La 16a Giornata di Serie C2…in voci e commenti

Le prime tre della classe continuano a macinare punti nel Girone A. In copertina l’Atletico Olbia, vittorioso sul Futsal Sassari. Colpo di scena nel Girone B: il Villacidro vince a tavolino il big-match con la Virtus. Futsal Monastir che sale così in seconda posizione


GIRONE A

Happy Fitness – A.S.D MC5 : 6-3

2 Sanna, 2 Arru, Delogu, Manconi (HF)

Melis, Sanna, Pianu (MC5)

Parte forte la Happy e al 2′ è già avanti con un gran tiro di Sanna replicato al 4′ da capitan Delogu che con un tocco di classe supera il portiere ospite. Primo tempo sotto totale controllo dei padroni di casa che trovano il terzo gol al 22′ con Manconi. Secondo tempo che inizia con lo stesso copione e Happy che allunga il divario grazie alla doppietta di Arru al 5′ e al 7′. Gli ospiti tentano di reagire e vengono premiati dal gol di Melis che all’8′ trova il varco sugli sviluppi di un calcio di punizione. Ma la Happy insiste e al 17′ si porta sul 6-1 con Sanna. Col risultato acquisito i locali sprecano diverse occasioni, tra cui un palo di Bruno, cercando spesso la giocata di effetto e l’MC5 approfitta di altre due situazioni a palla ferma per rendere meno pesante il passivo, con Pianu che al 23′ insacca su assist da calcio d’angolo e con Soliani al 26′ ancora sugli sviluppi di un calcio da fermo. Tre punti preziosi e prestazione confortante per la Happy mentre l’MC5 dovrà rimboccarsi le maniche e recuperare gli indisponibili per riprendere il cammino confortante del girone di andata.


Audax Algherese – Macomer : 5-4

2 Sanna A., Roma, Sechi, Sanna I. (AA)

Partita dai due volti quella diputatasi al PalaCorbia tra Audax e Macomer. Algheresi che partono subito forte nei primi 15 minuti andando in gol con Andrea Sanna ma non concretizzando a dovere le numerosissime palle gol. Ecco infatti il conseguente recupero avversario. L’Audax subisce il colpo ed in cinque minuti addirittura in si vede soccombere sul risultato di 1-4, punteggio che porta le due squadre al riposo. Stessa musica nel secondo tempo che vede l’Audax piú aggressiva e accorciare sul 2-4 con Sanna. Il Macomer non ci sta e si registrano vari capovolgimenti con le 2 squadre che colpiscono un palo ciascuna e l’Audax che porta a termine la rimonta negli ultimi cinque minuti con le reti di Sechi, Roma e nuovamente Sanna.

“Peccato per queste amnesie”, le parole di mister Baldino che continua “riuscissimo a coniugare i primi 15 minuti e il secondo tempo, assisteremo a partite di ottima qualità.


Altetico Olbia – Futsal Sassari: 4-3

Piccinnu, Sole, Sias (AO)

Mussolino, Pieroni, Ruiu (FS)

Partita importante per i padroni di casa, unica via percorribile la vittoria per i galluresi. Match impegnativo ed eccitante per gli spettatori che vedono una realizzazione dopo l’altra al PalaMarconi. L’incontro pirotecnico recita tutt’altro esito fino ad un minuto dal termine: i locali riescono a trovare il pareggio a praticamente un minuto dalla fine, e solo nei minuti di recupero arriva il gol vittoria con il ritrovato bomber Piccinnu.


Budoni – ZB Iron Bridge: 4-8

4 Cau (BU)

3 Datome, 2 Tellier, 2 Meloni, Levrini (ZB)

La ZB Iron Bridge trova tre punti nel campo del Budoni in una gara ricca di gol. Per i locali poker personale di Cau; negli ospiti tripletta per Datome, doppiette per Tellier e Meloni e rete per Levrini.


Alá – Sporting Lanusei: 2-4

Nieddu, Loi (ALÀ)

3 Deiana, Fa (SL)

Gara molto insidiosa per la capolista Sporting Lanusei che riesce a sbloccare il risultato solo a metà del primo tempo grazia alla rete di Deiana. La gioia dura un solo minuto perché Nieddu riporta il risultato in parità grazie ad una d’evasione vincente. Lo Sporting fa dunque prevalere il distacco in classifica riuscendo a riportarsi in vantaggio grazie alla rete di Fa che finalizza uno scambio Deiana. Non demorde comunque la compagine locale che si trova pericolosa colpendo due volte i legni e trovando poi il nuovo pari con la rete di Loi che piazza con precisione. Quasi allo scadere del primo tempo il Lanusei si porta nuovamente in vantaggio con la “puntata” da punizione di Deiana: sul 2-3 si va al riposo. Nel secondo tempo poche emozioni, con l’Alà molto determinato che sfiora diverse volte il pari. I vari tentativi vengono definitivamente azzerati nei minuti finali quando è ancora Deiana ad insaccare la sua tripletta personale e chiudere il risultato.


Arzachena – Ichnos Sassari: 4-5

Grieco, Vacca, Portas, Laconi (AR)

2 Sechi, Faedda, Casu, Fois (IS)

Partita iniziata subito con grande ritmo da entrambe le parti. A sbloccare il match è il gol di Faedda su uno schema da punizione, al minuto 14 su ripartenza locale arriva la palla a Grieco che stoppa e tira splendidamente e pareggia. Reagisce immediatamente l’Ichnos e dopo pochi minuti con una bella azione corale conclusa da Casu ripassa in vantaggio. Passano appena due minuti e Fois libera il suo sinistro dai 15 metri e trafigge il portiere. L’Arzachena però non demorde e Vacca accorcia al termine di un’azione disordinata ma determinata. Prima della chiusura della prima frazione c’è lo spazio per il gran gol di Sechi. Il secondo tempo riparte esattamente come era finito il primo, ovvero con i padroni di casa con tanto ardore ma poca lucidità e l’Ichnos che tenta di far girare la palla. Intorno al decimo del secondo tempo un’ ingenuità di Casu porta l’Arzachena al rigore che Laconi trasforma con freddezza, la gioia però dura poco perché pochi minuti dopo è ancora Antonio Sechi a trovare il gol sfruttando una deviazione. L’Arzachena non ci sta e si butta a capofitto in avanti e a sette minuti dalla fine Portas realizza un bellissimo gol. L’Arzachena a questo punto a riprende fiducia e cerca il pari ma Fois è di tutt’altra idea e abbassa la saracinesca parando anche due tiri liberi.

“Vince l’Ichnos forse grazie ad una squadra di tasso tecnico superiore ma complimenti all’Arzachena per aver giocato con grande cuore”, queste le parole del mister ospite Soriga.




GIRONE B

Sibiola Serdiana – South West Sport : 3-4

2 Pilia, Autogol (SER)

2 Farris, Piras, Mariani (SWS)

Terza vittoria consecutiva per il Portoscuso, che dopo aver recuperato alcuni infortunati in queste ultime settimane ha sicuramente cambiato marcia. Partita sotto controllo del South West per gran parte del primo tempo, con gli ospiti che vanno in vantaggio con Piras e colpiscono ben 3 pali. Nella ripresa però i ragazzi di Pintus partono meglio e in pochi minuti ribaltano completamente la partita con la doppietta di Luca Pilia. Successivamente Farris si procura una punizione che realizza e poco dopo su schema d’angolo è ancora Farris al volo di piatto a realizzare il momentaneo 2-3. Il Serdiana non molla e in ripartenza trova il 3-3 grazie a un autogol di Farris, che cercando di anticipare un avversario insacca nella sua porta. Nel finale succede di tutto, la partita si innervosisce e vengono espulsi prima Piras e poi Marchitelli, con i padroni di casa che non riescono però ad approfittarne. All’ultimo minuto ancora Farris recupera un pallone, salta l’uomo e mette una gran palla sul secondo palo dove capitan Mariani realizza il gol del 3-4 che regala la vittoria al South West Sport.


Virtus San Sperate – Villacidro Futsal : 0-6 a tavolino

Big match che sul campo si era chiuso in parità, ma come ieri comunicato nel nostro sito i villacidresi portano a casa l’intera posta in palio a causa del mancato tesseramento di un giovane della Virtus che ha preso parte alla sfida (per approfondire: http://www.quintouomo.it/2020/02/12/virtus-san-sperate-i-chiarimenti-dopo-la-sconfitta-a-tavolino-contro-il-villacidro/ ). Per la cronaca: primo tempo che vede entrambe le squadre giocare con una costante pressione alta, ribattendo colpo su colpo, con azioni da gol sia da una parte che dall’altra. A 10 minuti dal termine è la Virtus a passare in vantaggio con Manuel Serra. Passano pochi minuti e il Villacidro pareggia con Colombo chiudendo la prima frazione sull’1-1. Il secondo tempo vede gli ospiti partire alla grande, prima Colombo trova il 2-1 e poi nel giro di pochi minuti Pittau e ancora Colombo portano il punteggio addirittura sul 4-1. Sembra tutto finito ma la Virtus non ci sta e con un pressing altissimo tiene il Villacidro alle corde, sforzi che vengono premiati nei 10 minuti finali quando Manunza, Marcia e Cristian Orrù in rapida successione realizzano le 3 reti che rimettono in parità una partita che sembrava chiusa. A un minuto dal termine la Virtus potrebbe rischia anche di vincere la partita, ma il gran tiro di Manunza si stampa sul palo.


San Gavino – Automek Calasetta : 7-10

3 Usai, Marci, Alberghina, Peis, Espa (SGV)

4 Valluzzi, 3 Serra, Argiolas, Pintus, Serrenti (CAL)

Altra vittoria per il Calasetta, che conferma l’ottimo stato di forma mostrato nelle ultime settimane. Partenza timida per gli ospiti e infatti nei primi 5 minuti è il San Gavino a sbloccare la gara con Alberghina. Dopo i primi minuti il Calasetta aumenta il pressing e dopo 2 occasioni trova il pareggio con una girata di Valluzzi alla quale segue un’azione simile che capovolge il risultato sempre con Valluzzi. Pochi secondi dopo però Marci rimette in parità la gara. Dopo un paio di capovolgimenti da una parte e dall’altra arriva il 2-3 ospite sempre con Valluzzi che chiude sul secondo palo un bella azione di Serra. Lo stesso Serra pochi minuti dopo trova la giocata giusta per portare il Calasetta sul 2-4. Il San Gavino reagisce e accorcia le distanze con Peis e quando il primo tempo sembra chiudersi così un calo di concentrazione del Calasetta permette al San Gavino di trovare due reti (con Espa e Usai) che ribaltano completamente il risultato mandando le squadre al riposo sul 5-4. Il secondo tempo riparte come il primo con capovolgimenti continui, da uno schema su calcio d’angolo Argiolas riporta il Calasetta sul 5-5, ma successivamente ancora Usai riporta avanti i padroni di casa. Poco dopo Pintus trova il gol del pari grazie a una bella ripartenza. Le emozioni non mancano e infatti arriva il 6-7 Calasetta targato Gianluca Serra, ma il San Gavino reagisce e pareggia ancora una volta grazie al solito Usai. Nella seconda metà della ripresa gli ospiti tornano avanti con una splendida conclusione al volo di Davide Serrenti e piazzano l’allungo decisivo ancora con Valluzzi che realizza un gran gol di testa. i padroni di casa provano la carta del portiere di movimento nei minuti finali ma il Calasetta difende bene e riesce con una bella azione corale a chiudere la gara trovando il 10-7 con Serra.


San Pio X – Futsal Monastir 4-5

Serreli, Mameli, Contu, Spiga (SP)

2 Tavolacci, 2 Versace, Serra (FM)

Un Monastir incerottato batte il San Pio X in rimonta, ben 7 le assenze nella squadra di Calabretta. Una vittoria di carattere dopo il passo falso in casa di venerdì scorso, il Monastir strappa così tre punti importantissimi in casa di un buon San pio X e si porta al secondo posto in solitaria. Il primo tempo si gioca sull’equilibrio ma al 15′ è la squadra di casa a passare in vantaggio, grazie a Serreli, che con un tiro che passa sotto le gambe di Serra spiazza il portiere Podda e porta il San Pio X in vantaggio. Poco dopo é sempre la squadra di casa che sfruttando una punizione battuta velocemente va sul 2-0 con Mameli. Allo scadere del primo tempo accorcia le distanze Tavolacci su assist di Andrea Versace. Nel secondo tempo succede di tutto, prima gli ospiti allungano sul 3-1 con Contu, che segna su calcio d’angolo deviato da Versace che spiazza Podda; Poco dopo Tavolacci, imbucato da Versace subisce un fallo da rigore e accorcia le distanze. Nell’azione viene espulso Cannas del San Pio per proteste. Il Monastir decide di salire su forte e pressa a tutto campo. Versace a 10 minuti dalla fine prende il palo ma sono i padroni di casa che nella ripartenza con uno splendido pallonetto di Spiga siglano il 4-2. Per il Monastir si fa dura, ma gli ospiti continuano ad attaccare. La determinazione della squadra di Calabretta viene premiata negli ultimi 5 minuti, prima Versace, innescato sulla fascia da Tavolacci, accorcia con un tiro all’angolo, poi ancora lui poco dopo, su assist di Di Foggia, insacca per il 4-4. A un minuto dalla fine, ancora Versace, recupera ancora una palla creando la superiorità numerica in ripartenza, scarica su Di Foggia che nel due contro uno fa segnare a porta vuota Serra per il definitivo 5-4.

Le parole di mister Calabretta a fine gara: “Venivamo da una pesante sconfitta e arrivavamo a questa sfida con mezza squadra ai box, dovevamo stringere i denti, serviva una prova maiuscola di tutti per portare i 3 punti a casa, volevo che la squadra mettesse il cuore in campo e così è stato”.


Gonnesa – Maroso Gonnosnó : 5-5

2 Congiu, Piga, Puddu, Mattana (GON)

Sitzia D, Sitzia A, Figus, Malloci, Piscitelli (MG)

Pareggio tra le ultime 2 della classe, con i padroni di casa che pur tornando a giocare a Gonnesa dopo alcuni mesi non riescono a far valere a pieno il fattore campo. A segno per il Gonnesa il giovane Piga, Mattana, Puddu e Congiu con una doppietta. Per gli ospiti le reti vengono realizzate da Alessandro Sitzia, Davide Sitzia, Piscitelli, Malloci e Andrea Figus.


Villaspeciosa – Futsal Villasor : 3-3

2 Loi, Autogol (VIL)

Eriu, Serra, Pillitu (FV)

Pareggio anche nello scontro diretto per i playoff tra Villasor e Villaspeciosa. I ragazzi di Lombardi partono meglio, creano diverse palle gol e sbloccano meritatamente la partita a metà primo tempo con il bel gol di Eriu in ripartenza. Poco prima dell’intervallo arriva anche il gol dello 0-2 con l’ex di giornata Serra. Nella ripresa il Villaspeciosa entra in campo con un altro piglio e trova il gol dell’1-2 con Loi anche grazie a una deviazione. Il Villasor torna a +2 con la rete di Pillitu in ripartenza, ma nei 10 minuti finali prima Marco Loi (gran gol con un tiro a incrociare) e un autorete permettono ai padroni di casa di pareggiare la partita e di rimanere al quinto posto con 4 punti di vantaggio su Villasor e Calasetta.

You May Also Like

Commenta