad Osilo: nel derby quasi testa-coda tra Ossi ed FFC la squadra di casa sconfigge i rossoblu di mister Podda e rimette in discussione il campionato, concedendo al Domus Bresso di tornare a sole due lunghezze di distanza da Serginho e compagni primi in classifica. Una partita probabilmente sottovalutata dagli ospiti dopo il 9-1 dell’andata e ancora di più dopo la vittoria della scorsa settimana nello scontro diretto proprio contro il Domus Bresso che aveva permesso all’FF Cagliari di salire a +5 sui lombardi. Ci ha pensato l’Ossi a rovinare la festa ai cagliaritani, conquistando altri tre punti fondamentali in chiave salvezza. La prima frazione si conclude col parziale di 1-1: passano in vantaggio i locali alla metà del primo tempo con Marogna, poi Serpa trova il pari al 18’. La gara, anche nella seconda frazione, continua ad essere divertente, tanti capovolgimenti di fronte e tante occasioni per parte. Dopo cinque minuti della ripresa la doppietta di Marogna vale il nuovo vantaggio per i sassaresi. L’FFC accusa il colpo, la squadra di mister Puddu invece ne approfitta e trova il doppio vantaggio grazie alla rete di Becca. Cambia il volto della partita, gli ospiti hanno ansia di rimettere in piedi la gara e al 12’ schierano il portiere di movimento. L’Ossi però crede più che mai nella vittoria e concede pochissimo agli ospiti. Alla prima distrazione però Serginho punisce i locali trovando 3-2 che riapre i giochi. Quella del 3-2 sarà anche l’ultima distrazione dei padroni di casa che fanno muro per i restanti minuti di fronte alla porta di Mengatto e portano a casa una vittoria sorprendente quanto fondamentale.


📌 KOSMOTO MONASTIR – UNITED APRILIA : 3-2

⚽️ 2 Rocha, Massa (KM)

⚽️ Presta, Rulli (UA)

Riprende la sua marcia il Monastir che sconfigge nello scontro diretto lo United Aprilia e lo sorpassa in classifica salendo al terzo posto e portandosi a -4 dalla capolista con una partita in meno. Il match inizia subito a ritmi molto elevati con le due formazioni che cercano di prendere terreno e provare a mettere a segno la prima rete del match. Il Monastir è la prima squadra a rendersi pericolosa ed è anche la prima squadra ad andare in rete grazie al gol di Massa. Poco dopo però gli ospiti rispondono presenti e trovano l’1-1 con Mirco Presta, il suo gol manda le squadre a riposo sul segno X. Nella seconda frazione è sempre il Monastir a dimostrarsi più in palla ed è ancora la squadra di casa a mettere la testa avanti grazie al sigillo di Rocha, servito al secondo palo da Ugas dopo un pallone vagante recuperato. Passano pochi minuti ed è ancora il capitano biancoblu a trovare la via della rete regalando il 3-1 ai locali con una conclusione dalla distanza di punta. In seguito gli ospiti prima accorciano le distanze con Rulli, poi avrebbero la possibilità di pareggiare su tiro libero ma non sfruttano l’occasione. Nei minuti che portano al termine del match, schierano allora il portiere di movimento ma non riescono a trovare il pareggio e vedono sfuggire punti importanti, 3-2 al termine dei quaranta minuti.

You May Also Like

Commenta