La 17a Giornata di Serie C2…in voci e commenti

Lanusei sempre in testa. Lo ZB insegue dopo la vittoria sull’Ichnos. Vincono anche Budoni, Olbia, MC5 ed Arzachena. Villacidro e Monastir, lotta a due nel Girone B. Crolla ancora il San Sperate, agganciato dal SWS. Super San Gavino (in copertina)!


GIRONE A

Sporting Lanusei – Happy Fitness : 7-3

3 Dore, Deiana Mi., Deiana Ma., Vacca, Fanelli (SL)

Corrias, Sanna, Farris (H)

Parte forte lo Sporting mentre la Happy sembra ancora in viaggio e così al 1′ Dore realizza dal limite senza opposizione e al 2′ raddoppia sul secondo palo ignorato dalla difesa ospite che al 10′ completa il disastro iniziale con Delogu che nel tentativo di far rimbalzare la sfera sul corpo di un avversario infila il più incredibile degli autogol. Segni di risveglio Happy al 14′ con Corrias che accorcia le distanze con un gran tiro al volo dal limite ma lo Sporting replica al 21′ con Michele Deiana e chiude il primo tempo con il 5 a 1 di Dore al 26′. Secondo tempo più combattuto ed equilibrato ma gli ospiti, nel tentativo di rientrare in partita subiscono le ripartenze ogliastrine che si concretizzano al 6′ con Vacca e al 18′ con Mauro Deiana. La reazione d’orgoglio Happy porta lo Sporting al 5° fallo. Sanna realizza il tiro libero al 24′ ma fallisce i due successivi. Farris S. accorcia ulteriormente le distanze al 26′ ma ormai è tardi per recuperare visti ache gli ulteriori errori dal tiro libero con Arru.


Macomer – Budoni : 6-7

3 Obinu, Ortu, Mura, Pani

4 Barone, 2 Morlè, Uccheddu (B)

Avvio fulmineo dei locali che vanno subito in gol con Obinu per poi essere raggiunti dopo pochi minuti dalla rete di Uccheddu. Nei successivi cinque minuti il Macomer affonda portandosi sul 4-1 grazie ad altre sue reti di Obinu e Ortu nonostante il costante equilibrio tattico tra le due squadre che vede temporaneamente eccellere la squadra di casa e in un secondo momento l’esatto contrario: gli ospiti raddrizzano la gara e agguantano il 4-4 con la rete di Morlè e la doppia realizzazione di Barone. Nei minuti finali i locali riniziano a gestire il gioco portandosi nuovamente in vantaggio. Nei primi 10 minuti della ripresa, complici le buone prestazioni dei portieri Sogos e Sergenti, subentrato all’infortunato Larosa, l’unico gol è quello siglato dal Budoni che determina l’ennesimo temporaneo pareggio prima dello strappo imposto dal Macomer che si porta sul 6-5 a metà ripresa. A otto minuti dal termine la gara sembra andare verso la conclusione ma il Budoni non ne vuole sapere e prima riacciuffa il risultato con il quarto gol di Barone (in grandissima forma), poi completa la rimonta in pieno recupero con la zampata vincente di Morlè che premia una grande imbucata di Occhioni. Note di merito per Obinu (Macomer) e per Barone (Budoni) autori rispettivamente di tre e quattro reti.

Il commento del mister del Budoni Alessandro Flore: “La posta in palio per entrambe le squadre era altissima e lo si è visto nell’equilibrio dimostrato in campo dai due quintetti. Il risultato ci premia per non aver mollato mai fino all’ultimo secondo”.


Futsal Sassari – Arzachena : 4-6

Altea, Mussolino, Fois, Pieroni (FS)

4 Portas, Marzeddu, Laconi (A)

La partita inizia subito con il Futsal Sassari che fa ritmo e gestisce la gara portandosi in vantaggio praticamente subito con Altea ma poco dopo per un errore difensivo di Gutierrez a metà campo subisce il pareggio di Portas. Subito il pari è brava la squadra locale a gestire con ordine la gara e riportarsi sul doppio vantaggio con i gol di Mussolino e Fois, sul 3-1 si chiude il primo tempo. Nel secondo tempo entra più motivato l’Arzachena che trova infatti il 3-2 con Laconi. Pochi minuti più tardi arriva un’altra locale con Fois. Negli ultimi 5 minuiti dopo l’ennesima espulsione subita durante l’anno per il Futsal Sassari, questi ultimi perdono la concentrazione e buttano tutto alle ortiche compromettendo, a detta di Favini, la loro stagione. Finisce 4-6, per gli ospiti la rimonta è firmata Grieco/Portas, quest’ultimo autore di altre tre reti.


A.S.D MC5 – Audax Algherese C5 : 6-2

Ariu, Mandis, Piras, Pianu, Medda, autogol (MC5)

Sanna I., Sechi A. (A)

Partita intensa quella di venerdì tra MC5 Mogoro e Audax Algherese. L’MC5, padrone di casa, ritrova la grinta nel proprio campo sfidando la bravura degli ospiti algheresi. I ragazzi di Mister Madeddu conquistano la prima rete con Ariu, ma il pareggio non tarda ad arrivare con un goal dell’Audax firmato Sanna. Entrambi i team fanno un buon gioco di piedi e di velocità, numerosi infatti sono i tiri in ambedue le porte, che vengono difese in maniera spettacolare dai ragazzi in campo e dai portieri che con prontezza scattano verso il pallone. L’MC5 conquista però 3 reti in successione grazie a Mandis, Piras e Medda. L’Algherese prova a recuperare il divario e ci riesce con Sechi. Lo scontro prosegue equilibrato, ma l’MC5 aumenta le distanze con altre 2 reti, firmate questa volta da un autogol degli algheresi (i ritmi serrati davanti all’area del portiere fanno si che un tentativo di stop devii il pallone) e alla rete di Pianu, che segna il 6-2 fino allo scadere del secondo tempo. L’MC5 di Mister Madeddu porta in casa una vittoria che fa guadagnare punti fondamentali ai fini della classifica, oltre che un ritrovato buonumore tra i ragazzi.


Atletico Olbia – Alà 1979 : 7-2

Sole, Bassi, Farina, Ghisu, Sias, Serra, Usai (AO)

2 Corda (ALÀ)

Partita ricca di emozioni e colpi di scena, gli ospiti si portano in vantaggio a 9’32 minuti di gara (0-1) con la rete di Corda, e poco prima del riposo i padroni di casa, dopo aver insistito vengono premiati con la rete di Sole. Nel secondo tempo è una partita a senso unico perché l’Atletico Olbia non accetta il pari, e sigla in rapida successione il 2-1 e 3-1 con Bassi e Farina, da lì in poi partita definitivamente in discesa fino al fischio finale che vede i gallurese vincere il match con determinazione col risultato finale di 7-2: le altre quattro reti locali portano la firma di Ghisu, Sias, Serra e Usai. Per gli ospiti arriva la doppietta personale di Corda.


Ichnos Sassari – ZB Iron Bridge: 2-3

Cuccuru, Sechi (IS)

Levrini, Tellier, Datome (ZB)

Prima sconfitta stagionale (dopo ben 16 gare da imbattuta!) per la Ichnos Florgarden Sassari che cede l’intera posta in palio allo ZB Iron Bridge dopo una gara bella di grande spessore tecnico. Una sconfitta maturata nei minuti finali dove il ZB ha capitalizzato al massimo le occasioni avute, mentre la Ichnos ha sprecato troppe occasioni per cercare di chiudere una partita pressoché perfetta con sole due sbavature difensive costate care ai ragazzi di Mister Soriga. Dopo il vantaggio di Antonio Sechi lo Zb pareggia e passa in vantaggio prima del riposo grazie alle reti di Levrini e Tellier. Al rientro nel secondo tempo i neroarancio giocano con piglio diverso e voglia di chiudere la gara e agguantano il pareggio con Cuccuru per poi sprecare una serie di occasioni con Marco e Antonio Sechi. La ZB dal canto suo gioca come sa con i soliti Tellier e Datome in grande spolvero, ed è infatti proprio Datome a cinque minuti dal triplice fischio a trovare il gol partita che regala allo ZB la vittoria e il sorpasso in classifica sull’Ichnos che vale quindi il secondo posto.

Il commento di Matteo Depperu, presidente dell’Ichnos Sassari: “Grande partita di altissimo livello delle compagini che in questo campionato dimostrano di essere solo di passaggio per ambire ad uno dei posti per la promozione alla categoria superiore. Per i nostri è una battuta d’arresto che fa male e comunque immeritata per quanto visto sul parquet. Adesso testa alla prossima gara di venerdì contro il Porto Torres, gara che i neroarancioni saranno costretti a vincere per continuare a sognare e per presentarsi al meglio nella gara della settimana seguente al Palalixius contro la capolista Sporting Lanusei fondamentale per mantenere le speranze di promozione”.




GIRONE B

South West Sport – Villaspeciosa : 7-4

5 Sanna, Fois, Mura (SWS)

Cara, Loi, Podda, Pilloni (VIL)

Bella vittoria per il Portoscuso, che nonostante le tante assenze ha la meglio su un buon Villaspeciosa. Il Villaspeciosa inizia forte, pressando alto, ma sono i padroni di casa a sbloccare la gara con Sanna. Ancora Sanna, dopo una triangolazione con Fois raddoppia il vantaggio. Il 3-0 porta invece la firma di Fois. Gli ospiti accorciano le distanze con capitan Cara e il primo tempo si conclude 3-1. Al secondo tempo subito Mura dopo una buona ripartenza trova il gol del 4-1. Blackout in casa SWS, e nel giro di 5 minuti il Villaspeciosa accorcia segnando rapidamente due gol uno dopo l’altro con Podda e Loi. I padroni di casa si riprendono ed è il solito Sanna, in stato di grazia che segna altri due gol, uno sugli sviluppi da calcio d’angolo e l’altro dopo un’ottima azione personale. Reazione degli ospiti che non mollano e segnano con Michael Pilloni, ma la partita finisce 7-4.


Automek Calasetta – Virtus San Sperate : 3-2

3 Valluzzi (CAL)

Martis, Orrú (VSS)

Ancora una vittoria per il Calasetta, che, trascinato sempre di più da Valluzzi, si porta a -1 dai playoff. Primo tempo che vede la Virtus con una pressione alta e il Calasetta che si affida alle ripartenze. Gli ospiti passano a metà primo tempo con Martis , i padroni di casa provano a raddrizzare il risultato ma trovano l’estremo difensore Spiga in vena di prodezze e il primo tempo si chiude con il risultato di 0-1. Nel secondo tempo il Calasetta alza l’intensità ma la Virtus riesce comunque a controllare, ma poi succede di tutto, Spiga dopo essere stato insuperabile nel primo tempo in due minuti regala sui piedi di Valuzzi la palla del pareggio, e poi sempre su un’indecisione atterra in area ancora Valuzzi procurando un rigore che lo stesso giocatore trasforma per il 2-1. La Virtus prova a recuperare lo svantaggio ma con una ripartenza il Calasetta trova il tris con il solito Valluzzi. Mister Cocco prova la carta del portiere di movimento ma il 3-2 siglato da Orrù arriva quando ormai non c’è più tempo.

Questo il commento di Roberto Valeri del San Sperate: “Dopo la sconfitta di San Gavino e la partita persa a tavolino contro il Villacidro, sapevamo che la gara di Calasetta sarebbe stata quasi decisiva per la nostra corsa al primo posto, purtroppo siamo tornati a casa con zero punti, in una partita dove molto probabilmente avremo meritato almeno un punto. Ora mancano 5 giornate e proveremo a vincere più partite possibili per concludere al meglio questa stagione.”


Futsal Villasor – San Gavino : 5-11

2 Serra, Pillitu, Matta, Pani (FV)

2 Alberghina, 2 Onnis, 2 Peis, Marci, Usai, Loddo, Cinus, Salis (SGV)

Torna al successo il San Gavino, che per la prima volta in tutto il campionato è fuori dalla zona playout. A Villasor va in scena una partita capolavoro per gli ospiti, che senza portiere si ritrovano costretti a schierare il numero 10 Loddo tra i pali. Approccio incredibile del San Gavino, come già accaduto contro San Sperate Usai e compagni partono a mille e sbloccano la partita dopo 10 secondi con Alberghina, i padroni di casa non riescono a contenere i viola che dopo neanche 10 minuti sono già sopra 0-4 grazie ai gol di Alberghina, Onnis e Salis. Il primo tempo si conclude 5-1 per gli ospiti con le reti di Serra per il Villasor e di Peis per il San Gavino. Nella ripresa mister Lombardi si gioca la carta del portiere di movimento, ma nonostante le reti realizzate da Matta, Pillitu, capitan Pani e Serra saranno ancora gli ospiti a segnare di più con Cinus, Marci, Usai, Peis, Onnis e Loddo dalla sua porta, chiudendo così la partita con un pirotecnico 5-11.


Maroso Gonnosnó – Sibiola Serdiana : 3-2

Figus, Murgia, Marrocu (MG)

Melis, Casula (SER)

Torna alla vittoria il Maroso Gonnosnò, che fa valere il fattore campo contro il Serdiana e tiene viva ancora una piccola speranza di salvezza. Primo tempo combattuto ma che vede i padroni di casa concretizzare al meglio le occasioni e andare al riposo in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Figus e Murgia. Nella ripresa gli ospiti trovano il gol con Melis, bravo a battere un fin qui attentissimo Aresu che tra i pali ha svolto una prestazione di livello. Subito dopo arriva la rete di Marrocu che riporta sul doppio vantaggio i padroni di casa. Solo nel finale gli ospiti trovano il gol con Casula, ma il risultato non cambierà più e la partita finisce 3-2.

Questo il commento del mister del Gonnosnò Sandro Palla: “Ottima prestazione di coraggio e forza d’animo. Punti che ci danno molta carica per il nostro cammino verso il termine di questo campionato”.


Villacidro Futsal – San Pio X : 5-1

2 Porcu, Pittau, Mameli M, Mameli N (VIL)

Mameli (SP)

Altra vittoria per il Villacidro, che ormai vede sempre più vicino il traguardo, infatti con la probabile uscita di scena della Virtus dopo le ultime 2 sconfitte sembra essere rimasto soltanto il Monastir come rivale dei gialloblu. Partita mai in discussione per i ragazzi di Pittau che trovano il vantaggio dopo 10 minuti con Matteo Mameli bravo a chiudere il secondo palo. Arriva però il pareggio ospite su punizione con Mameli. Il Villacidro non ci sta e prima Pittau e poi Porcu fissano il punteggio sul 3-1 con cui si va al riposo. Il secondo tempo inizia in modo simile al primo e ancora Porcu va a segno per il 4-1. Sul finale arriva il gol di Nicola Mameli che chiude la partita sul 5-1.


Futsal Monastir – Gonnesa : 7-1

3 Tavolacci, Poddesu G, Poddesu C, Farris, Di Foggia (FM)

Congiu (GON)

Il Monastir non molla il passo, seconda vittoria consecutiva e soprattutto sesta vittoria nelle ultime sette gare per gli uomini di mister Calabretta che vincono largamente contro un generoso e giovane Gonnesa. La partita inizialmente è equilibrata, ma è la squadra di casa a creare le occasioni migliori col passare dei minuti. Tavolacci, in gran giornata, sblocca la partita su schema da calcio d’angolo con assist di Versace. Nuovamente Tavolacci, su azione personale chiude il primo tempo sul 2-0. Nel secondo tempo il Gonnesa cerca di riaprire la partita andando in pressing alto, ma così facendo lascia il campo al Monastir che sulle transizioni si fa molto pericoloso in diverse occasioni, è Gianluigi Poddesu che di tacco, dopo diversi tentativi, mette dentro il gol del 3-0 su assist di Versace. Accorcia il Gonnesa con Congiu per il 3-1 su calcio d’angolo. Poco dopo è di nuovo Tavolacci (tripletta personale per lui) a depositare in rete dopo una gran giocata il pallone del 4-1 e subito dopo è Di Foggia con un gran tiro sotto la traversa ad allungare ancora (5-1). Il pressing alto della squadra di casa rende poco efficace il tentativo del quinto uomo del Gonnesa, anzi negli ultimi minuti è ancora il Monastir ad allungare con uno splendido gol di Farris sotto l’incrocio e nei minuti di recupero chiude i conti con Carlo Poddesu con il gol del 7-1.

Le parole di Versace al termine della gara: “Sapevamo di non dover abbassare la guardia perché il Gonnesa sarebbe venuto qui a giocare col coltello tra i denti per cercare punti salvezza, siamo stati attenti e bravi a far valere la nostra maggiore esperienza nelle fasi clou della gara. Ora testa alla difficilissima trasferta di San Gavino”.

You May Also Like

Commenta