I risultati del weekend di Serie A2 e Serie B

Leonardo e Monastir non sbagliano! L’Ossi invece si, l’Athletic C5 passa ad Osilo. Stop a sorpresa del Città di Sestu che cade contro l’ultima della classe. Rispetta il pronostico l’FF Cagliari. La San Paolo torna a casa a mani vuote.


📌 LEONARDO – AOSTA : 3-1

⚽️ 2 Dos Santos, Panucci (L)

⚽️ Da Silva (A)

Tre gol per tre punti fondamentali per la Leonardo che nonostante una prestazione sottotono riesce a vincere lo scontro diretto. Il primo tempo si conclude a reti inviolate: l’Aosta gioca meglio e ha diverse occasioni per sbloccare la gara ma le più ghiotte capitano nei piedi dei locali che centrano una traversa con capitan Perdighe e vanno vicinissimi al gol con Tidu. Al rientro in campo la squadra di casa approccia meglio e passa in vantaggio con Dos Santos, il più rapido a ribattere in porta una conclusione di Bonfin. L’Aosta reagisce e lo fa col suo giocatore migliore: Da Silva si procura e trasforma un calcio di rigore, spiazzando l’estremo difensore, prendendosi la rivincita su un miracolo di Erbí ai suoi danni nella prima parte di gara. Neanche il tempo di rimettere la palla al centro che i locali rimettono la testa avanti, il protagonista è ancora Dos Santos che recupera palla e serve Perdighe, il numero 17 viene murato ma sulla respinta Panucci insacca a porta vuota, 2-1. Alla squadra di mister Petruso però non piacciono le cose semplici, con l’espulsione di Calli avrebbero la possibilità di chiudere virtualmente il match sulla superiorità numerica ma invece che trovare il 3-1 gli arancioneri rischiano persino di subire un gol. Se non bastasse, scaduti i due minuti di superiorità, i locali schierano il portiere di movimento per far passare il tempo è tenere il possesso della palla, Podda ha nei piedi il match point ma fallisce e gli ospiti hanno nuovamente l’occasione di pareggiare. Scampato pericolo, sono gli ospiti a schierare il quinto uomo, la Leo però difende attentamente e chiude i giochi con Dos Santos che recupera un altro pallone e segna nella porta sguarnita.


📌 OLIMPIA REGIUM – CITTÀ DI SESTU : 8-6

⚽️ 3 Edinho, 3 Aieta, Marzano, Ferrari (OR)

⚽️ 3 Pacheco, 2 Nuninho, Nardacchione (S)

Dura sconfitta per il Città di Sestu che viene superato a sorpresa sul campo dell’Olimpia Regium, quasi già condannata alla retrocessione diretta, e resta a soli tre punti di distanza dalla zona playout. La squadra di mister Cocco passa in svantaggio dopo pochi secondi a causa del gol di Marzano su schema da calcio d’angolo. Ma la reazione è immediata e porta la firma di Pacheco, l’ultimo arrivato in casa Sestu prima pareggia su punizione, poi appoggia la palla nella porta vuota su assist di mandando, mandando, forse immeritatamente visti i legni colpiti dai locali con Edinho e Marzano, gli ospiti a riposo sull’1-2. Al rientro in campo Cau potrebbe anche portare il Sestu sul doppio vantaggio ma sciupa una clamorosa occasione al secondo palo e gli ospiti vengono puniti. Prima Aieta ristabilisce l’equilibrio mettendosi in proprio e trovando il gol della giornata, poi Edinho su punizione trova il sorpasso. Il Sestu reagisce ancora e lo fa nuovamente con Pacheco che trova il 3-3. Aieta però nel mentre ci ha preso gusto e mette il suo secondo sigillo per il 4-3. Continua il botta e risposta, ancora Pacheco in copertina, il portoghese recupera palla e serve Nardacchione per il 4-4. Botta e risposta, sorpassi e controsorpassi, è il Sestu a trovare il vantaggio con Nuninho su assist, neanche a dirlo, di Pacheco. Il vantaggio però illude gli ospiti che prima vengono raggiunti nuovamente da Ferrari e poi vanno sotto subendo il gol di Edinho in ripartenza. Manca poco al termine e i sardi schierano il portiere di movimento, prima sfiorano il pari poi però affondano subendo il 7-5 di Aieta che si porta a casa il pallone. Palla al centro, azione offensiva immediata, 7-6 di Nuninho e gara subito riaperta. I locali però difendono bene negli ultimi secondi di gara e chiudono il match con Edinho a quattro secondi dalla sirena. Tre punti che rimettono in gioco per la salvezza gli emiliani, pesante battuta d’arresto sempre in ottica salvezza per il Sestu, nel prossimo turno in campo per un altro scontro diretto ad Aosta.


📌 LECCO C5 – FF CAGLIARI : 0-2

⚽️ Serpa, Salamone (FFC)

Minimo sforzo per il massimo risultato, l’FF Cagliari passa a Lecco e porta a casa altri punti importanti. Tanti i rischi corsi dai sardi nella trasferta lombarda ma il valore tecnico della rosa alla fine ha fatto la differenza, oltre ai numerosi interventi di Cara nel primo tempo e Setzu nel secondo. Nel primo tempo è Salamone a portare avanti gli ospiti, Serginho batte un angolo corto per Serpa che mette la palla al secondo palo, il numero 7 ben appostato appoggia in porta. Con gli isolani in vantaggio si va a riposo. Nella seconda metà di gara non tarda ad arrivare il raddoppio dei rossoblu, ancora Serginho e Serpa al centro dell’azione: il capitano imbuca per il numero 10 che di prima batte nel primo palo l’estremo difensore locale. Nei minuti finali i padroni di casa provano col portiere di movimento per risalire nel punteggio ma Setzu abbassa la saracinesca e chiude con un clean sheet così come Cara nella prima frazione.


📌 FUTSAL OSSI – ATHLETIC C5 : 2-5

⚽️ Wendel, Becca (O)

⚽️ 2 Romario, Borghi, Di Pace, Carreno (A)

Viene superata tra le mura amiche da una diretta concorrente l’Ossi che crolla nel secondo tempo. Una giocata individuale di Wendel era valsa l’1-0 locale poi un errore di Becca aveva permesso agli ospiti di impattare con Borghi poco dopo. Proprio Becca su tiro libero si riscatta e rimanda avanti i padroni di casa, portando le squadre all’intervallo sul 2-1. Dopo la pausa un rigore dubbio permette agli ospiti di agguantare nuovamente il pari con Romario. Lo stesso numero 7 qualche minuto più tardi ruba palla a Pilo, si invola verso la porta, salta Mengatto e trova il vantaggio ospite, 2-3. L’Ossi accusa il colpo e Di Pace ne approfitta per affondarne un altro battendo dalla distanza l’estremo difensore locale. I sassaresi provano allora a rimettere in piedi la partita col portiere di movimento ma Victor si divora due occasioni clamorose prima del 2-5 finale firmato a porta sguarnita da Carreno. Sconfitta amarissima per l’Ossi che non riesce ad allontanarsi dalla zona calda della classifica.


📌 UNITED APRILIA – SAN PAOLO : 4-1

⚽️ Barbarisi, Rulli, Presta, Infanti (A)

⚽️ Di Menna (SP)

Una buona San Paolo cade sotto i colpi dell’Aprilia nonostante il vantaggio iniziale. Infatti, a sbloccare la gara erano stati proprio gli ospiti che con l’estremo difensore Di Menna erano passati in vantaggio in ripartenza. Il portiere biancoverde ferma un’offensiva locale, si butta palla avanti, supera il centrocampo e tira verso la porta difesa dall’estremo difensore ospite, superando il suo “collega”.  La reazione dei laziali non si fa attendere, prima Barbarisi ristabilisce l’equilibrio poi Rulli permette ai locali di mettere la testa avanti. La prima frazione si conclude proprio col punteggio di 2-1 in favore dei padroni di casa. Al rientro in campo la San Paolo da filo da torcere alla squadra di casa ma non riesce a tenere testa ai biancoblu che trovano prima il +2 con Presta e poi chiudono la partita con Infanti, nonostante i numerosi tentativi precedenti della San Paolo per riaprire la gara. San Paolo che ora sarà attesa in campo sabato contro il Real Terracina.


📌 MONASTIR KOSMOTO – FORTITUDO POMEZIA : 5-3

⚽️ 2 Massa, Demurtas, Wilson, Rocha (M)

⚽️ Zanobbi, Vicalvi, Viglietta (P)

Tre punti che fanno sognare il Monastir, ora secondo in classifica a due punti di distanza dalla capolista Juvenia ma con una gara in meno. I sardi potranno dunque prendersi il primato tra due giornate quando la prima della classe riposerà e i sardi affronteranno tra le mura di casa il Carbognano. Prima però c’è da battere nel prossimo turno il Colleferro. Nel mentre gli isolani si godono la vittoria ottenuta contro il Pomezia, nonostante lo svantaggio iniziale. Zanobbi infatti aveva portato avanti gli ospiti sfruttando un’incertezza della difesa locale. Massa scaccia i fantasmi e pareggia i conti su schema da fallo laterale, in seguito Demurtas prima si divora un gol poi però trova la rete col piede debole per il 2-1 locale. A Monastir prosegue il festival dei gol sbagliati, ancora Demurtas e Rocha sprecano a porta vuota due possibilità per il 3-1 ma il dominio dei locali non lascia comunque scampo agli ospiti che poco dopo subiscono la terza rete ad opera di Wilson. Al rientro in campo la musica non cambia, Rocha trova il 4-1 con una conclusione dalla distanza e spegne le speranze degli ospiti. Ospiti che però non mollano e trovano grazie ad un sontuoso scavetto di Vicalvi il 4-2. La prestazione del numero 17 Vicalvi è però genio e sregolatezza: il laterale del Pomezia infatti dopo aver accorciato le distanze con un gran gol non segue poco un taglio di Massa permettendogli di trovare il 5-2 che chiude a tutti gli effetti la gara. Il 5-3 di Viglietta su assist di Zullo prova a riaccendere ancora la fiammella della speranza ma l’espulsione ma l’espulsione nel finale di Cavalieri consegna ufficialmente i tre punti al Monastir che può far festa.

You May Also Like

Commenta