Serie A2 e Serie B: il resoconto dell’ultima settimana

Soltanto una vittoria nell’ultima settimana nei campionati nazionali maschili per le sarde: quella della Mediterranea nel derby contro la Jasnagora.

Battuta d’arresto casalinga per la 360 GG Futsal di mister Podda, che perde contro la Roma C5 per 2-4. Gara in salita per i bianco neri, gia sotto di tre reti poco dopo la metà della prima frazione. Nonostante una prova tutto sommato buona, i cagliaritani non sono riusciti a mettere la freccia sotto il piano atletico, rimanendo sempre sotto con il punteggio senza riuscire a mettere pressione psicologica ai laziali. Dopo le prime tre reti degli ospiti, è Giulio Mura a pochi secondi dalla sirena dell’intervallo ad accorciare le distanze, ed in apertura di ripresa la rete del 2-3 di Recasens sembrava ridar vita al match. I laziali sono però rimasti dentro la partita e, sferrando il goal del 2-4 all’ottavo minuto di gioco con bomber Caique, hanno spento i tentativi di rimonta sarda.
Brutta sconfitta per la Leo di Tonj Petruso, che perde così un’ottima occasione per scappare dal trenino delle inseguitrici. Gli arancioneri nulla hanno potuto contro la favorita del girone Olimpus Roma, apparsa troppo superiore ai cagliaritani. Gara praticamente archiviata dopo appena sette minuti, con un sonoro 4-1 parziale che schianta Perdighe e compagni. La rete di Deivison serve solo ad accorciare le distanze, e nella ripresa la capolista ricomincia da dove aveva lasciato, ovvero macinando gioco e gol. Dimas con una doppietta, Pizzoli e Chimanguinho portano il bottino di reti a 8.
Nella giornata nera delle sarde ci finisce anche il Sestu, sconfitta tra le mura amiche per 2-7 dal Nordovest. La resistenza dei sestesi dura appena un tempo, tempo che ha visto i rossoblù rimanere aggrappati al risultato dopo la fulminea partenza dei romani, sullo 0-2 dopo nemmeno tre giri di lancette. Renan accorcia sull’1-2, Rocchi sigla la sua doppietta e riporta tutto sul doppio svantaggio per i locali, Casu sigla poi la rete che chiude la prima frazione sul 2-3. Il secondo tempo è un trionfo per gli ospiti, bravi a neutralizzare le offensive dei Sardi e centrare il bersaglio grosso per quattro volte, chiudendo così con il finale di 2-7.


Ce l’ha messa davvero tutta il Cagliari Futsal di Gianni Melis, tenendo testa alla capolista Leon ma uscendo sconfitta per 1-2. Al PalaMonteacuto è andata in scena una prova fatta di cuore e orgoglio, che spina la strada ai rossoblù per un finale di stagione importante. Nonostante il vantaggio dei sardi firmato Fratini, la Leon è rimasta sempre sul pezzo dimostrando compattezza e grinta, pareggiando prima dell’intervallo con la rete di Finoti. Nella ripresa, Pisante insacca la rete del 2-1 Brianzolo, e l’estremo Bosetti si supera in più occasioni per evitare un pareggio che molto probabilmente, i rossoblù avrebbero ampiamente meritato.

Sconfitta esterna per i ragazzi di Barbieri del CCC Coarsa Serramanna, apparsi comunque in forma smagliante ma che racimolano zero punti dopo una gran prova d’orgoglio. In terra piemontese, l’Orange Futsal vince di misura per 4-3 dopo una vera e propria battaglia. Mai domi gli uomini di Barbieri, bravi a recuperare il doppio svantaggio iniziale, con le reti di Gigi Barbieri e Nurchi, e riacciuffare nella ripresa il gol dei padroni di casa con la zampata vincente di Vercelli. L’ennesimo vantaggio di giornata degli astigiani è rimasto però l’ultimo gol del match, e nonostante i sardi ci abbiano messo l’anima per provare ancora la rimonta, i padroni di casa hanno portato a casa l’intera posta in palio.

Derby dalle mille emozioni quello andato in scena al palaDante di Sestu, dove la Med ha centrato la sua seconda vittoria stagionale dopo un incredibile match passato a rincorrere la Jasnagora. Tanti i protagonisti, dai nuovi innesti alle vecchie conoscenze, fino ad arrivare ai due estremi difensori, autori di una gara sontuosa. Saddi firma il primo vantaggio di giornata targato Jasna su assist di uno scatenato Dulcis, ma a rimettere tutto in parità ci pensa il solito Arrais. Non poteva mancare a referto bomber Ruggiu, che dopo un contropiede magistrale riporta ancora avanti i rossoblù padroni di casa fissando il punteggio sul 2-1, con cui si va a riposo. Pippo Fois pareggia subito i conti a inizio ripresa, ma una magia di Dulcis riporta ancora davanti la Jasna. Dopo una serie di contropiedi sventati da Ferraro, la Jasna capitola di fronte alle giocate del trio Rufine-Rafinha-Ze Renato. Rafinha trova l’ennesimo pareggio, firmando il 3-3, mentre il nuovo arrivato si toglie il lusso di portare avanti per la prima volta i suoi, siglando il goal del 3-4 che resisterà fino alla fine del match.


Non riesce alla Med il tentativo di bissare la vittoria del derby nel recupero infrasettimanale in terra romana contro l’History Roma 3Z. Non bastano le reti di Rafinha e Rufine dopo il 2-0 dei padroni di casa; i laziali trovano il gol partita nell’ultimo minuto di gioco per il 3-2 finale fissato da capitan Cerchiari.

Ancora sconfitta per la Jasnagora, anch’essa di scena per il recupero infrasettimanale contro lo United Pomezia. Tanti legni colpiti e ben due autoreti è il bottino odierno di una Jasna sempre più tramortita dalla piega costante che questa stagione sta assumendo. Il Pomezia vince per 1-4, unico gol dei sardi, ad opera di Saddi, quando gli ospiti conducevano per 0-3.

You May Also Like

Commenta