Leonardo: colpo capitale! Primo gol di Perra in maglia Jasna ed 1-1 contro l’History 3Z

Il commento dei due match giocati nel weekend nei campionati nazionali maschili. Domani il recupero di Sestu-Mirafin


Italpol-Leonardo: 2-5

Dos Santos (2), Acco, Demurtas, Jota (L)

Non finisce più di stupire la Leonardo di mister Petruso, che fa il colpo grosso in casa di un ottimo Italpol. Una gara da squadra matura, quella disputata dai sardi, che non hanno mai perso il pallino del gioco e che hanno sempre costretto gli avversari a scoprire per primi le carte, approfittando degli spazi concessi. Dopo una prima fase di studio, senza troppe occasioni di spicco, la Leo trova il vantaggio con uno schema da palla inattiva, con Dos Santos che, su intuizione di Acco, beffa la retroguardia laziale e porta i suoi in vantaggio. Vantaggio che dura appena due giri di lancette di cronometro, perchè Paulinho, dopo un batti e ribatti a ridosso dell’area di rigore di Erbì, trova un gran numero e mette la palla sotto l’incrocio dei pali pareggiando i conti. Reazione immediata della Leo che non accusa il colpo e trova, dopo appena un minuto, il gol che ristabilisce il vantaggio isolano: lo firma Acco, bravo e cinico a depositare in rete un assist al secondo palo di Tidu al termine di un’azione confusa nell’area capitolina. In chiusura di frazione, Demurtas fa 3-1 dopo l’ennesimo schema d’angolo perfettamente riuscito, e le squadre vanno al riposo sul parziale di 1-3. Nella ripresa, Tidu salva un goal sulla linea a Erbì battuto, e poco dopo la Leo cala il poker con Dos Santos, bravo a capitalizzare in rete un disimpegno di Panucci nella trequarti avversaria. L’Italpol usa la carta del portiere di movimento: Erbì si supera in due occasioni, ma non può nulla sul velenoso tiro di Paulinho che fa 2-4. A spegnere i sogni di gloria dei laziali ci pensa Jota, che con una magia si inventa il gol del weekend, partendo dalla propria trequarti e portandosi a spasso la difesa locale, insacca la palla sotto l’incrocio, sancendo così una vittoria fondamentale per la Leo.


History Roma 3Z-Jasnagora: 1-1

Perra (J)

Buon punto lontano dalle mura amiche per la Jasnagora di mister Mura, che ottiene il massimo ottenibile contro un avversario apparso più in palla. Una magia di Perra e un Roberto Etzi in serata di grazia regalano ai cagliaritani un pareggio che muove la classifica e che cancella parzialmente la delusione patita sette giorni fa, quando raccolsero zero punti dopo una gara condotta magistralmente. Ancora condizionata dalle tante assenze, la Jasna ha comunque offerto una gara generosa, nella quale ha provato a colpire in ripartenza con le iniziative di Spanu e Piaz, e dove si è difesa alla grande dalle pericolose incursioni dei romani. La prima frazione di gioco, ben equilibrata, ha visto i padroni di casa passare in vantaggio con Ruffini, che ha finalizzato una grande uscita dal pressing con un diagonale che si è insaccato alle spalle dell’incolpevole Etzi. Il parziale di 1-0 con cui le squadre sono andate al riposo non ha fatto uscire dal match i ragazzi di mister Mura, che nel secondo tempo si sono gettati subito alla ricerca del pareggio, concedendo ai giallo blù alcune ripartenze ben neutralizzate da Etzi in versione super star. Il pareggio dei rossoblù è opera di Manuel Perra, alla sua prima marcatura stagionale, che brucia il suo avversario sull’out di sinistra, per poi presentarsi davanti al portiere e ingannarlo con un morbido tocco sotto. Nella seconda parte della ripresa, il direttore di gara punisce un fallo dello stesso Perra con il secondo giallo: in inferiorità numerica la Jasna si difende con onore, Etzi sventa tre nitide occasioni da goal e, dove non arriva lui, è il palo a dare una mano ai sardi. 1-1 alla sirena finale

You May Also Like

Commenta