Campionati nazionali femminili: weekend amaro per le sarde

Weekend amaro per le squadre sarde impegnate nei campionati di Serie A e A2 femminile. Nella massima serie l’FFC cede contro il Bisceglie, mentre in A2 arrivano sconfitte per Jasnagora, Cus Cagliari, Mediterranea e Arzachena. Rinviate le gare del Santu Predu e Futsal Osilo.

Bisceglie-FFC 4-0

Marino, Tres Vila, Matijevic, Soldano (B)

Triplo impegno in Puglia per l’FFC che dopo le gare contro lo Statte scendono in campo al PalaDolmen di Bisceglie. Nonostante la stanchezza, le ragazze di mister Cocco non mollano un centimetro sul parquet pugliese. La partita è equilibrata, uno squillo di Naiara non impensierisce Oselame, ma sono le padrone di casa con Marino a trovare la rete del vantaggio, chiudendo il primo tempo avanti. Nella ripresa Marchese e compagne partono bene, ed è proprio la giocatrice siciliana ad andare vicina alla rete del pareggio. La rete cagliaritana, probabilmente meritata, non arriva e sono ancora le padrone di casa a dimostrarsi ciniche, trovando prima il raddoppio Tres Vila e pochi secondi dopo la rete di Matijevic. Mister Cocco inserisce Gasparini portiere di movimento, ma Soldano non perdona e chiude i conti. Tre partite in cinque giorni contro avversarie di livello, di dimostrano un ostacolo difficile per l’FFC che torna comunque a casa con segnali positivi.


Vip Altamarca-Jasnagora 9-2

2 Minuzzo, 2 Tomasi, Bisognin, Ferrari, Toffolo, Tonon (V)

Di Flumeri, Guaime (J)

Dopo la sconfitta di venerdì contro il Duomo Chieri, arriva un passivo pesante per la Jasna nello scontro play-off. Al PalaSport di San Martino di Lupari l’inizio è shock per le ragazze di mister Pitzalis, Minuzzo va a segno per due volte seguita poi da Tomasi. Bisognin mette la quinta e per le venete sono cinque le reti messe a segno. Di Flumeri accorcia le distanze sul finire del primo tempo e le squadre vanno quindi negli spogliatoi sul 5-1. Nella ripresa arriva il sesto gol della Vip con Ferrari. La Jasna a quel punto prova a impensierire la difesa di casa con il portiere di movimento, ma non è giornata: Guaime accorcia, ma Toffolo e Tonon allargano il divario. Orgiu e compagne tornano a casa a mani vuote dopo la doppia trasferta nel nord-Italia.


Audace Verona-Cus Cagliari 4-1

2 Coppola, Abagnale, De Brito (V)

Valitskaya (C)

Esce sconfitto nel difficile campo della prima in classifica il Cus Cagliari. Sono però le universitarie a impensierire la difesa locale sfiorando per due volte la rete del vantaggio con Garau e Nainggolan. L’Audace alza i giri però e trova il vantaggio con Abagnale che batte Melis da pochi passi. Negli ultimi istanti arriva il raddoppio veronese con Coppola. 2-0 il parziale e squadre a riposo. Nel secondo tempo Valitskaya trova il meritato gol cagliaritano, ma dura poco la sola lunghezza di vantaggio, De Brito riallunga il divario e Coppola chiude i conti. Il Cus esce a testa alta dal PalaLupatotina.


Mediterranea-Top Five 1-4

Furno (M)

Pellegrinelli, Ranieri, Ferri, Melillo (T)

Doppia sfida tra le due compagini che si affrontano venerdì e domenica sul parquet del PalaConi. Se la prima sfida era finita con una vittoria di misura per le piemontesi, il secondo round è ancora più complicato per la Med che cede 4-1. Di Furno l’unica rete cagliaritana mentre per le ospiti sono andate a segno Pellegrinelli, Ranieri, Ferri, Melillo. Le ragazze di mister Ruggiu dovranno cercare punti nelle prossime gare per riaprire il discorso salvezza.


Frosinone Futsal-Arzachena 8-4

6 Antonucci, Mattarelli, Salvador (F)

Capalbo, Nogales, Deiana, Gruada (A)

Dopo il blitz di Ciampino, l’Arzachena cade contro il Frosinone. La partita si dimostra complicata già dai minuti iniziali quando Antonucci porta avanti la squadra ciociara. Il raddoppio arriva quattro minuti dopo ancora con Antonucci, che con una punizione dalla metà campo mette sotto l’incrocio. L’Arzachena non ci sta, e accorcia grazie al destro di Capalbo sempre su punizione. Il Frosinone riallunga però e lo fa ancora con Antonucci che incrocia col destro. Le smeraldine si riportano ancora una volta ad una sola lunghezza di svantaggio con Nogales, ma neanche il tempo di battere la ripresa del gioco che Antonucci con un tiro da centrocampo beffa l’estremo difensore dell’Arzachena. Il primo tempo finisce sul 4-2. La ripresa scorre lungo il filo della prima frazione, Antonucci si conferma mattatrice di giornata trovando il suo quinto gol personale. Mattarelli e Salvador allungano, Deiana va a segno per le galluresi ma ormai il divario è troppo ampio per poter essere colmato. Ancora Antonucci e la quarta rete dell’Arzachena con Gruada mettono fine al match.

You May Also Like

Commenta